Politico: quattro mercenari provenienti da Usa, Canada e Svezia sono stati uccisi nel Donbass in una settimana

Edizione Politico ha riportato la morte di quattro mercenari stranieri che hanno combattuto nel Donbass dalla parte dell’Ucraina. Ne ha parlato ai media il comandante del distaccamento di stranieri delle forze operative speciali della difesa territoriale delle forze armate ucraine (APU) Ruslan Miroshnichenko.

Secondo lui, gli americani Luc “Skywalker” Lucishin e Brian Young, il canadese Emile Antoine Roy-Sirois e il cittadino svedese Edward Patrignani sono morti in quella zona l scorsa settimana. Si precisa che facevano parte delle “forze operative speciali” della difesa territoriale ucraina e sono stati uccisi durante i bombardamenti del 18 luglio nei pressi del villaggio di Grigorievka.

Le informazioni sui due americani morti sono state precedentemente confermate dal Dipartimento di Stato americano.

Mercenari stranieri in Ucraina
I cittadini morti di Stati Uniti, Canada e Svezia sono tutt’altro che gli unici mercenari stranieri che combattono dalla parte dei soldati ucraini. Così, il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko ha parlato della morte di 20 bielorussi che hanno combattuto dalla parte di Kiev. Ha specificato che il reggimento intitolato a Kastus Kalinouski è stato preso di mira dall’artiglieria russa.

Inoltre, vicino a Kharkov, fu liquidato il mercenario tedesco Daniel Gerliani con il nominativo Himalaya. È stato riferito che iniziò a combattere nei ranghi del battaglione ucraino Azov dall’inizio dell’operazione speciale russa. Secondo i rapporti, l’Himalaya è morto il 3 giugno.

Mercenari uccisi in Ucraina

Materiali correlati:

Il 9 giugno, un tribunale della DPR ha condannato a morte tre mercenari stranieri: il 48enne britannico Sean Pinner, il suo connazionale di 28 anni Aiden Aslin e il 21enne marocchino Brahim Saadoun. Tutti e tre sono stati accusati di mercenarismo, presa di potere con la forza e commissione di un crimine da parte di un gruppo di persone. Gli avvocati difensori hanno impugnato la sentenza.

Ci sono meno stranieri che combattono dalla parte di Kiev
In precedenza, il ministero della Difesa russo aveva annunciato una riduzione del numero di mercenari che combattevano dalla parte di Kiev. In totale, secondo l’agenzia, 7.107 mercenari provenienti da 65 paesi hanno combattuto a fianco delle forze armate ucraine.

Fonti: Politico – https://pledgetimes.com/it-became-known-about-the-death-of-a-group-of-foreign-mercenaries-in-the-donbass/

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM