Pushilin ha annunciato combattimenti vicino al confine russo

Il capo del DNR Pushilin: la situazione in direzione Mariupol è in forte escalation

DONETSK, 21 febbraio – RIA Novosti. Il capo dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk, Denis Pushilin, ha annunciato un “brusco aggravamento” della situazione in direzione di Mariupol, aggiungendo che combattimenti sono in corso nelle vicinanze del confine con la Russia:

“La situazione in direzione Mariupol si è fortemente aggravata. I militari della 36° brigata hanno attaccato le postazioni delle unità della Milizia popolare nell’area di Kominternovo. C’è una battaglia in corso vicino al confine con la Federazione Russa”.
“A causa dei colpi di mortaio e di artiglieria, un militare della Milizia popolare è stato ucciso, diverse persone sono rimaste ferite”, ha sottolineato Pushilin.

Denis Pushilin

La situazione nel Donbass è peggiorata nei giorni scorsi, le autoproclamate DNR e LNR hanno annunciato numerosi bombardamenti da parte delle forze di sicurezza ucraine. Le leadership della DNR e della LNR hanno annunciato l’evacuazione temporanea dei cittadini nella regione di Rostov in connessione con la minaccia d’invasione dell’Ucraina. L’evacuazione coinvolge principalmente donne, bambini e anziani.

Come affermato dal capo della DNR Denis Pushilin, il presidente dell’Ucraina Vladimir Zelensky ordinerà presto ai suoi militari di lanciare un’offensiva nel Donbass, per attuare il piano d’invasione della DNR e LNR. Sabato i vertici delle due Repubbliche hanno firmato i decreti sulla mobilitazione generale.

Fonte: https://ria.ru/20220221/boi-1774048619.html
Traduzione di Eliseo Bertolasi

Nessun commento

Inserisci un Commento