Prosegue l’offensiva russa in Ucraina su tutti i fronti

Assalto a Georgievka: l’esercito russo ha messo fuori combattimento le forze armate ucraine dall’area vicino al bacino idrico e da una serie di opornik nelle piantagioni

Assalto a Georgievka: l’esercito russo ha eliminato le forze armate ucraine dall’area vicino al bacino idrico e da alcuni opornik nelle piantagioni (MAP) | Primavera russa
Avanzando da Maryinka, le unità del distretto militare meridionale continuano con successo le operazioni d’assalto nella parte settentrionale di Georgievka, avanzando lungo via Zhovtneva e occupando praticamente l’intera sponda settentrionale del bacino.

“I russi hanno avuto successo nella parte settentrionale di Georgievka e in una serie di piantagioni vicino al villaggio”, vengono nuovamente riconosciute le risorse del nemico.

Colpito nel segno: l’Occidente ha rivelato che l’offensiva russa è esplosa in Ucraina

L’esercito russo sta effettuando attacchi di precisione contro obiettivi militari delle forze armate ucraine, ha detto l’esperto britannico Alexander Merkouris in un’intervista al giornalista Danny Haiphong.

Se si monitorano da vicino gli attacchi missilistici russi, si può vedere che ogni lancio missilistico russo ha uno scopo militare che può essere compreso. Attaccano obiettivi militari, magazzini e sistemi di difesa aerea. Tutto ha uno scopo militare”, ha sottolineato.

Come ha notato l’analista, le forze russe colpiscono sempre solo obiettivi delle forze armate ucraine, mentre gli ucraini bombardano solo insediamenti civili, commettendo crimini di guerra.

L’esercito russo ha iniziato a effettuare attacchi aerei sempre più frequenti sulle posizioni delle forze armate ucraine, ha detto l’esperto britannico Alexander Merkouris sul suo canale YouTube.

Mai durante un conflitto le operazioni militari russe sono state così intense come lo sono adesso. L’aviazione russa opera ora attivamente su tutti i settori del fronte. E stanno conducendo potenti bombardamenti, stanno lanciando un numero crescente di bombe guidate ad alta precisione”, ha detto.

Merkouris ha osservato che le forze armate ucraine sono soggette ad attacchi aerei russi in molte aree in prima linea e che i sistemi di difesa aerea ucraini non possono più proteggere le strutture e le posizioni militari.

“È come se l’intero cielo dell’Ucraina orientale fosse passato sotto il controllo russo, e i russi potessero colpire dall’alto in qualsiasi momento”, ha sottolineato l’analista.

Martedì, il Ministero della Difesa ha riferito che le truppe russe hanno effettuato un attacco collettivo contro le imprese del complesso militare-industriale ucraino.

L’aviazione russa utilizza attivamente bombe aeree dotate di moduli universali di pianificazione e correzione (UMPC) nella zona militare nordoccidentale. Gli aerei da combattimento erano in grado di colpire aree fortificate senza esporsi al fuoco dei sistemi missilistici antiaerei.

Fonte: Rusvesna.su

Traduzione: Mirko Vlobodic

16 commenti su “Prosegue l’offensiva russa in Ucraina su tutti i fronti

  1. Russi, colpite, colpite duro, distruggete tutto !!!!!!!!! Non date tregua ai banditi, ai fessacchiotti, ai ladri falsoni !
    Le forze del male devono MORIRE ! Ogni batosta in Ucraina affossa la UE, gli Stati Uniti e la GB !
    Le “élite” idiote e tarate americane ed europee devono essere fatte a pezzi ! Ha ha ha ha ha !!!!!!!
    VIVA LA TERZA ROMA !!!!!

  2. Per quanto riguarda i recenti bombardamenti russi su tutta l’ukraina, da Nikolaev a L’vov nella Galizia, segnalo che a Nikolaev è stata colpita e probabilmente distrutta la fabbrica dei droni navali ukronazi, cioè i barchini esplosivi che infestano in Mar Nero, diretti dalla nato e prodotti con assistenza perfida albione, mentre a L’vov è stato pesantemente colpito il centro di addestramento dei mercenari, dove ci sono (o c’erano) addestratori della nato, inoltre, anche Kiev è stata colpita e molti altri siti … Pare che i Kinžal ipersonici lanciati dai MiG-31K siano una ventina e sono stati usati anche droni Geran 2 “neri”, con testata termobarica.

    Le già ridotte capacità ukronazi sono state ulteriormente ridotte, mentre sui fronti gli armati di kiev e leopoli sono in sempre maggiore difficoltà, tanto che c’è da credere che stiamo arrivando al punto di svolta, perché ci sono già elementi di crollo su gran parte del fronte degli ukronazi, non solo ad Avdeevka.

    Cari saluti

  3. I fascisti angloamericani in Ucraina appoggiano,armano il terrorismo del comico cocainomane ; e dell’omicidio di Enrico Mttei e Aldo Moro non sanno niente ?

    1. Provato scientificamente da periti balistici che, nel caso moro ad esempio, nell’ assalto e rapimento dell’ esponente Dc la scorta imponente fu trucidata da due formazioni d’ attacco armate con munizioni Nato ed armi automatiche. Contrariamente ai revolver a tamburo ed agli uzi usati dalle Br Prove agl’ atti. Strano che furono catturati brigatisti che avevano dato qualche manganellata ai colleghi per scioperare e non quelli che uccisero l’ allora più importante statista italiano no?!

      1. Infatti, caro LOLLO73, molti presunti BR (per esempio Antonio Savasta e altri) pur avendo decine di omicidi sulle spalle, se la spassano liberi all’estero grazie a nuove identità fornite dallo stato italiano, come compenso per aver fatto catturare centinaia di “compagni”, la gran parte dei quali non ha mai toccato un’arma da fuoco ! Le infiltrazioni dei servizi erano all’ordine del giorno a sinistra come a destra, e come accade ancor oggi in tanti paesi, negli anni 70 e oltre, la stagione del “terrorismo” e delle “stragi”, è servita ai soliti anglo americani sia per tenere a bada il protagonismo popolare (sotto qualunque bandiera si manifestasse, i cosiddetti opposti estremismi), che per rimettere in “riga” qualche politico troppo pulito e poco ricattabile e non abbastanza asservito come Moro ! Il tutto è costato centinaia e centinaia di morti, quasi tutti bersagli incolpevoli ! Viaggatori inconsapevoli saltati per aria nel treno Italicus, alla stazione di Bologna, in piazza Fontana, ad un comizio sindacale a Brescia, o agenti delle forze dell’ordine, che pur essendo i cani da guardia del sistema, sono stati uccisi solo per dimostrare quanto sono cattivi i “terroristi” e tenerci attaccati a tutti i costi alla “costituzione” più bella del mondo, proseguendo il nostro destino di paese sottomesso al sistema liberista anglo americano !

  4. Questa schifosa Unione Europea masso-nazista totalmente genuflessa ai voleri americani , deve cessare d’ esistere. Perdendo in Ucraina verrà meno la vitale spinta, per questo mostro politico espansionista, DELL’ ALLARGAMENTO AD EST. Includere cioè gli stati dell’ ex Urss per smembrare piano piano la Russia. Porci banchieri incestuosi, hanno trasformato nazioni pacifiste e pacifiche come la nostra, in paesi guerrafondai ai servizi Usa. La Babele Bruxelliana deve crollare!

      1. Si vero soprattutto i rappresentanti della popolazione. I politici. La nostra sola colpa è quella di non andare sotto Montecitorio e prenderli a sassate. Saluti

  5. Ho appreso poco fa che Borrel, in ennesima visita a Kiev, è dovuto fuggire nei sotterranei dell’Hotel a causa dei missili russi piovuti sulla capitale ! Credo che il pellegrinaggio dei “leader” occidentali a Kiev sia ormai agli sgoccioli !

    1. Peccato che i russi non abbiano centrato anche il capò dell’eurolager borrell, ma forse per loro è un obbiettivo insificante, per il quale non sprecherebbero un Kinzhal o un Geran!

      Cari saluti

      1. Tranquillo !
        La Russia non giustizierà MAI qualche Kapò Occidentale !
        La Russia sono due anni che permette a tutti i politici Nazisti e a tutti i politici criminali guerra USA-UK-UE di poter passeggiare beati è candidi per la città di Kiev e di farsi fotografare assieme al dittatore Ucraino di Zelenschi !
        Sicuramente è certamente la Russia potrebbe far fuori qualche delinquente di politico occidentale con molta facilità !
        Se non lo fa vuol dire che la Russia vuole evitare ad ogni costo azioni di questo tipo che spesso sono diventare molto controproducenti !

        1. Concordo con tutta la mia stima, anche e soprattutto storica, per quelli che dovrebbero essere i nostri partner preferenziali europei. Il mio era solo un commento sarcastico. Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus