"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Preavviso al Presidente Vladimir Putin

Riportiamo di seguito  tradotta una parte di una  lettera indirizzata personalmente al presidente Vladimir Putin…..

“…..- Il blogger e dissidente Alexei Navalni ha avvisato ufficialmente le autorità
che intende organizzare una manifestazione contro la corruzione il 12 giugno a Mosca.
Ovvero in concomitanza con la festa nazionale per la Russia.

Rapportiamo queste ultime notizie con la decisione adottata il 29 maggio a Bruxelles dal Consiglio dell’Unione europea
di estendere per un altro anno fino al 1 giugno 2018
le sanzioni contro Bashar al Assad e il regime siriano.
La decisione, è scritto in una nota, “è in linea con la Strategia Ue sulla Siria,
secondo la quale la Ue manterrà le misure restrittive contro il regime siriano ed i suoi sostenitori
finché continuerà la repressione dei civili”.

Secondo Emmerson, la legge saudita, controversa, contiene
una “definizione inaccettabilmente ampia” del crimine
e non rispetta le norme internazionali sui diritti,
richiede quindi un meccanismo di revisione indipendente
per esaminare i casi di persone detenute per esercitare tali diritti
al fine di “Cambiare la sanzione o perdonare tutti questi detenuti con effetto immediato ”
(cfr. anche Il Patto internazionale sui diritti civili e politici (ICCPR) del 16 dicembre 1966)
. . .
Lasciatemi dire che una parte della Vostra risposta politica
potrebbe essere quella di rilanciare immediatamente le Vostre dichiarazioni
per la moratoria universale sulla pena di morte,
questa volta, però, strategicamente,
chiedendo esplicitamente alla Cina e all’Iran (ma anche l’India)
di aderire
e invitando pubblicamente gli Stati Uniti d’America (la sua democrazia e il suo popolo)
a fare altrettanto.

Presidente PUTIN

Perché VOI, in qualità di Presidente della Federazione Russa,
non riprendete pubblicamente in considerazione, di fronte al mondo intero,
la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’ Uomo
per cercare di includere in essa
l’obbligo di abolire la pena di morte in tempo di pace?
(RicordateVI il tentativo dell’Unione Sovietica,
abolizionista tra il 1947 e il 1950,
di includere nella Dichiarazione Universale (10 dicembre 1948)
l’ obbligo di abolire in tempo di pace la pena di morte).

Voi potreste diventare,
agli occhi della pubblica opinione,
il Campione del diritto penale internazionale
e, di conseguenza,
il Difensore dei diritti umani
per una sostanziale democrazia internazionale.
VI ringrazio sentitamente”.

Vittoriano Mezzi

Post Scriptum

Un’efficace coalizione mondiale contro la pena di morte
potrebbe essere realizzata anche

mobilitando artisti di fama internazionale (cantanti segnatamente)
per un’iniziativa veramente virale su You Tube.

( Ricordiamo We Are the World il brano musicale del 1985,
scritto da Michael Jackson e Lionel Richie;
e inciso a scopo benefico dagli USA for Africa

-nel nome USA non è l’acronimo di United States of America ma di United Support Artists-

un supergruppo statunitense di celebrità della musica pop,
riunitesi secondo il modello della Band Aid di Do They Know It’s Christmas? )

*

code

  1. Vittoriano 7 mesi fa

    Nel testo della ‘lettera’
    (effettivamente inoltrata al Presidente Vladimir Putin)

    dopo la frase :

    La decisione, è scritto in una nota, “è in linea con la Strategia Ue sulla Siria,
    secondo la quale la Ue manterrà le misure restrittive contro il regime siriano ed i suoi sostenitori
    finché continuerà la repressione dei civili”.

    il seguito, mancante, è :
    . . .
    Nel frattempo, mentre scrivo a VOI,
    la Corte Suprema di Riad ha confermato le condanne a morte di 14 giovani attivisti di Qatif …
    La sentenza è stata emessa in forza di una ‘legge anti-terrorismo’ saudita del 2014
    che consente pene più severe per coloro che vengono riconosciuti colpevoli di terrorismo.

    Si tratta di una legge sulla quale sono state espresse perplessità dalle Nazioni Unite,
    tanto che nel maggio scorso il relatore speciale per i diritti dell’uomo e il terrorismo, Ben Emmerson,
    aveva invitato l’Arabia Saudita a smettere di utilizzarla contro le persone che esercitano pacificamente
    i loro diritti alla libertà di espressione, associazione e assemblea.

    Dopodiché, riprende il pezzo :
    Secondo Emmerson, la legge saudita, controversa, ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. THE ROMAN 7 mesi fa

    Quante melensaggini. Putin e’ all’angolo,la guerra e’ sempre piu’ vicina e c’e’ gente che ancora corre appresso alle lucciole del celebrity cult. In Russia hanno ormai compreso che dovranno combattere per la loro sopravvivenza ,ed e’ un vero dramma per Putin come lo e’ per chiunque abbia a cuore il destino dei popoli d’europa. La fazione ebraica sembra prevalere anche stavolta,come nel 1914,come nel 1938 e come in ogni cataclisma generato dal potere per il potere. Osservando il volto di Putin, si nota la preoccupazione di un uomo che ama la sua patria e soffre per cio’ che le aspetta; e’ il volto di un padre piu’ che di un presidente,e’ il volto di un uomo che ha legato il suo destino a quello del suo popolo. I grandi della storia si somigliano tutti,e il piccolo Zar emerge tra le grottesche figure della politica mondiale,in tutto il suo tragico splendore. Insultato,vilipeso,demonizzato,ma sempre fermo a difesa di una verita’ calpestata e della liberta’ del popolo che rappresenta. Se prevarra’ il male anche stavolta,il presidente dei russi e leader della Cristianita’,verra’ ricordato come un carnefice ed un persecutore. Verra’falsificata la storia recente come fu falsificata la storia passata,e i criminali verranno santificati e regneranno su cio’ che restera’. Ma se gli uomini comprenderanno ,se ascolteranno in silenzio la sofferenza che pervade questo mondo,se rifiuteranno le lusinghe del vizio e guarderanno negli occhi il male ,senza temerne la pressione se sapranno onorare i loro avi e difendere i propri figli,allora l’eterno nemico dei popoli perdera’. Perdera’ il controllo dei nostri pensieri e delle nostre azioni,smettera’ di regolamentare i nostri scambi e i nostri impegni e le nazioni torneranno ad onorare i loro figli migliori e proteggere i piu’ deboli. Che Dio aiuti la Russia ,che risvegli le menti e riscaldi i cuori degli italiani,affinche’ non siano pedine passive di un gioco diabolico,ne vittime sacrificali delle alchimie dei maligni detentori del potere .ma divengano finalmente un popolo libero e fiero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PieroValleregia 7 mesi fa

      salve
      probabile che alcuni di voi sorrideranno di quanto scriverò tra breve ma, poco mi importa.
      Tutti i giorni, mattina e sera nelle mie preghiere ne inserisco una, speciale, per la Russia e per tutte le nazioni che, come lei si oppongono al mondialismo dilagante e a tutta la deriva amorale che ne consegue.
      Se qualcuno di voi volesse fare altrettanto, è ben accetto …
      saluti
      Piero e famiglia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. mimmo 7 mesi fa

        presente…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Giorgio 7 mesi fa

        Piero, non ho capito perché dovrei sorridere?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Mardunolbo 7 mesi fa

        Anche io prego spesso che la Siria e l?iraq che stanno soffrendo per noi , possano essere salvati e la guerra devastante finisca .
        Non ci sono parole per definire la malvagità e l’ipocrisia condensate in Europa ed in Usa…
        Il danno gravissimo che subiamo è che non abbiamo neanche un papa che dica la sua con vigore contro queste devastazioni, ma sempre, quando capita raramente, un belato vago!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Unoqualunque 7 mesi fa

      Grande THE ROMAN, commento da incorniciare.
      Putin è una persona coraggiosa, lo dimostra il fatto che ha accettato l’incontro con macron, ma ho la senzazione che sia l’ultima volta. Ormai ha capito con chi ha a che fare, le foto parlano chiaro.
      A questo punto gli scenari sono due:
      1 Putin non reagisce per paura di fare la fine del diavolo di turno, come fù per Hitler. Col risultato di entrare nella storia con le stesse modalità, perchè la ww3, penso io, si avvererà comunque.
      2 Reagisce per primo, per aver capito che non può trattare con la malafede fatta persona, la ww3 si concretizza, i morti non si contano (lo scenario 1 è devastante a confronto) ma, alla fine, si risolverà tutto nel migliore dei modi, ovvero con la fine del sionismo luciferino.
      Le evidenze ci confermano che non siamo veggenti, l’unica cosa che possiamo fare è pregare col cuore per Putin, e che il Signore ne tenga conto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Eugenio Orso 7 mesi fa

    Se Putin fosse veramente un “dittatore”, come starnazzano i disgustosi media occidentali (leccando il culo al padrone sionista e atlantista), gentaglia come Nalvini, traditore del proprio paese, spia e destabilizzatore, sarebbe già al posto che gli compete, cioè sotto terra con un buco in fronte …

    Cari saluti

    P.S.: con i “diritti umani” ci puliamo il culo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Daniele Simonazzi 7 mesi fa

    In un altro post c’era un certo walter che parlava senza sapere,ora non vorrei fare LA stessa figura io in questo post ma a me sembra che parlare di Putin come il nuovo “Messia” che difendera’ l’europa sia una vana illusione.Putin ex spia del KGB amicissimo di roman Abramovich e degli altri 7 oligarchi Russo-Ebrei che detengono piu Della meta’ delle ricchezze in Russia,e ciliegina sulla torta stimatissimo dal giulietto (massone)nazionale!! Sarebbe Putin il nuovo Salvatore Della civilta’ cristiana ?Preferisco Bergoglio e Ratzinger tutta LA vita ( uno dei 2 andra’ pur bene)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. THE ROMAN 7 mesi fa

      Non si tratta di innalzare Putin a vette spirituali che non gli competono,ma di inquadrare la sua situazione di leader contemporaneo che non si piega alla omologazione planetaria. E’ per questo che Putin si staglia nel grottesco panorama degli odierni “rappresentanti dei popoli”,perche’ lui il sup popolo lo rappresenta davvero,e ,nei limiti del possibile e con pragmatismo,cerca diu preservarlo da un assurdo conflitto che gli infligerebbe sofferenze inimmaginabili. E’ ovvio che Putin conosca chi e’ il nemico dei popoli,e sappia di cosa e’ capace ; opporsi apertamente agli ebrei in quanto tali e’ oggi ,dopo decenni di totale sottomissione culturale ed economica da parte di ogni organizzazione mondiale, praticamente impossibile. Ogni uomo e’ figlio del suo tempo . Il nostro tempo non puo’ produrre uomini che ripercoranno le orme dei grandi del passato,le menti degli uomini sono troppo condizionate per poter reggere l’impatto delle verita’ nascoste per decenni,e’ questa la realta’ che chiunque non voglia vivere da eremita ,o peggio finire incarcerato,si trova ad affrontare. pretendere da un leader contemporaneo di opporsi frontalmente al giudaismo e’ irrealistico. La nostra generazione e’ troppo immersa nell’inganno per potersi risvegliare bruscamente, la nostra lotta e’ impari. Al punto in cui siamo e’ in gioco la sopravvivenza dei nostri figli e la nostra liberta’. Putin e’ in questo momento storico ,colui che si oppone al dominio del globalismo e alla scristianizzazione ed alla destituzione dei popoli europei. Questo fa di lui un gigante della storia,mentre ratzinger e bergoglio tradendo la loro missione non sono altro che strumenti ,uno passivo,l’altro attivissimo dell’implementazione del regno di sion su questo pianeta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mardunolbo 7 mesi fa

        Sono d’accordo con Roman. Mi chiedo e prego solo che Putin , quando si troverà di fronte alla situazione irreversibile, non si spaventi e dia l’ordine terribile che farà rimpiangere tutti noi !
        Poichè nella sua situazione, nessuno di noi vorrebbe essere, ma nel momento cruciale della storia umana, se sarà necessario (e lo sarà di fronte ad un attacco Usa-Nato)dovrà lasciar perdere ogni remora e riluttanza e mandare l’ordine d’attacco nucleare.
        Quei pochi che si salveranno torneranno a lodare Dio e la Terra sarà purificata comunque, anche se la Russia non dovesse vincere. Del resto, chiunque vincerà, sarà una vittoria amara con enormi distese annientate e tutto da ricostruire quasi da zero.
        Dio non voglia che gli Usa riescano a respingere gli Iskander che pioveranno addosso, poichè l’annientamento della Russia sarebbe la peggior cosa che mai, nella Storia potrebbe capitare.
        Questo perchè ormai essa incarna le migliori intenzioni ed il miglior aspetto di integrazione tra governo e religione, da quando cessò l’impero Romano.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. paolo 7 mesi fa

      Ma come si fa, dico io, a fare un parallelo tra un papa e uno statista come Putin. Per quanto riguarda gli oligarchi, verro che esiste questo problema della “quinta colonna”, ma da li a dire che Putin sia loro amico ce ne passa. Non hai capito nulla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Renè 7 mesi fa

    Probabilmente il 12 giugno a Mosca, “succederà qualcosa” i manifestanti cercheranno di provocare la polizia e “qualcuno” magari sparerà sulla folla… com’è successo in Italia, o in Ucraina o… non hanno tanta fantasia questi demoni del caos.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Vittoriano 7 mesi fa

    Per Daniele Simonazzi

    ” Putin non è il Messia ” …

    vero .

    . . .

    Putin NON è il nostro amico!
    https://allarmebreata.wordpress.com/2017/04/13/putin-non-e-il-nostro-amico/

    parzialmente vero e condivisibile

    perchè, non dimentichiamo che

    Quello di Putin e Israele ( e gli ebrei e il giudaismo)

    è un rapporto un rapporto molto complesso
    sakeritalia.it/medio…/putin-e-israele-un-rapporto-complesso-e-ricco-di-stratificazioni/

    articolo nel quale il Saker, lo ribadisco
    sostiene che :
    … Gli “Integrazionisti Atlantici” hanno tuttora il pieno controllo del settore finanziario e bancario russo,
    di tutti i ministeri economici e posizioni chiave di governo, controllano la Banca centrale russa e sono, di gran lunga,
    la più grande minaccia singola al potere di Putin e a coloro che lo sostengono (i “Sovranisti Eurasiatici”)

    inoltre,
    la Presidenza Putin non va sovrapposta alla presidenza Eltsin …

    è più esatto dire che scrivere una storia del genocidio del popolo russo perpetrato sotto la presidenza Eltsin
    significa fare una lista di personaggi in maggioranza ebrei
    ( come ha scritto l’autorevole Claudio Mutti, direttore della Rivista di studi geopolitici Eurasia )
    V. :
    http://www.network54.com/Forum/52145/message/962204606

    Per la guerra ingaggiata da Putin contro gli oligarchi apolidi e mondialisti
    (dei quali non pochi ebrei) poi

    V. di Gennaro Sangiuliano, Putin. Vita di uno zar, Milano, Mondadori, 2015, p. da 138 a a 198 segnatamente ;

    e, anche,

    Vita di uno Zar: la conversione di Putin; il suo pensiero; ciò che la storia chiede da lui
    antimassoneria.altervista.org/vita-di-uno-zar-la-conversione-di-putin-il-suo-pensiero-c…

    di don Curzio Nitoglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Daniele Simonazzi 7 mesi fa

    Sottostimate il nemico: questo nuovo rivendicatore di torti subiti( Putin) e’ il perfetto uomo di paglia che all’ora giudea fara’ quello che gli diranno le banche ebree.Senza I soldi delle banche ebree non si solleva neanche un missile,neanche un aereo,e allora dove va a finire il potere? Sempre in mano di quel popolo LI’.LA buonanima del duce lo aveva capito e infatti nel 1919 diceva” chi possiede le chiavi delle cassaforti delle nazioni comanda I loro governi ” e aggiungeva che questi erano gli EB… Da londra a mosca LA razza non tradisce LA razza.Il diavolo ha mille maschere bisogna saperlo fiutare da lontano e voi mi sa che avete poco fiuto ,dovete saperlo riconoscere al volo nei film nei quotidiani nei blog nei libri di scuola fatti ad Arte per fuorviare le giovani menti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Silvia 7 mesi fa

    Io invece la pena di morte la reintrodurrei, anche in Italia, ma solo per il reato di Alto tradimento (con grande vantaggio anche per l’Inps, perche’ pochi nostri politici arriverebbero alla pensione)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PieroValleregia 7 mesi fa

      … anche retroattiva (vedasi 8 settembre 43 e oltre) ? e poi, una volta attivata, in quanti restiamo ? 🙂
      saluti
      Piero e famiglia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. lister 7 mesi fa

        Pochi, ma buoni.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. PieroValleregia 7 mesi fa

          … perfetto …
          saluti
          Piero e famiglia

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. annibale55 7 mesi fa

      Alto tradimento sarebbe da estendere anche per coloro che hanno firmato Maastricht nonchè per coloro che hanno concesso le basi per il bombardamento di Serbia e Liibia…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Daniele Simonazzi 7 mesi fa

    Un Esempio : Hugo Chavez gran personaggio quando mori ricevette il cordoglio dalla massoneria a cui era legato,un massone quando si vende alle logge risponde a ordini occulti ,mai e poi mai potra’ fare quello che vuole ,fara’ solo quello che gli verra’ ordinato di fare dalle logge le quali ricevono LA ” corrente”(cioe’i soldi )dalle banche ebree.Trump che gioca al country club coi miliardari credete che ascolti il suo popolo?Putin amico dei miliardari oligarchi ebrei credete che ascolti I siberiani o I moscoviti o I siriani,Sara’ solo l’esecutore di laide manovre di chi gli da LA grana e cioe’I potentati dell’ alto giudaismo. Ohhh !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 7 mesi fa

      Sottoscrivo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mardunolbo 7 mesi fa

      Daniele, che Putin sia al soldo della finanza internaz. lo si vedrà nel momento culminante. Se schiaccerà il bottone d’attacco, non lo sarà, se invece si tirerà indietro costringendo il suo popolo e tutti quelli che speravano nella sua religiosità a sottomettersi al sionismo, allora sarà palese la sua vendita…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Manente 7 mesi fa

    Condivido pubblicamente le parole di The Roman, Pietro Valleregia, Mardunolbo, Unoqualunque, Eugenio Orso e Silvia. Aggiungo solo la mia personale speranza che Dio indichi al presidente Putin la via per annientare i vertici della cabala criminale che spinge il mondo verso il baratro, senza dover essere costretto a ricorrere all’estremo rimedio di un attacco nucleare preventivo. Le sedi delle banche, i palazzi, i rifugi atomici e le vite dei Rothschild, Rockfeller, Soros, Buffet, Nuland, Kagan e di poche altre decine di malfattori, sono ben poca cosa di fronte ad un olocausto nucleare !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. woland 7 mesi fa

    Simonazzi fa del complottismo ridicolo sulla figura i Putin (ma ha studiato con Introvigne per dire scemenze simili?)
    Si scandalizza perché è un ex KGB? vero. Ma perché non si scandalizzava che Bush fosse un ex CIA? O che Rebeka
    Kasner (alias angela merkl) fosse un ex STASI?
    E poi la barzelletta, Putin agente giudeo, lui che è andato al congresso ebraico a dire che l’85% dei capi bolscevichi erano ebrei,
    lui che ha avuto Solgenitsin come maestro!!!
    Anzi è odiato proprio perché non proviene dagli eletti in nessun senso (né giudeo, né aristocratico né illuminato) e perché la
    nonna l’ha battezzato di nascosto a 10 anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace