Pubblicato il video dei prigionieri di guerra ucraini che si imbarcano sull’Il-76

Il comitato investigativo ha diffuso filmati di prigionieri di guerra ucraini a bordo di un Il-7
Il comitato investigativo russo ha pubblicato filmati di prigionieri di guerra ucraini a bordo di un aereo Il-76, abbattuto dalla difesa aerea delle forze armate ucraine nella regione di Belgorod.

Gli investigatori hanno pubblicato sul canale Telegram il video dell’imbarco dei prigionieri di guerra ucraini a bordo dell’Il-76 . Nel filmato, diversi camion si sono avvicinati all’aereo, dove sono entrati i soldati delle forze armate ucraine catturati.

In precedenza, il presidente russo Vladimir Putin aveva osservato che i risultati delle indagini sull’Il-76 abbattuto sarebbero stati pubblicati “al massimo” in modo che il popolo ucraino sappia cosa è realmente accaduto.
Putin ha detto che le armi recuperate dal luogo dell’incidente dell’Il-76 abbattuto indicano che l’aereo è stato colpito utilizzando un sistema di difesa aerea francese o americano.

Nota: Smentite le bugie della giunta di Kiev, riprese dalle fonti occidentali (l’aereo trasportava missili).

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Sergei Leonov

Un commento su “Pubblicato il video dei prigionieri di guerra ucraini che si imbarcano sull’Il-76

  1. …a bordo di un Il-7…filmati di prigionieri di guerra ucraini a bordo di “un” aereo e quindi non “il” del fatto di specie…
    Video che, tradotto da Google dice: È stato pubblicato un video dello sbarco dei prigionieri di guerra ucraini nell’IL-76. Sbarco? Sì, infatti il Comitato investigativo ha annunciato filmati dello “sbarco” di prigionieri di guerra ucraini nell’IL-76? L’immagine è presa da tutt’altra parte più che probabile e il missile dell’abbattimento è ucraino via America/Francia e non russo. Morale della favola: ci son altri 65 morti su la coscienza dell’Occidente giudaico-cristiano-greco-romano. Pare si dovessero scambiare con pari numero di prigionieri russi, ma a Kiev come già in precedenza furono bombardati altrettanti ucraini causa “fuoco amico”…Basta solo essere onesti e scriverne a conseguenza, senza inutili partigianerie alla Gaza maniera. I morti so’ morti. Amen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus