Proteste in Slovacchia contro la visita di Mike Pompeo e per le interferenze degli USA


In occasione della visita del segretario di Stato USA Mike Pompeo, il 12 Febraio, si sono svolte proteste contro l’interventismo degli Stati Uniti in altri paesi.
I manifestanti, innalzando bndiere russe e cartello con slogan come “Fuori le mani degli USA dal Venezuela” e “Stop alle aggressioni USA”, si sono riuniti di fronte al palazzo presidenziale a Bratislava, capitale della Solvacchia, per condannare la visita di Mike Pompeo nel paese europeo.
Nell’ultima parte del suo giro in Europa Centrale, mirato a frenare l’influenza russa e della Cina nella regione, Pompeo ha detto che gli USA appoggeranno la “sicurezza” e l'”economia” della Slovacchia.
“Voglio assicurarmi che il popolo slovacco comprenda che gli Stati Uniti sono impegnati a garantire la sicurezza della Slovacchia e siamo di ritorno”, ha detto Pompeo durante la cerimonia di fronte al monumentoi della Porta della Libertà, alla frontiera con l’Austria.

Proteste contro Pompeo a Bratislava


Nota: Pompeo sta muovendosi freneticamente fra le capitali del Centro Europa per convincere i governi europei ad interrompere ogni forma di cooperazione economica con la Federazione Russa ed in particolare ad ostacolare la stesura di accordi per le forniture energetiche di gas e petrolio dalla Russia.

Bratislava proteste contro Pompeo


A questo scopo Pompeo e l’Amministrazione USA ricorrono a sanzioni e minacce contro tutte le società ed i governi europei che vogliano cooperare con la Russia in materia energetica. In parallelo tutti i media atlantisti agitano il pericolo della “minaccia russa” sull’Europa e della presunta attitudine aggressiva delle forze russe. Non a caso vengono imbastite periodicamente delle provocazioni da parte dei servizi di intelligence anglo USA, come il caso Skripal in Inghilterra, per mettere in evidenza le “attività maligne” della Russia nei paesi europei.
Questo atteggiamento dell’Amministrazione USA sta però suscitando molte critiche da parte di alcuni settori dei governi e dell’opinione pubblica europea che vedono in queste azioni una palese intromissione di Washington nei propri affari interni. 

Fonte: Hispan Tv

Traduzione e nota: Luciano Lago

Inserisci un Commento

*

code