"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Proteste dal Governo francese per l’abbattimento delle scuole palestinesi

Il Governo francese ha condannato il Lunedì la demolizione delle scuole nei territori palestinesi commessa dalle autorità di Israele che ha considerato questa una violazione del diritto internazionale.
In un suo comunicato, il Ministro degli Esteri francese si è riferito in particolare alla demolizione di una scuola, la distruzione di un circolo infantile e la confisca di pannelli solari che servivano a garantire l’elettricità nell’altro centro di insegnamento.

“Queste distruzioni, contrarie al diritto internazionale, sono anche molto preoccupanti perchè si verificano nella zona E1 situata tra Gerusalemme est e l’insediamento di Ma’ale Adumim, come ha indicato il testo. Questa area ha una importanza strategica per l’accesso di un futuro Stato palestinese con capitale Gerusalemme est, per la soluzione dei due stati a cui la Francia presta il suo appoggio”.

Parigi ha informato l’inizio di una gestione diplomatica per far restituire da Tel Aviv i beni sequestrati con lo stesso procedimento utilizzato in altre occasioni e che sono stati già condannati dall’Unione Europea, ha aggiunto.
A tale proposito il Ministero ha ricordato che nei primi sei mesi del 2017, un totale di 259 strutture sono state distrutte nella zona C e nella Gerusalemme est.

Scuole palestinesi abbattute in Cisgiordania

La Francia sta sostenendo una soluzione del problema Israele -palestinese con risoluzioni e conferenze internazionali.
Parigi difende la necessità di costituire due stati come condizione indispensabile per ottenere la pace.

Tuttavia la politica seguita dal governo Netanyahu sta distruggendo questa possibilità di accordo con il favorire gli insediamenti illegali e l’abbattimento di case e scuole palestinesi.

Anche l’Unione Europea ha richiesto al Governo israelianao di ripristinare le scuole palestinesi abbattute in modo ingiustificato. Vedi: EU demands Israel rebuild illegal Palestinian school structures 

Vedi precedente articolo: Le autorità israeliane hanno abbattuto tre scuole di bambini palestinesi nella Cisgiordania occupata , prima dell’inizio dell’anno scolastico.

Children learn in tent after Israel demolishes school

Traduzione e sintesi: L.Lago

 

*

code

  1. mardunolbo 4 mesi fa

    Toh, il governo Macron parla in favore dei palestinesi !
    Ed il governo italiano, dove si trova ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Salvatore penzone 4 mesi fa

    Ora che gli USA in Medioriente hanno perso la guerra e la credibilità, con il conseguente affondamento del piano neocon del Grande Medioriente allargato, i padroni del gioco necessitano di un nuovo soggetto che possa riprendersi il banco lasciato vuoto e gestire il mazzo a favore di Israele. Tutte le mosse diplomatiche del governo Macron, nato sotto l’ala protettrice dei Rothschild, vanno in questa direzione. L’impressione è che Israele, i cui veri padroni sono sempre gli stessi Rothschild, stia giocando di sponda con la Francia per offrire all’opinione pubblica araba una nazione con la faccia ripulita e super partes che possa fare concorrenza alla Russia nel suo ruolo di mediatrice, l’unica nazione che si è guadagnata il rispetto e la fiducia degli arabi con impegno vero e sacrifici.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. annibale55 4 mesi fa

    I Palestinesi farebbero bene a non fidarsi di Macron. In Francia ed in tutta Europa comandano gli ebrei e loro li conoscono bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace