Propaganda Occidentale – Proteste a Hong Kong E Fuga Di Capitali


Di Jay Tharappel –


La propaganda occidentale arriva in due forme diverse, 1) noi li attacchiamo a nostro vantaggio (realismo), e 2) noi li salviamo a loro vantaggio (liberalismo), e, quando si tratta di Hong Kong, sia a sinistra che a destra nel mondo angloUSA si tende a quest’ultimo aspetto, in realtà si tende a far credere che il malessere politico sia vagamente perché la Cina vuole imporre le proprie leggi a Hong Kong per estradare i sostenitori dei “diritti umani” e della “democrazia”.

I Verdi hanno affermato di essere “profondamente preoccupati” perché il “nuovo accordo di estradizione … esporrà le persone al sistema ingiusto della Cina” in cui “un processo equo viene cronicamente negato”. L’unica ragione per cui molti pensano che si tratti di “attivisti” è dovuta a due persone, “Ray Wong, 25 anni, e Alan Li, 27”, che attualmente vivono in Germania dopo aver ottenuto asilo , di cui, “Wong ha detto che temeva di poter essere usato per sopprimere il movimento pro-democrazia “, tuttavia non si è mai spiegato su quali basi potrebbero essere estradati sulla terraferma se stanno commettendo crimini a Hong Kong, dato che” due … attivisti [stanno] affrontando accuse di rivolta in patria “, il che significa che il disegno di estradizione non è nemmeno necessario per perseguirli.

Hong Kong disordini


Il parlamento di Hong Kong vuole introdurre la legge sull’emendamento dell’ordinanza sui “Fugitives Offenders Ordinance” che “consentirebbe trasferimenti casuali di persone verso paesi senza trattati di estradizione, compresa la Cina” ma anche a “Taiwan e Macao”. Si tratta di “una” scappatoia “che, affermano, avrebbe permesso alla città di diventare un rifugio per i criminali dalla terraferma” e questo perché “non esiste un meccanismo formale per la consegna dei fuggiaschi nella Cina continentale”. Ecco perché all’inizio del 2018 un abitante di Hong Kong, Chan Tong-kai, è riuscito a uccidere sua moglie Poon Hiu-wing a Taiwan (non nella terraferma, ma lo stesso problema) e rubare i suoi soldi, perché “la polizia non è stata in grado di accusarlo per omicidio o estradizione a Taiwan dato che nessun accordo è in vigore “.

Il vero background di questa storia, l’elefante economico nella stanza, è che dal 1980 al 2016, il terzo mondo ha perso quasi $ 16,3 trilioni di dollari in fuga di capitali, di cui la quota cinese rappresenta circa il 28%, in gran parte in uscita da Hong Kong. Nel 2016 era stato riferito che la banca centrale cinese aveva “bruciato 800 miliardi di dollari di riserve estere dalla metà del 2014, quando raggiunsero il picco di 4 trilioni di dollari” a causa della fuga di capitali. Tuttavia, “se il disegno di legge diventa legge, sarà possibile per i tribunali della Cina continentale chiedere ai tribunali di Hong Kong di congelare e confiscare beni relativi a crimini commessi sul continente, al di là di una disposizione esistente che copre i proventi di reati di droga”.

Questo è il motivo per cui “la comunità imprenditoriale di Hong Kong ha espresso preoccupazione per l’inclusione di crimini economici e finanziari nel progetto di legge”, ed il motivo per cui “alcuni magnati di Hong Kong hanno iniziato a trasferire la ricchezza personale al largo”, cioè stanno fuggendo con i loro soldi per i paradisi sicuri dell’impero finanziario anglo-USA, per alimentare debito, consumi e bolle di attività.
Sin dalle guerre dell’oppio nel diciannovesimo secolo, quando la dinastia Qing fu costretta a cedere il controllo di Hong Kong all’impero britannico, questo è stato un canale per prosciugare la Cina dal capitale (quindi dall’argento) in cambio dell’oppio. Dato che la HSBC (il più grandegruppo bancario), che è stata fondata dagli inglesi a Hong Kong, la banca sta ancora aiutando i cartelli della droga messicani a riciclare denaro, sembra che da allora non sia cambiato molto.

Fonte: FRN Traduzione: Luciano Lago

Inserisci un Commento

*

code