Possibile attacco delle Forze Armate ucraine su Gorlovka tra il 24 – 25 dicembre


Fonte https://www.youtube.com/watch?time_continue=97&v=ySYT98M09zA

Brifing del 17 dicembre 18 di Eduard Basurin, rappresentante del Comando della Milizia della Repubblica Popolare di Donetsk.

“Le informazioni che abbiamo reso pubbliche sul “blitzkrieg” di Kiev previsto per il 14 dicembre in direzione Mariupol hanno colto di sorpresa il nemico.
Secondo le nostre informazioni, il comando ucraino è stato costretto a posticipare l’offensiva in un secondo momento.
Alle forze delle operazioni psicologiche delle Forze Armate Ucraine è stato assegnato il compito di creare, a qualsiasi costo, uno sfondo informativo favorevole e di non permettere nuovamente il fallimento dell’operazione.
A tal fine, il regime di Kiev ha avviato una campagna di propaganda per convincere il pubblico ucraino e occidentale che la milizia della DNR stia preparando una provocazione armata.

I media propagandistici ucraini hanno persino indicato la data esatta d’inizio della “nostra” offensiva: il 24 – 25 dicembre, il che non ci meraviglia affatto. I piani di Poroshenko sono assolutamente chiari. A lui serve un pretesto per prolungare la legge marziale che altrimenti, in Ucraina, si concluderà il 26 dicembre. E lo sta attivamente cercando. Non si può escludere che dal 24 al 25 dicembre le stesse Forze Armate Ucraine tentino un attacco.
Secondo dati della ricognizione, il 13 dicembre il Quartier Generale delle Forze Armate Ucraine ha organizzato, con urgenza, una riunione straordinaria con esperti militari dei paesi della NATO e curatori degli Stati Uniti sulla situazione attuale e sulle ulteriori azioni delle forze ucraine nella zona di occupazione. Il nemico non ha abbandonato i suoi piani sanguinosi d’attaccare in direzione di Mariupol, ma ha solo posticipato la data.
Ciò è confermato dal fatto che dal 12 dicembre nella zona di responsabilità del Gruppo Tattico Operativo “Vostok” si assiste a un rafforzamento di tutti i tipi di intelligence. L’attività di gruppi di ricognizione e d’interdizione è stata intensificata. L’utilizzo dei dispositivi di volo senza pilota d’attacco e di ricognizione è diventato più frequente. Solo il 14 dicembre, le nostre forze di difesa aerea hanno abbattuto 4 apparati del genere.


Allo stesso tempo, la nostra ricognizione segnala la concentrazione di forze e mezzi del nemico in direzione di Gorlovka e nell’area dell’arco di Svetlodar, dove si trovano: la 72° Brigata meccanizzata, la 58° Brigata di fanteria motorizzata, la 1° Brigata di carri e la 81° Brigata aerea. Oltre ad aver là un raggruppamento d’artiglieria, per il trasferimento supplementare sul posto: di due divisioni di lanciarazzi multipli ad alta potenza “Uragan”, del 15° Reggimento d’artiglieria e della 27° Brigata d’artiglieria, una divisione di lanciarazzi multipli da trecento mm “Smerch” della 40° Brigata d’artiglieria. A breve, per rafforzare il raggruppamento, è atteso l’arrivo delle Brigate meccanizzate 30° e 93°.
In tal modo, i nostri difensori in direzione Gorlovka dovranno fronteggiare un raggruppamento nemico composto: da sei brigate, con un totale di 20.000 uomini, più di 120 carri armati, oltre 250 tra cannoni e mortai e 110 sistemi di lanciarazzi multipli.


Non escludiamo che alla vigilia dell’offensiva, con il sostegno dell’Occidente, Kiev metterà in atto un’altra provocazione con la sua ampia copertura sui media nazionali ed europei.
Esortiamo la Comunità internazionale a prevenire l’aggressione e a costringere i leader ucraini ad abbandonare in anticipo i loro piani disperati.
Mi rivolgo a tutti i soldati ucraini: ancora una volta vi vogliono lanciare al macello, come a Izvarino, Debaltsevo e Ilovaisk. Non fatevi ingannare!
Se minacciano di rappresaglie voi o la vostra famiglia, se avete paura a lasciare tutto per tornare a casa, allora passate dalla nostra parte. Garantiamo di fornirvi sicurezza e di preservarvi la vita!”

Traduzione Eliseo Bertolasi

6 Commenti

  • Pafra
    20 Dicembre 2018

    Che tristezza che siete, la vostra è proprio controinformazione. Traducete delle dichiarazione della propaganda russa e la spacciate come informazione.

    • Nicola
      20 Dicembre 2018

      Alla redazione il compito di risponderle con educazione e cognizione di causa sulla verità dei fatti, a me il diritto di scaricare lo
      sciacquone su di lei!

  • michele
    20 Dicembre 2018

    PAFRA lo sa benissimo,solo che è pagato x fare il suo lavoro………………………………………………………..un giorno si pentirà di questo nonostante tutte le scusanti plausibili concatenate al reddito e lavoro………………

    • atlas
      21 Dicembre 2018

      tra ‘pafra’ (il gobbo la sua gobba non se la vede) e te è proprio una gran tristezza…………………………………….

  • Mardunolbo
    22 Dicembre 2018

    Mi auguro abbandoni di massa delle truppe ucraine e massacro sistematico dei consiglieri militari Usa-Nato al servizio permanente effettivo del potere più lurido ! In modo da provocare altra decisione di Trump-etta di ritiro, dopo Siria ed Afghanistan, pure dalla Ucraina.

Inserisci un Commento

*

code