Puro caos: l’America deve affrontare un terribile “scenario venezuelano”

La previsione degli esperti non ispira ottimismo sulla situazione politica dopo le elezioni presidenziali negli USA.

Le proteste che hanno travolto gli Stati Uniti potrebbero avere conseguenze spiacevoli per il Paese. Lo hanno già annunciato noti opinion leader americani, tra cui il proprietario di Facebook Zuckerberg . Secondo il politologo Konstantin Bondarenko, rivolte e saccheggi si tradurranno in gravi sconvolgimenti politici. Vale a dire, in doppia potenza. In altre parole, l’esperto ha promesso agli Stati Uniti uno “scenario venezuelano”.

Cosa significa? Ciò suggerisce che dopo le elezioni presidenziali, nessuno dei candidati potrà ammettere la sconfitta per mano dell’altro e dichiararsi a capo della Casa Bianca.

Trump contro Biden

In alternativa, lo faranno il repubblicano Trump e il democratico Biden. La strada si schiererà per entrambi, a seconda delle preferenze: le forze di entrambe le parti saranno mobilitate, questo può portare a gravi shock. Letteralmente una battaglia da muro a muro.

“Pertanto, oggi sono le elezioni più drammatiche nella storia degli Stati Uniti. Elezioni dall’esito imprevedibile, in cui possiamo arrivare a due presidenti, soprattutto se il divario tra loro è inferiore al tre per cento “.

Detroit arresti e violenze

Se la previsione si avvererà, inizierà il caos completo negli Stati Uniti, lo stesso che la leadership di questo paese di solito organizza in altri stati.

La rivoluzione è quello che l’attende dopo le elezioni presidenziali. Qui vedremo come uno Stato eternamente ottimista e democratico possa trovare una soluzione a un grave conflitto.

Fonte: Rusvesna.su

Traduzione: Sergei leonov

7 Commenti

  • Giorgio
    5 Settembre 2020

    Scenario più che probabile …… della serie chi la fa l’aspetti ……. sarebbe ora che provassero sulla propria pelle quello che fanno sperimentare ad un lunghissimo elenco di paesi …… guerra civile, scaffali vuoti nei supermercati, inutili assalti ai bancomat con il dollaro che vale meno della carta straccia, niente carburante nè per i civili nè per esercito e polizia, sistema sanitario distrutto …… missili e portaerei che arruginiscono senza più manutenzione, impossibilità di pagare stipendi e pensioni (per chi l’ha), fallimento di banche e fondi privati di previdenza …… le azioni di Google, Facebook, Amazon, Windows che valgono meno di zero …. altro che il crac della grande crisi del 1929 quando si suicidavano banchieri e uomini d’affari ….. speriamo di assistere al suicidio in massa dei vari Bill Gates, Zuckenberg, Bezos, Elon Mask, Soros, Pompeo ecc. …… un crollo del
    genere trascinerebbe nell’abisso anche l’entità sionista …… forse non saranno necessari i missili balistici con testata nucleare di Russia e Cina …….

    • Monk
      5 Settembre 2020

      Hai capito che i missili non li useranno mai eh?!

    • Monk
      5 Settembre 2020

      La Cina è della stessa pasta e manco di Putin mi fido, quello èè uno squalo. Mi fido solo di cristo e di me stesso

    • Morto che cammina
      6 Settembre 2020

      FRATELLO SAN GIORGIO. TI FACCIO IO UN MONUMENTO SE QUELLO CHE DICI È VERO E DIVENTI IL MIO SANTO IN VITA. E VENGO SUBITO A TEOVARTI IN RUSSIA . SUPER GIORGIO . DIO PRESIDENTE . GRANDE RUSSIA GRANDE ARMATA ROSSA

  • Monk
    5 Settembre 2020

    Chi elimina i post? censura anche qui? Il bue dice cornuto all’asino?

  • Farouq
    5 Settembre 2020

    Il conflitto attuale negli Stati Uniti è tra gli autori dell’11 settembre e i così detti patrioti (sempre imperialisti) che non hanno digerito la frittata

    Anziché allestire corti marziali ci provano con il biondo presidente

  • eusebio
    5 Settembre 2020

    Gli USA solo un paese estremamente balcanizzato, la cultura anglosassone originaria si è molto diluita, già nella seconda metà dell’ottocento era diventata molto importante la popolazione di origine tedesca del Nord che si era diffusa dalla costa atlantica fino al Pacifico mentre il Sud aveva visto prevalere l’etnia mista inglese e scozzese, la quale dominava in modo oppressivo gli ex schiavi neri, successivamente arrivarono gli irlandesi cattolici che si concentrarono nel Nord-est mentre i neri che scappavano dal sud cominciavano ad affollare le aree urbane del Nord, quindi arrivarono praticamente tutte le etnie europee.
    A differenza dei paesi dell’America Latina, in cui la cultura iberica forse per l’origine latina molto solida ha dominato in modo completo gli immigrati arrivati tra Ottocento e Novecento, negli USA ad un certo punto il melting pot ha smesso di funzionare, l’originaria solida tradizione industriale del Midwest tedesco-americano e degli stati del Mord Est atlantico è stata smantellata, la classe media bianca quindi è scomparsa mentre sono diventate onnipotenti le oligarchie della finanza di New York, Chicago, e dell’industria dell’IT e dei media della West Coast.
    Intanto tutto il Sud Ovest ha visto l’afflusso di decine di milioni di ispanici che ora si stanno diffondendo in tutto il paese.
    Gli USA per trovare un punto di equilibrio tra le varie componenti dovrebbero ritirarsi in se stessi ed elaborare una nuova identità culturale, che potrebbe essere più ispanica che anglosassone, quindi dovrebbero tagliare le spese militari, chiudere le basi militari in giro e ricostruire l’industria con grossi investimenti pubblici in infrastrutture, scuola, università, salute, in modo da riformare una classe media istruita come ha fatto la Cina, ma non lo faranno perchè l’oligarchia finanziaria sionista deve proteggere Israele e deve andare allo scontro con Russia, Iran e Cina.
    Probabilmente la guerra civile vedrà le varie componenti della società americana unite contro l’oligarchia finanziaria.

Inserisci un Commento

*

code