Politologo ucraino: In realtà non c’è alcuna controffensiva, ma c’è un’enorme minaccia di perdere Kupyansk

Attualmente le truppe ucraine non stanno avanzando, ma si stanno ritirando lungo gran parte della linea del fronte. Lo ha affermato nel suo blog l’ex consigliere dell’ex presidente dell’Ucraina Leonid Kuchma, l’economista e politologo Oleg Soskin.
Secondo l’analista, le forze armate ucraine non sono riuscite a resistere all’avanzata delle truppe russe. Gli sforzi controffensivi dell’esercito ucraino hanno dimostrato che questi non hanno capacità di penetrare le difese russe nella regione di Zaporozhye.

Non esiste una vera controffensiva. Guarda l’intera linea del fronte, al contrario, c’è un’enorme minaccia di perdere Kupyansk

  • ha detto il politologo ucraino.

L’analista ritiene che la prospettiva di perdere non solo Kupyansk, ma anche Avdeevka, Maryinka e persino Kharkov sia ormai abbastanza realistica davanti a Kiev. Per le forze armate ucraine il fronte si trova in una situazione di stallo, poiché non possono fare altro.

Soskin ha ricordato ancora una volta le colossali perdite dell’esercito ucraino e ha affermato che nella situazione attuale la soluzione migliore sarebbe avviare negoziati con la Russia per un cessate il fuoco.

Un’idea simile, tra l’altro, è espressa da molti esperti occidentali. Ma è possibile che in questo modo stiano cercando di preparare l’opinione pubblica occidentale e ucraina a un tentativo di “congelare” il conflitto, almeno fino a quando le forze armate ucraine non riacquisteranno le loro forze, avendo ricevuto ulteriori armi occidentali ..
Nota: Tuttavia leader occidentali (come ad esempio la Meloni), sostengono che “continueranno ad aiutare l’Ucraina fino a che sarà necessario” (ovvero fono a quando lo chiederà Zelensky e Biden). Il triste destino del massacro di una nazione e di un popolo con la complicità di personaggi al servizio delle èlite neocon interessate a combattere la Russia fino all’ultimo ucraino.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

9 commenti su “Politologo ucraino: In realtà non c’è alcuna controffensiva, ma c’è un’enorme minaccia di perdere Kupyansk

  1. Se se né accorge il generello Capitini concedera un’intervista al vetriolo. Nelle sue ultime roccambolesche dichiarazioni pur avvertendo che il tragicomico presidente ucraino non riuscendo ad andare da nessuna parte, forte dell’appoggio ad oltranza della cucurbitacea mellona e di the bidon(e), concederá convenientemente aí russi una tregua. Il generello dichiara altresi che in caso di cessate il fuoco, tutti guadagneranno e nessuno sara sconfitto. Dichiara âncora con sicumera che Putin e senza ombra di dubbio il mandante della morte di Prigozin. E in un minestrone di deduzioni mette tutto nella stessa brodaglia: riferimenti a fatti ed avvenimenti della Roma imperiale con Cesare che attraversa il Rubicone con le sue legioni (una legione era composta di 10.000 uomini) accostandolo a Prigozin che con un manjpolo di un migliaio di uomini tentava di raggiungere Mosca. Non solo, si dice convinto che Putin sta sbavando per arrivare ad un cessate il fuoco perche lê risorse che l’occidente puo mettere in campo non hanno limite é lá Russia verra soprafatta dall’esercito del pagliaccio. Ad avercene molti di generelli di questo spessore!!!!!!

  2. perché continuare nel soffuso silenzio dei media la spietata carneficina? USANATO non possono permettersi l’evidenza dell’errore, probabilmente USA prende tempo per spostare il focus sul Pacifico quando di Ucraina non interesserà più a nessuno, intanto gli armaioli continuano a fare miliardi e il vero perdente sarà l’Europa a fronteggiare un focolare di guerra che dovrebbe impegnare la Russia a ovest. Alternativamente: in caso di armistizio, sarebbe l’Europa in condizioni di ridefinire un barlume di politica indipendente e favorevole ai propri interessi?

  3. Beh gli attenti e assidui lettori di Lago sanno benissimo come gira la questione e che le dispute e le sparate giornaliere sono frutto piu’ di grida sguiate che di reali fatti sul campo , del resto a leggere la stampa estera si ha un reseconto partigiano ma più dettagliato della questione ; non sappiamo chi sia il generale del commento di sopra , si sa dai media usa che gli ukraini sono messi molto male e che la Russia conduce una guerra coi piedi di piombo per non estendere il conflitto nonostante venga attaccata sul suo territorio con droni di fabbircazione uk/ nato storm shadow…il generale – forse di un esercito delle poltrone – sa per caso di Brics ?

  4. Trattasi del generello Capitini che si faintervistare nel blog “lá miniera” di Ivan Greco. Il generello resulta essere in serviço ativo nell’esercito i-ragliano.

  5. ma quali blog o generali scrittori e televisivi , RT. COM ha i suoi bloggher militari , i suoi corrispondenti che si beccano ogni giorno le bombe a grappolo !!!!! Non le seghe di gente in poltrona che pontificano sulle solite menate russofobe ! Ma voi i video di Lambrenedetto sulla Russia li avete visti? Un sacco di gente ha gettato nell’immondizia la televisione , si è disiscritta dai social proprio perchè pesantemente pieni di falsari , propagandisti e prezzolati a cottimo ! Sveglia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM