"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Prime avvisaglie di uno scontro sociale in Italia causato dall’immigrazione senza controllo

di  Luciano Lago

Si poteva facilmente prevedere che prima o poi qualche folle avrebbe imbracciato le armi per vendicarsi di atti di violenza commessi dagli immigrati clandestini.
L’ultimo atroce episodio è avvenuto a Macerata, una città una volta tranquilla, dove è avvenuto l’assassinio di una povera ragazza di 18 anni, Pamela Mastropietro, diciottenne fatta a pezzi con un’accetta, lavata e riposta in due trolley, omicidio che si presume commesso da uno o più migranti nigeriani, fra i quali, il principale sospettato, già noto alle forze dell’ordine per vicende di droga e senza permesso di soggiorno, arrestato con prove evidenti di colpevolezza, non ha però ammesso le sue responsabilità mentre ha indicato il coinvolgimento di altri due immigrati che sono stati fermati dalla polizia.

Episodi eclatanti come questi, assieme a tanti altri minori (come rapine e aggressioni) che non sono pubblicizzati dai media, ma che hanno esacerbato il clima sociale ed hanno determinato l’esasperazione dei cittadini e spinto qualche folle, come avventuto a Macerata, ad imbracciare le armi ed aprire il fuoco contro immigrati africani, sparando nel mucchio.

Omicidio di Macerata la ragazza uccisa ed il sospettato

Naturalmente l’episodio è condannabile ed il folle che ha sparato merita di essere punito duramente come previsto dalla legge, visto che in uno Stato non è possibile accettare che qualcuno possa pretendere di farsi giustizia da solo. La questione centrale tuttavia è se uno Stato, questo Stato, che ha rinunciato a proteggere i propri cittadini aprendo le sue frontiere a masse di migranti incontrollate, sia in grado di fornire garanzie ai propri cittadini circa la sicurezza della propria vita, di quella dei propri cari e dei proprio beni.

Non è un mistero che nella massa di migranti che è approdata in Italia (e che continua ad approdare), si celano persone di diversa cultura con mentalità radicata di violenza selvaggia e capaci di scorrerie violente contro gente indifesa, come la cronaca ci dimostra in una quantità di episodi.
Di conseguenza vi sono molti cittadini che, avendo perso la fiducia in questo Stato, vorrebbero armarsi ed essere in grado di difendersi da soli.

Questo significa il fallimento totale dello Stato e delle sue leggi, un fallimento causato e perseguito da coloro che hanno voluto a tutti i costi consegnare la sovranità dello Stato alle centrali transnazionali che vogliono la scomparsa degli Stati nazionali, l’apertura indiscriminata delle frontiere e la sostiutuzione etnica di una buona parte della popolazione italiana.

Inevitabile che il clima sociale sia deteriorato, che la gente cerchi di attrezzarsi per difendersi da sola, che focolai di violenza scoppino da varie parti come già accade da tempo in altri paesi che hanno percorso questa strada, da Parigi a Stoccolma a Bruxelles. Nel mezzo di questi episodi non c’è da meravigliarsi che vengano fuori anche dei folli che agiscono come ha agito il soggetto che oggi ha sparato a Macerata.

Il folle viene catalogato come un estremista di destra ed un neofascista, possiamo prevedere che questo consentirà al coro dei media e delle forze politiche della sinistra mondialista di sollevare una nuova ondata di antifascismo strumentale, molto utile per sollevare una cortina di fumo e per nascondere le vere responsabilità di coloro che hanno determinanto questa situazione e oggi accusano altri per scagionare se stessi.

*

code

  1. animaligebbia 4 mesi fa

    Ho il timore che questo sia solo l’anticipo ; e’ meglio che lo zio Fester agli interni faccia l’abbonamento “Mille Miglia” perche’ i suoi tour “rassicuranti” saranno sempre piu’ frequenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      oggi i poliziotti sono dei nemici anche se a suo tempo ne feci parte Sono solo dei N E M I C I.
      Minniti dice che non ci si deve fare giustizia da soli
      ma se loro non la fanno qualcuno la deve pur fare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. claudio 4 mesi fa

    Quindi caro Luciano il folle sarebbe lui, luca traini, il ragazzo che ha sparato reagendo ad uno stato di cose inaccettabile, e non noi che accettiamo passivamente che i nostri figli vengano massacrati ammazzati e macellati dai clandestini?? Curiosa questa cosa.. chiediamo protezione allo stato, lo stesso che li va a prendere con le navi della marina militare?? Lo stesso che lucra su quello che a tutti gli effetti è un reato??? Tu sai quanta stima ho nei tuoi confronti ma questa volta non posso essere d’accordo, sarò un folle pure io, o forse no.. chi lo sa??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Redazione 4 mesi fa

      La soluzione non è certo quella di andare a sparare a casaccio sui migranti. Si fa il gioco di chi vuole far passare il messaggio che patriottismo vuol dire razzismo e violenza brutale. Ogni episodio viene strumentalizzato. Diverso sarebbe stato se Traini fosse andato a sparare contro le navi delle ONG che portano i migranti in Italia con l’assenso dei governi. Allora il gesto non sarebbe stato più tanto folle.

      L. Lago

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. geometrio 4 mesi fa

        per andare contro le ong, serve una nave, serve il carburante, serve moneta.
        Non credo Il ragazzo avesse la possibilità di affondare quelle navi .
        Poi, se me lo concede una ultima riflessione dal suo intervento, in linea di principio sono d’accordo , ma immagini questo:
        siamo in un piccolo centro italiano, tutti piu’ o meno si conoscono , tranne questi colorati arrivati chissa’ da dove e senza invito,
        n giorno scopri che la ragazzina della via accanto , che ti era pure simpatica,e’ stata brutalmente assassinata da questi qui che nessuno conosce.
        Cosa? questi arrivano, li mantengo, e in piu’ mi uccidono i conoscenti per i loro riti primitivi? girano le palle no? ti vien voglia di mtterli tutti nelle piazze e
        fargli una carezza vero? brutta storia e penso a quella povera ragazza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 4 mesi fa

          Geometrio. E S A T T A M E N T E

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. claudio 4 mesi fa

        Beh luciano, premesso che io sparerei ad entrambe le categorie ma secondo me c’è una differenza sostanziale tra lo sparare a degli spacciatori entrati illegalmente e lo sparare a dei clandestini tout court.. mi spiego meglio: un clandestino commette il reato di clandestinità ( ed il codice della rsi prevede che venga fucilato ) ma finisce li, nel senso che possiamo presumere che poi possa compiere altri reati, non ne abbiamo la certezza.. mentre ad un clandestino che è già qui e che per di più commette reati, gravi per di più come spacciare, non può essere perdonato nulla.. non so se rendo l’idea.. è un’aggravante.. una somma di capi d’imputazione a cui non viene dato il giusto peso a mio avviso.. voglio infatti vedere quali capi di imputazione daranno al povero traini, se lesioni o tentata strage.. è lo stesso meccanismo giuridico.. ma tu mi hai capito benissimo..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. paolo 4 mesi fa

        Non li chiami “migranti”, per favore.
        Questi sono invasori e per di più delinquenti nei loro paesi di origine.
        E poi, le navi sono dure da bucare, anche per una Glock.
        per queste navi serve un missile, un maiale o una bella carica di TNT, ma sono di difficile reperibilità per un privato cittadino.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 4 mesi fa

          migranti sono gli uccelli paduli …

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      4. atlas 4 mesi fa

        redazione. L’avrebbero classificato tale lo stesso. Questo regime violento e ingiusto è pronto a chiudere ed a giudicare folli e misantropi chiunque non si allinea

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      5. dolphin 4 mesi fa

        non sono migranti, per il progetto di soros e co. sono invasori, e noi siamo completamente indifesi, la polizia, carabinieri e esercito stazionano 24 ore su 24 sotto la casa di politici o al loro seguito, ma non proteggono affatto i comuni cittadini dalle aggressioni di questi invasori e quindi ce qualcuno che si difende da solo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 4 mesi fa

          Luca e ‘Innocent’ (sì, si chiama proprio così, nigeriano e cristiano) sono nello stesso carcere. Se li mettessero nella stessa cella per chi si farebbe il tifo?
          Intanto le guardie del re nudo hanno individuato l’autore del fotomontaggio postato su fb sulla Boldrini decapitata…GRANDE OPERAZIONE DI POLIZIA…si tratta di un Patriota di Cosenza; ora lo faranno a pezzi mentre ‘Innocent’ giocherà a pallone, farà colazione, pranzo e cena, socialità, cinema, andrà a scuola…tutto a spese dei tassinari (ovvero i fessi che pagano le tasse e le multe se non indossano il casco in moto)
          attenzione a guardare la tv sull’argomento. Provoca danni cerebrali permanenti

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      6. XD 4 mesi fa

        Sono d’accordo…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Christian 4 mesi fa

      No, non sei per nulla folle, la tua, come la mia e quella di tantissimi altri, è solo la legittima e logica reazione di difesa, ad una situazione che stà diventando via via sempre più ingestibile e grave.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Loretta 4 mesi fa

      Guardate che se anche non lo dicono ..ma molti italiani sperano che sia solo l,inizio..
      Magari solo con bastoni e forconi…
      Ma a molti moltissimi prudono le mani…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Brancaleone 4 mesi fa

    Beh, considerando che le istituzioni condannano fermamente il folle, e di quella povera ragazza fatta a pezzi silenzio totale , la follia appare ovviamente moolto opinabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      a casa di Luca Traini hanno trovato una copia del Mein Kampf. Ne approfitto per ricordare che, nella lussuosa mansarda da 700 euro al mese del pregiudicato nigeriano, non sono stati trovati libri, ma mannaie insanguinate e pezzi di carne della povera Pamela.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Geometrio ellittico 4 mesi fa

    Scrivo quello che avrebbe voluto e non ha potuto il giornalista. Onore al camerata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      onore. Ora non si dovrà lasciarlo solo. Massima comprensione se si considera che chi ha massacrato la scorta ed Aldo Moro stesso è già in libertà. La repressione del regime è solo contro i suoi cittadini con una militarizzazione del sistema sempre più tecnico: rigorose pene economiche se non si mette la cintura in auto magari a 30 all’ora, ma il reato di furto ad es., che umilia e affligge l’onesto, è stato di fatto quasi depenalizzato. Prendiamo tutto il peggio dagli usa, prendessimo la pena di morte …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. animaligebbia 4 mesi fa

    Molti italiani segretamente lo ammirano,a partire dai poliziotti che lo hanno arrestato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      mmm non ci sperare. Sono loro che difendono questi politicanti marci. Non si può avere il piede in due scarpe; si deve avere il coraggio di andare a zappare piuttosto che fare il bellimbusto in divisa vendendosi per 2.000€ manganellando l’operaio vicino di casa che manifesta perché ha ragione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. egenna 4 mesi fa

        Sarà una speranza un pò vana,ma confido un pò nei “Pretoriani”
        Cordiali saluti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 4 mesi fa

          si vedrà di fatto quando l’eurogendfor sovrintenderà in tutto (magistratura, polizia, servizi di sicurezza…) e con poteri illimitati. Per ora sono chiusi a Vicenza a studiare ed analizzare, ma non sono lontani i tempi. Quando rumeni e polacchi verranno qui e loro andranno lì. Perché qui l’appuntato padre di Famiglia potrebbe trovarsi di fronte il figlio che manifesta giustamente o il figlio del vicino di casa che gioca con il suo. I delinquenti di ue e nato hanno pensato a tutto, saranno pure dei cretini, ma non sono certo sciocchi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. m 4 mesi fa

    chi lo dice che è folle? per come la vedo io folle è chi non svolge il proprio lavoro e non caccia un clandestino. Folle è chi traghetta gente senza arte nè parte,non integrabile che poi dovrà mangiare…..folle è chi discrimina i propri cittadini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      in poche parole questo regime di suinocrati

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Alessandro 4 mesi fa

      Folle è chi non si difende, e gli italiani devono inziare almeno a difendersi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 4 mesi fa

        dalle milizie di regime per prima cosa perché come tenti di associarti per reagire ti arrestano

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. claudio 4 mesi fa

    Al di la dell’ammirazione la prima cosa che ho pensato è che sto ragazzo è in grave pericolo e quindi mi sono detto che bisogna fare di tutto per salvarlo.. lasciarlo marcire in galera o ancora peggio lasciare che venga suicidato in carcere è una colpa che non possiamo permetterci, così come non possiamo più tollerare i crimini contro gli italiani da parte di gente che, in fin dei conti, viene ospitata gratis in italia..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Eugenio Orso 4 mesi fa

    Si tratta, per ora, di un atto isolato, anche se molto forte, di un certo impatto, con l’uso di armi da fuoco.
    Un buon pretesto per strumentalizzazioni mediatiche, della feroce banda giornalistica del politicamente corretto, e politiche in vista del voto.
    Sinistroidi, liberaloidi e libertaloidi si sono scatenati all’unisono, non certo contro la violenza, perché quella, ben peggiore, di massa, espressa dal sistema neoliberista loro la avallano quotidianamente. Non per pietà nei confronti delle vittime, ma puramente per cinica propaganda … Ecco le foto del mostro con i leghisti, ecco che era vicino a Forza Nuova, a Casa Pound (e perché non anche a Fiamma Tricolore, già che ci siamo).
    Sarebbero necessari, invece, nuclei d’azione/gruppi di fuoco motivati e determinati che si pongono obbiettivi politichi chiari, e che sparano contro covi del piddì, contro redazioni di giornali, contro troupe televisive, contro edifici e uffici dell’unione europoide, eccetera, eccetera.
    Volete scommettere, tornando ai fatti di Macerata, che si parlerà di più dello sparatore isolato, che della ragazza uccisa dal nigeriano? Chissà perché …

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio 4 mesi fa

      Caro orso, in merito avrei delle idee molto interessanti ma non così truculente anche se a me la truculenza che hai delineato mi piace assai…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. atlas 4 mesi fa

      Eugenio. Condivido parola per parola, lettera per lettera e che tu mi creda o no queste erano mie già a inizio anni ’90, poco prima che prendesse tutto in mano il cancro di Berlusconi. Avevo previsto si sarebbe arrivati a questo e, senza dilungarmi, ho fatto quello che potevo. Ma capiscimi, 48 gradi in cella a Trapani mentre gli altri stavano in spiaggia questa base che va a votare per me non se li merita. Per cui, con tutte le belle donne che ci sono in giro, se permetti ora tocca a me

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Laura 4 mesi fa

      Se ciò accadesse mi riempirebbe di gioia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Geometrio ellittico 4 mesi fa

      Pensa ogi come sarebbero diversi i rapporti se, l altro ieri luca ha gestito, ieri altri 10 avesso pe
      Reso esempio da luca e avessero a loro volta gestito, oggi se altri 100 avessero a loro volta seguito l esempio di luca e gestito lacosa,
      domani altri mille avvessero preso di esempio luca e avessero gestito.
      Oggi di cosa parleremo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Laura 4 mesi fa

      Della povera ragazza non si parla più… non volevo andare a votare e invece ci andrò ..voterò i fascisti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 4 mesi fa

        chi sono ? Dove sono ? Quanti anni hai … ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. paolo 4 mesi fa

    Dal “colpo di stato” del 2011 in Italia, con Monti al governo e a seguire il governo illegale di sinistra, il Paese è stato devastato in ogni sua forma.
    Questi finti ministri di questo finto governo, di questo finto parlamento hanno sottoposto il popolo italiano ad ogni sorta di angherie e imposizioni, dalla teoria “gender”, passando dal “meticciato” ai vaccini obbligatori, a finire alla eutanasia.
    Questi criminali sostenuti da forze mondialiste ed extraitaliane si sono arbitrariamente ritagliati un lungo periodo di tempo, sufficiente a istruire a loro immagine e somiglianza migliaia di di giovani, nelle scuole primarie e nelle università. Si sono, nel frattempo consolidate altre formazioni politiche volte a far credere che siano un’alternativa valida a questo sfacelo. Un altro grande inganno, studiato nei dettagli dai soliti manovratori.Questo è il momento propizio per votare.
    Luca Traini? tutto si può dire di questo ragazzo (si! lo chiamo “ragazzo” come i media mainstream chiamano ragazzi gli stupratori e macellai negri) meno che sia un “leone da tastiera”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Christian 4 mesi fa

    Ecco i risultati “strabilianti” del “multikulti” voluto dai sinistroidi radical chic, liberal, globalista e neoliberista, ed era del tutto prevedibile che si arrivasse a situazioni di questo tipo. In Germania dal 2015 in poi la vendita di spray urticanti e altri oggetti per la difesa personale, è aumentata in modo enorme, com’era prevedibile che fosse, sopratutto dopo capodanno 2015/2016 dove a Colonia e in altre città della Germania, ci furono centinaia di segnalazioni e denuncie per molestie da parte di ragazze e donne tedesche molestate, palpeggiate e anche violentate, mentre la cloaca dei media mainstream cercarono di contenere il diffondersi della notizia. In Francia, durante l’ultimo capodanno di un mese fà, nelle zone “off limits” di Parigi, sono state date alle fiamme oltre mille autoveicoli. Se pensano che io “porgo l’altra guancia” a questi che fanno i loro porci comodi a casa mia, si sbagliano anni luce! E non mi vengano a dire che io “propago odio”, no, io semplicemente prendo atto della realtà dei fatti, e logicamente nel caso decido di DIFENDERMI, perchè il cosidetto Stato italiano, non solo non tutela la sicurezza dei propri cittadini, ma peggio ancora incoraggia questi comportamenti criminali ogni volta che un “migrante” commette un reato anche grave, e puntualmente dopo pochissimo è già fuori di galera! Questo è incitamento a delinquere, e il cittadino italiano che decide di difendersi, passa delle grane per “eccesso” di legittima difesa, ed è probabile, come già successo, che in carcere ci finisca lui al posto del criminale. In Svezia poi la situazione e completamente fuori controllo con vaste aeree delle città principali, off limits, dove le forze di polizia non si azzardano a mettere piede, e dove avvengono veri e propri assalti a caserme di polizia; la situazione è così degradata, che Stoccolma stà programmando di entrare in queste aeree con l’esercito (e spero che ci vadano giù con la mano pesante!). Ma questi non sono per nulla effetti collaterali di queste politiche suicide; sono anzi all’opposto ciò che gli iniziatori, promotori ed esecutori di queste politiche si sono preposti fin dall’inizio. Il vecchio piano di Richard Kalergi, “Paneuropa”, in fase avanzata di implementazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. atlas 4 mesi fa

    la bandiera tricolore non è certo la mia, ma quando un ufficiale di governo, il sindaco, invita i cittadini a darsi gli arresti domiciliari da soli perchè è l’unica risposta a necessità di pubblica sicurezza che sanno dare i governanti del regime democratico è il fallimento totale ed esasperante di intere politiche suinocratiche.
    L’uomo, a difesa della sua Patria, che per me non è l’italia, ma le Due Sicilie, è cmq palesemente un esasperato. Se la polizia non riesce e non può prevenire e reprimere per un sistema politico degenere gravi reati commessi da stranieri illegalmente sul territorio allora poi vi sono situazioni come questa. E altre ve ne saranno sempre di più perché i politicanti giocano sempre di più con l’esasperazione della gente che lavora onestamente e si sente umiliata fino all’ultimo stadio nel dovere pagare tasse che servono invece ad appesantirla sempre di più, non solo per il mantenimento di gentaglia parassita, ma anche non vedendo soddisfatte nemmeno le più minime esigenze di sicurezza e legalità
    se magistratura e polizia sono bloccati e non riescono ad assolvere efficacemente al loro compito non c’è ordine sociale
    allora vi sia una sospensione legale del sistema per stato di necessità e lascino armare i cittadini italici a fini di difesa civile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 4 mesi fa

      Pienamente d’accordo con E.Orso, Christian ed Atlas . Onore all’italiano che , troppo imprudentemente e “garibaldescamente” ha cercato di fare giustizia !
      Mille, diecimila e centomila come lui e l’Italia sarebbe ripulita ed il rimanente diventerebbe mite come agnellini.
      Purtroppo non c’e’ piu’ altra strada, data l’abitudine a fare quel che vogliono con totale immunita’…Quando poi finiscono in carcere, che manna, mangiare e dormire comunque, senza lavorare !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 4 mesi fa

        eh beh certo, nei loro paesi sono abituati a giacere su un casco di banane. In galera poi, appena ti svegli ti danno un ceffone…tanto per farti capire dove ti trovi. Qui invece se rubi ti mandano a casa accompagnandoti come un tassì: li chiamano ‘arresti domiciliari…’. Io ho passato 4 giorni in un ufficio della polizia politica in Egitto (ai tempi di Mubarak, oggi W AL SISI) e 4gg in carcere: non alla Regeni (nei primi mi hanno anche dato da mangiare e bere a spese loro, lì non è previsto se non te lo compri da te, ma io per principio mi rifiutai, hanno evitato anche di mettermi in cella, cmq gli piaceva che ero Musulmano). Ma un giorno solo di carcere lì vale come i 7 anni fatti quì

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. max tuanton 4 mesi fa

    ESISTE sempre un Casus belli ,quello di Pamela potrebbe esserlo ma ancora AVETE due soldini due e allora aspetterete il prossimo governo – ladro di turno peche’ vi gratti via LA pensioncina ,non c’e’ bisogno di grandi cervelli per fregarvi LA pensione e gli stipendi bastan 2 paroline ” c’e’ crisi”e come dei becchi vi ritroverete senza SOLDI con I Negri in casa ,ridiventate Fascisti altre vie non ci stanno ,altrimenti andra sempre peggio musulmani Negri disgraziati da TUTTO il mondo approderanno felicemente NELLA Terra della Boldrini Santa Donna,questa donna esempio di umanita’ e di accoglienza felice di farsi riempire FINO allOmbelico dal primo Zulu ,sono soddisfazioni c’e’ da capirla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fred 4 mesi fa

      leggo i commenti a questa sconvolgente notizia, leggo queste pagine come altre di altri blog ed altri siti web, da molto tempo. Faccio fatica a trovare riscontro sulle cose che accadono nel mondo tra le mie opinioni e quelle di chi s’informa attraverso i canali cosiddetti ufficiali mainstream, eppure chi mi ha preceduto nei commenti qui sopra spero lo stia facendo da un’altro universo, sicuro non dal mio. Scrivo da sinistra, credo anche da molto a sinistra, il mondo è quello che è per mille colpe, di tutti, quelle di questa dittatura ordoliberale sono ormai acclarate. Pamela è una vittima di questa dittatura, le attenzioni verso di lei, le cure, si sono dimostrate inefficaci. Il nigeriano, il suo carnefice e i sui complici se ce ne sono, sono anch’essi vittime delle conseguenze della stessa dittatura ordoliberale, coloniale e imperialista che li ha rapiti, illusi e poi ignorati e abbandonati a se stessi. E poi l’ennesima vittima è l’untore, il giustiziere, il fucilatore drogato di giustizia. Infine voi che lo esaltate, che tra tutte, ai miei occhi, siete anche vittime, ma di voi stessi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Italiano medio da tutti preso x il ,ulo 4 mesi fa

        Scusami ma leggendo il tuo intervento mi è salita la tua abbia, nonostante tutto questo , continui con questo perdente pensiero? Ma ci sei o ci fai? Tutti sbagliano, ma continuare sapendo di aver sbagliato , è da caso clInico. Scusami per la piccola incazzatira ma non è più ammissibile il tuo mea culpa . Bisogna evolvere la mentalità da crocerossina del mondo, e capire che noi italiani siamo diventati deboli, non possiamo permetterci più altruismo .

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. lister 4 mesi fa

        Insomma, come è prassi da sempre, in casa comunista, “è colpa della società”?!
        “Ma mi faccia il piacere!”, direbbe Totò.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. atlas 4 mesi fa

        fred io e lei (le do del lei perché nelle informazioni di Polizia del Governo Fascista i sovversivi erano indicati per darsi la mano e, appunto, del lei) non potremo mai essere amici a meno di una sua chiusura temporanea e rinsaviente in un Centro di Rieducazione Sociale e Nazionale

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. gino 4 mesi fa

    la tempistica di questo attentato è troppo strana. a un mese dalle elezioni ha fatto un bel favore ai piddini. mi puzza…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro 4 mesi fa

      Sono d’accordo, troppo strana e molto scenografica, nessun morto poi.
      MKU?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Brancaleone 4 mesi fa

      Concordo, tempismo perfetto e stesso luogo della tragica uccisione della ragazza, atto riequilibrante, volto a tacitarne l’abbietta crudelta’? Qui tutto è possibile!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 4 mesi fa

        questo è veramente un bell’art.lo, però francamente è difficile crederci, anche se ora non ne sono più tanto sicuro

        http://www.imolaoggi.it/2018/02/04/macerata-chi-ha-sparato-davvero-ai-migranti/

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. XD 4 mesi fa

          Interessante davvero!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. paolo 4 mesi fa

          L’ho letto anch’io.
          Non si capisce piu una mazza di nulla.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. giannetto 4 mesi fa

    Più le situazioni sociali s’approssimano al punto di rottura, e più le reazioni diventano indifferenti ai “distinguo” proposti dell’articolista . Chiaro che sparare su un pincopallino qualsiasi perché si considerano tutti i colorati invasori , come lui, dei potenziali assassini, è irrazionale, fino a prova contraria. Ma qui c’è di mezzo una violenza, tendenzialmente sociale, in cui il comprendonio c’entra come i cavoli a merenda. Purtroppo i “distinguo” dello “ius commune”metteranno solo nei guai il reo, togliendoli anche le attenuanti circostanziali, di recente e meno recente impatto.
    Purtroppo non bastano il comprendonio e lo ius commune per comprendere episodi di questo tipo. Altrimenti non si capisce nulla degli inevitabili “effetti collaterali” delle rivolte sociali. Figuriamoci ad es. se i rivoluzionari della Bastiglia avessero dovuto riflettere che il suo guardiano (dei tre gatti che eran dentro), il povero Dalaunay, da loro oscenamente strippato, era una insignificante e innocente persona!
    Nel nostro caso, però, mi pare di capire si sia trattato di un gesto isolato, non di una rivolta sociale. E questo è proprio il guaio, perché ben diverse si sarebbero presentate le cose se si fosse trattato di una rivolta cittadina. Insomma una pecora pazza che si è dissociata dal gregge dei “moutons de Panurge”. Il quale gregge sarà ri-rincoglionito immediatamente con dosi massicce di valium catto-piddino, ad alta concentrazione di anodino “comprendonio”..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Eugenio Orso 4 mesi fa

    Ho inviato una mail a ComeDonChisciotte con il link all’articolo di Luciano Lago, che a mio parere merita la Home sul quel sito, per continuare anche altrove la discussione sul significato dei fatti di Macerata.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Brancaleone 4 mesi fa

    Capo d’imputaziome:Strage aggravata… quale strage? Revocata la fiaccolata per la ragazza fatta a pezzi ( turbava la sensibilità dei pusher), adesso la fiaccolata la faranno per loro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      ‘tentata’ strage’ : cmq sia sarà purtroppo questo ragazzo ad essere fatto a pezzi. Ma è lì, nel carcere, che si vede la ‘sostanza’ di una persona e la forza d’animo derivante dall’ideologia che lo pervade. Che non si arrenda MAI

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Man 4 mesi fa

    E’ la più classica degli “opposti” estremismi di mamma Dce e pure del compromesso Pci. Prima la frase ali corrente la tragedia dell’arma impropria. Allora conviene ricordare la scena di un film “Uomini contro” dove il tenente “socialista” Gian Maria Volontà faceva dire al suo personaggio:” I cannoni ad alzo zero non contro dei morti di fame – Austriaci – bensì giranti per sparare contro il Quartiere militare italiano…” O se vi pare i capponi di Renzo (Renzi?) Travagliano dei promessi Sposi, bestie che si azzuffavano per poi finire ambedue nel piatto del caso…
    Basta avere occhi e mente fredda ché questa è una partita a scacchi per menti fini, e Lor signori del vapore pensano che il resto sono i “capponi” di Renzo. Calma e gesso, certo se poi dovessero servire le armi…extrema ratio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Werner 4 mesi fa

    Considerato qual è stato il movente – il brutale omicidio di Pamela ad opera di uno spacciatore nigeriano – penso che sull’episodio avvenuto ieri a Macerata il buonsenso suggerirebbe di non sostenere e né condannare l’iniziativa del Traini. Non sostenere, perché bisogna sempre agire in maniera legale, altrimenti saremmo nella giungla; non condannare, perché rappresenta una reazione, seppur spropositata, ad una situazione che col passare degli anni diventa sempre più insostenibile e che genera solo rabbia tra i cittadini. Dei due episodi di cronaca, tra loro correlati, esiste un solo responsabile morale: lo Stato italiano, con il suo lassismo e permissivismo, con le sue politiche immigratorie criminali destinate a creare destabilizzazione sociale.

    A distanza di un mese dalle elezioni politiche, non oso immaginare come le sinistre strumentalizzeranno l’episodio di ieri per influenzare l’opinione pubblica e di indurla a non votare i partiti dello schieramento opposto, accusati di fomentare “razzismo e intolleranza”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      mai votato in vita mia. Non riconosco un sistema democratico al quale sono nemico e alternativo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. claudio 4 mesi fa

      Caro werner, noi dovremmo agire in via legale mentre loro( sia lo stato che i clandestini ) possono fare il cazzo che vogliono?? È come dire: se tutti pagassimo le tasse.. poi però le tasse le dobbiamo pagare noi perchè quelli ” grossi ” non le pagano.. non so se sai ma tra facebook apple ed amazon lo scorso anno hanno evaso 627 miliardi di euro e questo grazie al sistema ” legale ” che glielo consente.. io non so quanto paghi tu di tasse dirette, ma tu fatti 2 calcoli e poi dimmi quanti contribuenti come te servono per ripianare questa mancata entrata.. capisci si?? Cerco di calmarmi ma una sentenza recente e dimenticata della corte costituzionale definisce gli sbarchi come illegali e gli sbarcati come clandestini… di che cazzo di legge stiamo parlando?? Qui non esiste più la legge, esiste solo il far west.. prova ne siano gli indiani d’america che non avevano nessuna tutela legale e gli accordi stipulati con i vari presidenti o generali erano buoni solo come carta da culo perchè fenivano puntualmente stracciati… l’altro giorno un ragazzo qui chiedeva a noi un nuovo modo di pensare… e daje un pò… su facebook avevo 2 profili, uno con il mio nome e l’altro era cavallo pazzo geronimo.. cavallo pazzo fu l’ultimo ad arrendersi agli yankees, infatti io non ho intenzione di arrendermi….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Werner 4 mesi fa

        Non era questo il senso del commento da me scritto. Nessuno può e deve fare tutto quello che vuole, nè lo Stato né i cittadini, né nessun altro, tutti abbiamo dei doveri a cui attenerci. Però come hai giustamente scritto, purtroppo il cittadino onesto e lavoratore, che paga le tasse, non viene adeguatamente ricompensato, anzi viene derubato, e questo avviene perché purtroppo il potere politico che amministra lo Stato è in mano a persone moralmente indegne, per non dire delinquenti. Quindi se la legge esiste solo per i comuni cittadini e non per i “pezzi grossi” e gli immigrati, è dovuto a questo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. HERZOG 4 mesi fa

    Trovo che prendersela Con il nigeriano o il ragazzo di Macerata sia cosa inutile cosi come anche con I politici ,LA colpa E’ degli italiani TUTTI DI DESTRA SINISTRA MENEFREGHISTI E’ DA ANNI CHE CONTINUANO A INVADERVI E VOI ZITTI A PARLARE DI CORRENTI D’ARIA PUTIN TRUMP BERGOGLIO SIRIA ECC.E NON GUARDAVATE IN CASA VOSTRA ,e’finito il tempo di essere docili e devoti lo stato non esiste piu non vi DIFENDE PIU’ arresta chi difende LA propria Terra e lascia liberi I DELINQUENTI stranieri di spacciare e fare quel che vogliono,quello che ha fatto il ragazzo si chiama VENDETTA SOCIALE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      fai la tua. Corri al CESSO e liberati. Di tutto quello che hai dentro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. animaligebbia 4 mesi fa

      Stamane il servizio pubblico rai non faceva altro che presentare i clandestini (basta chiamarli migranti o rifugiati) come ragazzi vogliosi di integrarsi e bla ba bla.Il tg de la 7 ha avuto il buonsenso di intervistare un giovane maceratese nero che dichiarava che la responsabilita’ e’ dello stato e delle sue plitiche di accoglienza indiscriminata e i giornalisti zitti, l’avesse detto un bianco sarebbe successo il finimondo.Ho la netta sensazione che la sinistra con questa vicenda perdera’ ancora piu’ voti perche’ l’uomo della strada sa bene chi e’ responsabile di queste situazioni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 4 mesi fa

        guardare la tv sull’argomento provoca danni cerebrali permanenti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. PieroValleregia 4 mesi fa

    salve
    facciamoci, tutti, una sola domanda: a chi giova tutto questo ?
    altro quesito: come mai questo gesto è stato fatto proprio a meno di un mese dalla elezioni con i fautori del multitutto in fortissimo calo di consensi ?
    se siete in grado di ragionare ( e qui molti lo sono e pure egregiamente) avete già trovato le risposte.
    Io posso solo dire a chi NON giova: a chi lavora, a chi paga i balzelli, a chi non vuole UE, NATO, ONU, a chi è sovranista, a chi è per la legge davvero uguale per tutti.
    eccetera eccetera …
    un saluto
    Piero e famiglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      l’elemento provocatore è la base nell’agire dei moderni servizi d’informazione e sicurezza, sicurezza non pubblica, (per quella ci sono ps, cc…) ma della continuità politica. Esso prende forma dall’analisi, che comprende l’attività informativa, dei valori dati alle ‘costanti’ e alle ‘variabili’ al fine di destabilizzare o stabilizzare e viceversa a seconda dell’interesse POLITICO che, soprattutto nel nostro caso di subordinazione alla nato non è quindi necessariamente nazionale. Quindi il sospetto c’è sempre ed è lecito. Queste cose le so perché ce li ho sempre addosso…però non credo in questo caso vi possa essere premeditazione e Luca Traini un loro collaboratore occasionale. E neanche il negro. Troppa emotività negli eventi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. claudio 4 mesi fa

      Piero, ” la legge è uguale per tutti ” non si può proprio sentire.. è una cosa ridicola, dai… ma ti auguro di non doverti mai accorgere che non è così.. vabbè, ti racconto questa ma molto brevemente.. 20 luglio 2004 la madre di mio figlio lo prende e da genova torna a roma, lei è di roma.. 8 giorni a cercare di farla ragionare, il bimbo è piccolo, 1 anno e 5 mesi… niente.. vado a roma e con una azione meglio di james bond prendo mio figlio e andiamo in aeroporto.. qui arriva la polizia.. 2 ore l’aereo fermo in pista, 4 poliziotti ed il pm al telefono.. dopodiche.. si accomodi, può partire. Il giudice, una donna, mi ha dato ragione.. ma se non avessi rapito mio figlio col cazzo che lo avrei rivisto.. capisci si?? Al tempo c’era gente che si incatenava al colosseo perchè non riusciva a vedere i figli.. gente che si suicidava… io invece affido condiviso e non gli do una lira a lei, spendo lo stesso tutto quel che ho per lui… la legge.. povero illuso… i giudici si inventano le leggi, altroche uguale per tutti…bah!?!?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 4 mesi fa

        MA QUESTE SONO VICISSITUDINI FAMIGLIARI…è per queste che sei diventato ‘fascista’ ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 4 mesi fa

          fai bene cmq a non darle un €, io ne ho avute 2 di mogli e faccio lo stesso. Paritàxparità che vadano a pulire scale

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. claudio 4 mesi fa

          Questo è in caso giuridico in cui se io avessi aspettato la legge di questo stato fasullo non avrei più rivisto mio figlio, sarei stato costretto a pagare pure un mantenimento alla mia ex.. non è difficile da capire, almeno per una persona cerebralmente normodotata… avevo già qualche dubbio sulle tue condizioni mentali, ti prego di non voler peggiorare le cose… p.s. io sono fascista da sempre, ci sono nato con la camicia nera

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. atlas 4 mesi fa

            s i i i … ?! A me pari un’imprenditore della fascia piccolo/medio borghesuccia adirato per le troppe tasse da dare in luogo di una mancanza di libertà…padronale. Uno alla Berlusconi insomma. Nel suo piccolo…Ti do un consiglio: lascia perdere il Fascismo, non è per te. E poi è stato GRANDE, ma oggi nel 2017 c’è Vladimir Putin. Abbandonati lui con tutto te stesso, vedrai che ne guadagnerai in serenità e gioia dello spirito

            Mi piace Non mi piace
          2. atlas 4 mesi fa

            2018, chiedo scusa a Claudio e, giacchè ci sono, pure a papa Francesco

            Mi piace Non mi piace
      2. Mardunolbo 4 mesi fa

        Claudio, hai fatto benissimo , ma ti e’ andata bene perche’ la pm di turno intendeva agire in controtendenza !
        Esiste una montagna di bibliografia al riguardo dei padri allontanati. Lo psicologo Rise’ ha scritto un bellissimo libro “Il Padre, assente inacettabile ” per dimostrare la follia delle leggi matriarcali di stampo anglosassone (ovviamente).
        nello stato italiano, jungla di leggi, chi agisce di forza ottiene sempre !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. claudio 4 mesi fa

          In realtà caro mardunolbo l’azione la sviluppai il 31 luglio, il giorno dopo iniziava il periodo delle ferie dei giudici e dei tribunali la cui riapertura è a metà settembre per cui lei se ha voluto rivedere il bambino ha dovuto prendere e venire su a genova, firmare un accordo stragiudiziale che la giudice ha dovuto accettare molto obtorto collo.. 🙂 🙂 ma se non avessi fatto così io avrei perso mio figlio e non sono il tipo da accettare queste cose…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Citodacal 4 mesi fa

      @PieroValleregia

      Il suo esposto conforta e sostiene (sia detto inter nos: lo auspicavo fiduciosamente). Cercar di mantenere i nervi saldi e la mente lucida, per non offrire speciosi ed ulteriori appigli all’avversario, non è prerogativa del solo militare di professione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Brancaleone 4 mesi fa

        Cito, sa che la stimo ma le cose devono avere il loro inevitabile decorso che va al di là del bene e del male. Il rapporto causa effetto governa tutto; chi produce la causa spesso sa quello che fa e lo gestisce ma non può illudersi di sapere con certezza quale sarà l’effetto ( soprattutto se gioca con i destini dei popoli). Concordo con lei che non bisogna creare appigli ma l’alternativa qual’e’? Andare a votare? Oppure il silenzio. La saluto cordialmente

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Citodacal 4 mesi fa

          @Brancaleone

          Proprio perché il decorso è spesso inevitabile occorre saper agire tempestivamente e al momento adeguato, secondo una visione ampia e poco personalistica; tranne rari casi in cui viene richiesta una rapida incisività, il grosso dell’azione consiste nella costante preparazione del terreno adatto (la tradizione taoista recita che nulla si possa fare innanzi al volere del Chien, il Cielo – e sostanzialmente la medesima cosa venne affermata, parecchio tempo dopo, da Hugo a proposito della giornata di Waterloo – : l’autentico “successo” consiste dunque nell’intuire le trame sottili del Cielo così come fece, si racconta non soltanto nel “Romanzo dei Tre Regni”, il saggio Chu-ko Liang che operava al servizio di Lui Pei, parente della famiglia imperiale; Chu-ko Liang sembra fosse un tipo strano: dottissimo non solo nell’arte della guerra, viveva quasi isolato studiando anche ogni dettaglio che non fosse strettamente inerente all’aspetto militare o sociale, tra cui ad esempio la predisposizione del clima oltre a quella degli spiriti umani, sovrumani ed elementali: i cosiddetti fattori sottili. Analogo comportamento potrebbe riscontrarsi, parecchi secoli più tardi, nello sciita ismailita Ḥasan-i Ṣabbāḥ, il cosiddetto Vecchio della Montagna, che si dice abbia controllato ampi spazi di territorio senza mai abbandonare la sua fortezza).
          Non bisogna nemmeno dimenticare che la legge di causalità vale comunque anche per chi reagisce: pertanto l’azione pura – non tanto nel senso morale, quanto in quello fattivamente operativo – cerca di “agire” senza lasciarsi trasportare da una causa provocante, essendo dunque la reazione una risposta allo stimolo eterodiretto, pertanto già inquinata (infatti se l’avversario intuisce il mio modo di reagire, mi ha già in pugno, onde per cui debbo coltivare l’azione e non la reazione. Si è tanto criticato il temporeggiare di Putin; ma io credo che, se egli è davvero una persona d’elevato intelletto come pare, la sua condotta sia stata modellata sull’azione possibile e non sulla reazione voluta o provocata: e l’azione possibile non viene decisa dall’individuo in se stesso, bensì da lui intuita e scorta con l’osservazione).
          Oltremodo, ammesso che l’accadimento di questione odierna non sia stato provocato ad arte, l’azione-reazione di un singolo rimane un episodio facilmente isolabile e manovrabile ad altri fini: sarebbe analogo al soldato che, da solo, esca dalla trincea e carichi il nemico. Quale senso effettivo potrebbe mai avere?
          Contraccambio volentieri la cordialità.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Eugenio Orso 4 mesi fa

    Questo ragazzo ha commesso errori fatali, si è lasciato trasportare interamente dalla rabbia, è esploso come una mina …
    Non mi pare che ci siano morti, ma la sostanza dell’episodio non cambierebbe, anche con venti morti ammazzati.
    Azioni individuali, mosse puramente dalla rabbia, possono solo creare il “mostro”, associarlo a ciò che fa comodo – presunto razzismo, opposizione popolare e populista alla società multietnica di mercato, persino al sovranismo – e dare fiato alla ormai insopportabile propaganda dei fetidi servi, sub-politici e mediatici, dell’élite finanziaria, tanto più martellante e ossessiva, quanto più si è vicini alle lezioni.
    Non mi stupirei se accadesse qualcosa di simile a una o due settimane dal voto politico, mettendo altra benzina nel motore della propaganda liberista/liberaloide/libertaloide e radicaloide. Già in questo caso la merda sinistroide Minniti agli interni e il cumulo di escrementi Gentiloni ne hanno approfittato a man bassa …
    Resto dell’idea che la vendetta è un piatto che si gusta freddo, tanto più sarà spietata e senza misericordia! Perciò, non preoccupandomi delle questioni di legalità come sembra fare Luciano Lago nell’articolo (una legalità che non c’è più), mi auguro che anche i più “caldi”, vicini all’esasperazione, prossimi ad esplodere, abbiano ancora un po’ di autocontrollo e attendano momenti più favorevoli, per una controviolenza genuinamente populista organizzata, con speranza di successo.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      l’unica che la può organizzare è la Russia, almeno per il rapporto relazionale che abbiamo noi nelle Sicilie. Ma nessuno si mette con popoli che passano ore al telefonino o in tivvù a guardare il GF. Popoli che ritengono ormai ‘normale’ un ‘matrimonio’ fra 2 uomini sono popoli come quelli di Sodoma e Gomorra. Oltre a piacergli verranno presto distrutti. Prima di questo i migliori se ne andranno, come fece l’Inviato di Dio Lot

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Redazione 4 mesi fa

      La “legalita” di questa Repubblica è l’ultima cosa che può interessare essendo stata già abbondantemente calpestata dagli stessi che dovrebbero assicurarla. Piuttosto nel mio articolo ponevo in risalto il fatto che lo Stato, come istituzione che dovrebbe difendere i cittadini attraverso le forze di polizia e la magistratura, di fatto ha abdicato alle sue funzioni primarie (difesa della sicurezza e dei confini) in quanto permette a masse di migranti (o invasori) di scorazzare liberamente e delinquere ai danni di inermi cittadini. Questo come conseguenza lascia spazio a chi vorrà difendersi da solo e tale sarà l’inevitabile effetto del caos, del degrado e dell’insicurezza che l’arrivo di masse di migranti incontrollate sta portando in Italia. Azioni suicide isolate, come quella del ragazzo di Macerata, sono quindi una delle prime avvisaglie di quello che potrà accadere quando altri prenderanno iniziative simili e tanto più se non saranno casi isolati ma azioni di gruppi. Le guerre civili nascono in questo modo e gli effetti possono essere poi incontrollabili.
      Saluti
      Luciano Lago

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 4 mesi fa

        lo Stato non è un’Istituzione, piuttosto ha delle Istituzioni. E’ un’entità che, a volerla ricondurre ognuno secondo la sua visione politica, a grandi tratti può essere ritenuta morale per i Socialisti e potere fine a se stesso per i democratici. Ma sono dei governi le responsabilità del buon o meno funzionamento delle Istituzioni che lo articolano

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Glu 4 mesi fa

    Sarei curioso di vederlo in video quando fa il gesto fascista, scrivo questo perché secondo me chi ha sparato è un agente dei servizi. È tutta una farsa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paolo 4 mesi fa

      Anche se fosse?
      La sostanza non cambia, nel caso, a tempo debito gliela faremo pagare anche a loro.
      All’uopo saranno rinforzati le tettoie dei distributori di benzina.
      Quando sarà il tempo debito?
      Quando scoppierà il caos generato dalla lll gm, e per i ratti da fogna che hanno distrutto il nostro paese, le assicuro che non ci sarà scampo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. HERZOG 4 mesi fa

    Atlas fa commenti come se gli scappasse LA cacarella non riesce piu a fermarsi veramente impressionante,non so da dove possa essere saltato Fuori questo ceceno musulmano da qualche kibbutz o cantina kosher una cosa e’certa se continua cosi i circoncisi gli DOVRANNO aumentare lo stipendio ,PEGGIO DI UNA ZECCA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      IO sono circonciso e depilato, quindi apprezzato. Ma non dai ledimen con cui giaci giornalmente. Seguo questo sito da anni, ma prima non avevo tempo (tra una donna e un’altra) per guardare i commenti e condividevo direttamente gli art.li solo su fb. Poi ho letto i tuoi e mi sono detto: devo scrivere qualcosa contro lo strascrivere di un essere abominevole quale sei

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. paolo 4 mesi fa

    può sembrare banale, ma cosa si deve pensare del fatto che tutti i centri commerciali e supermercati utilizzino negri per la sorveglianza?
    Intimidazione aggiuntiva e razzista verso gli autoctoni bianchi.
    Queste agenzie di “sicurezza” e di reclutatori di negri dovrebbero essere colpite e stroncate subito senza se e senza ma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      perfetto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. max tuanton 4 mesi fa

    Secondo voi xche’ vi e’la proliferazione in internet di siti contro gli immigrati tipo tutti i crimini degli immigrati oppure no al razzismo contro gli italiani ecc.E rimanendo nell’orticello di Controinformazione chi e’ questo Musulmano sunnita italiano che commenta con una chutzpah niente male ? Ricordo l’Ebreo Ferrara tempo fa in un video in cui gridava contro santoro e contro gli italiani xche’ colpevoli di non prendersela con I musulmani .Voi commentatori per capire per vedere per Intuire AVETE bisogno del Neon eppure e’ tanto chiaro …
    ,tra I 2 litiganti Cristiani e musulmani il terzo gode l’ebraismo che con le BANCHE e l’informazione manovra tutto e TUTTI.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      tu invece godi con i trans che ti manovrano bene perché sei un provocatore del

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. claudio 4 mesi fa

    Atlas, ma tu cosa cazzo ne sai di me?? Cosa continui a blaterare su questo bolg?? Ha ragione herzog a dire che commenti a cagarella, in tutti i sensi, sia come qualità e tipologia di materiale sia in quantità e frequenza delle scariche.. forse che non riesci a trattenerla?? Come mai?? A forza di scopare ” donne ” genovesi ti si è allargato il buco del culo?? E falla finita, hai rotto.. p.s. e regola il calendario che il 2017 è finito, siamo a febbraio 2018…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      state bene insieme tu e lui, i testicoli sono in coppia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. giannetto 4 mesi fa

    “…non oso immaginare come le sinistre strumentalizzeranno …” (cit. da Werner) – Osiamo pure immaginarcelo! Gli italici “moutons de Panurge” o “ciechi di Brueghel” (se vi è più familiare questa metafora) saranno sensibilissimi agli eccitanti/tranquillanti somministrati dalla gang catto-piddina per precipitarli nel burrone, o annegarli in mare… un mare salatissimo da cui NON li recupererà la gloriosa nostra Marina Militare. Inventeranno sui due piedi alla Tv un Migrant-telethon di solidarietà incondizionata per ogni ennesimo bougnoul che arrivi. Da trasmettere ogni sera fino alla data delle elezioni.
    – Solo distraendoli da tale terapia mediatica, per la quale il loro cervello è malleabilissima cera, scopri che in tutto il resto i nostri montoni son fatti di legno stagionatissimo (*). Sono come tanti pinocchi che hanno orecchie solo per il Gatto e la Volpe.
    Non escludo lodevoli e sempre più numerose eccezioni alla mia desolante “schermata”, e solo parlo secondo statistiche affidabili. Dunque, finché c’è “democrazia”, cioè vince la “maggioranza”, avremo sempre più:
    – vu cumprà
    – randagi urbani, assistiti dalla nostra carità di poveri “pantaloni” stressati
    – periferie infrequentabili, clonate su quelle svedesi
    – furti nelle case
    – stupri
    .. e se ho dimenticato qualcosa, aggiungetelo voi

    Viviamo nel Pedocattoland, non scordatevelo!.
    ——————————————-
    PS. Non volevo postare quanto sopra finché non ho letto il fuorviante commento di PIEMME su Comedonchisciotte.
    – Per di più mi stupisce davvero che anche questo sito presenti, con compunta aria piccolo-borghese, la necessità di coniugare la “protesta” con la “legalità”. Ma quale legalità può stare in piedi – non nelle intenzioni, ma NEI FATTI – di fronte a una situazione esplosiva che i nostri politicanti non fanno che INCREMENTARE, fottendosene di tutto e di tutti? Per loro il “ci vuole più immigrazione” non è che un corollario del “ci vuole più Europa” (detto naturalmente in bipensiero/neolingua orwelliana). – Chi, “legalmente”, li farà mai smettere di promuovere quest’invasione devastante? Ma non fatemi ridere, milites gloriosi! Ah! les italiens! les braves gens!
    – Mi sa che tutti sti siti “alternativi” si tingeranno sempre più di piddismo.
    —————————————-
    (*) Anche le nostre donne femministe – se dobbiam farci un’opinione da chi (non già nel fior degli anni) le rappresenta – sembra che abbian sempre più (ma soltanto versus noi dell’”omorazza”) la “fica di legno” (… però consoliamoci: il “cervello di sughero” versus tutti indistintamente).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 mesi fa

      ti stimo. L’argomento/articolo di questo evento mi fa andare molto sangue alla testa. Più del terribile omicidio della povera ragazza alla quale purtroppo siamo ormai abituati e sicuramente la mancanza di giusta risposta di questi governi fallimentari è l’arresto di un Camerata che personalmente ritengo un eroe contemporaneo. La sua repressione e il sapere che sta soffrendo in carcere senza via d’uscita perché ha tutti questi vigliacchi sinistri contro mi turba molto. E non posso fare altro che scrivere e scrivere, chiedo scusa a tutti gli utenti se sono molto prolisso…anche se leggo che anche altri credo siano nella mia condizione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mardunolbo 4 mesi fa

        Una riflessione. Sembra che gli annunci in tv su azioni singole o meno , di protesta o di violenza generino in modo esponenziale emulazioni.
        Quindi temere che l’azione reattiva del camerata che ha sparato alla rinfusa, nel mucchio, contro i negritos immigrati clandestini, non penso sia azione coordinata con le sinistre o con i servizi !
        Penso quindi ad azione isolata ma che ha fatto rumore e che generera’, grazie a Dio, altre emulazioni che si spera diventino una valanga.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mardunolbo 4 mesi fa

          correggo l’italiano. “-…temere che sia azione coordinata ….non lo penso proprio “

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. giannetto 4 mesi fa

        @atlas – Non conosco personalmente né l’attentatore né la sua storia, ma anche ammesso, e perfino, al limite, concesso, che si tratti di uno “squilibrato”, come ho letto da varie parti, questo cavarsela per le spicce non può assolutamente liquidare l’aspetto politico-sociale del suo gesto, che sopravvive al suo squilibrio e che avrà almeno l’attenuante di una insopportabile realtà oggettiva. Altrimenti quelli che lo etichettano come un gesto pazzoide, e non altro, che la piantino di pensar politica e di scrivere su siti di controinformazione! S’accontentino boldrinianamente di prescrivergli un TSO… e morta lì!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 4 mesi fa

          neanch’io lo conosco personalmente. Però mi è simpatico, dieci anni fa quando ero iscritto in FN stavo spesso coi ragazzi ed ero molto attivo, militante, giovanile. Mi ci identifico ecco…cosa posso farci. E poi il carcere…solo chi lo ha sofferto lo può capire veramente. Quello speciale lascia segni…non solo psicologici…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. animaligebbia 4 mesi fa

    Intanto il nigeriano viene accusato di vilipendio e occultamento di cadavere, non di omicidio.Come andra’ a finire?.Si accettano scommesse

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paolo 4 mesi fa

      Rimaniamo imperturbabili.
      Per questa gente è imminente il giorno dei “limoni neri”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace