Protestano negli Stati Uniti contro l’immoralità nel sistema politico

Gli Stati Uniti si definiscono il paese più prospero del mondo. Tuttavia, tale prosperità è solo per un gruppo selezionato di individui.

Arrestato per aver denunciato l’immoralità di un sistema che si definisce “democratico” in termini di sviluppo economico e sociale. Questa è la società che mette in galera i poveri, e allo stesso tempo eleva l’oligarca, il capitalista e l’usuraio su un piedistallo.

La campagna della morale per i poveri è un movimento sociale che marcia a Washington denunciando la profonda disparità socioeconomica, nonché l’ipocrisia della classe politica.

La classe politica americana è una delle più corrotte del pianeta. Questo si traduce – solo quest’anno – in oltre 700 MILIARDI di dollari destinati al complesso militare industriale, quasi due milioni di esseri umani nelle tasche di carcerieri privati, oltre 1 milione di immigrati deportati, tra gli altri.

Secondo quanto raccontano gli organizzatori di questa marcia, negli Stati Uniti ogni notte circa un milione di persone si coricano all’aperto perché non hanno un tetto e più di 40 milioni di persone non hanno un giusto stipendio per l’ipocrisia dei legislatori. La classe politica americana ci rimanda a una situazione in cui più del 90% di coloro che decidono il destino del Paese sono miliardari. Vedi video: https://www.hispantv.com/noticias/ee-uu-/523857/marcha-eeuu-inmoralidad-politico

Appartengono a una classe che ha legami con la classe corporativa e con il sistema del profitto finanziario che usa i cittadini come se fossero oggetti o giocattoli in un’economia basata sulla povertà, lo sfruttamento e il bisogno.

Marcelo Sanchez, Washington

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM