Politicanti: di destra e di sinistra


di Guido Dalla Casa

I politicanti hanno l’abitudine di (far finta di) litigare. Destra contro sinistra, come sono diverse! E il popolo deve prendere parte per una di esse. Il guaio è che spesso il popolo ci crede. Nel secolo scorso c’erano i “due grandi partiti”, “le due grandi ideologie” in contrapposizione.

Nel mondo: Stati Uniti e Unione Sovietica, entrambi pieni di bombe, missili e aerei, sufficienti per distruggere sette volte tutto il Pianeta. Che differenze fra loro, che lotta! Il capitale da una parte, i proletari dall’altra. Vediamo un po’ cosa volevano, la destra e la sinistra.

La destra: nata in Occidente, figlia della Rivoluzione industriale, illuminista, modernista, scientista, progressista, seguace del positivismo, fanatica dell’economia, con il mito del lavoro, convinta che il mondo naturale è tutta roba a nostra disposizione e che l’industria e la tecnologia porteranno tanti beni e oggetti da rendere felice tutta l’umanità, eliminando le altre culture umane, arretrate e primitive.

Vediamo invece le caratteristiche della sinistra, la sua nemica: nata in Occidente, figlia della Rivoluzione industriale, illuminista, modernista, scientista, progressista, seguace del positivismo, fanatica dell’economia, con il mito del lavoro, convinta che il mondo naturale è tutta roba a nostra disposizione e che l’industria e la tecnologia porteranno tanti beni e oggetti da rendere felice tutta l’umanità, eliminando le altre culture umane, arretrate e primitive.

Mi accorgo ora che potevo risparmiarmi la digitazione, bastava un copia-incolla. Potevo usare un nome solo: l’Industrialismo, che ha prodotto tanta infelicità, ha distrutto la Natura e sta rivelando il suo fallimento. Anche da parte di molti cosiddetti ecologisti radicali, si continua a ripetere che la causa di tutti i guai è il capitalismo, o il liberismo: è una visione troppo limitata e limitante. Non è sufficiente: ci vuole una visione molto più ampia. Tutta la civiltà industriale è un fenomeno sostanzialmente impossibile, perché incompatibile con il Sistema Biologico Terrestre, che è il sistema molto più grande di cui comunque fa parte.

Nel frattempo molti dei cosiddetti “potenti della Terra”, quelli dei “poteri forti”, vengono presi dal delirio di onnipotenza, che, se non sbaglio, è una patologia psichiatrica. …E qualcuno ha quasi 90 anni.

Per approfondimenti: Gloria Germani – Verità della Decrescita – Ed. Castelvecchi, 2021, pag. 270

Fonte: Arianna editrice

11 Commenti
  • antonio
    Inserito alle 00:38h, 25 Giugno Rispondi

    io faccio differenza tra politici filo NATO e politici filo Russia

  • Teoclimeno
    Inserito alle 05:34h, 25 Giugno Rispondi

    La civiltà industriale è nata col petrolio, e tramonterà con la fine del petrolio. Il ritorno alla terra è inevitabile, ma la transizione non sarà indolore. L’Italia senza petrolio può alimentare al massimo 25 milioni di persone, e siamo più di 60 milioni. Il Mondo senza petrolio può alimentare al massimo 1,5-2 miliardi di persone, e siamo più di 7 miliardi. Tutte le politiche che i poteri forti stanno perseguendo da cinquant’anni a questa parte: ingegneria sociale, Piano Kalergi, distruzione dell’economia, della sanità, e dell’istruzione, hanno un solo fine: sfoltire la popolazione mondiale. Se vogliamo sopravvivere dobbiamo guardare all’Eurasia. Fuori dalla NATO, dall’Unione Europea, e dall’Euro.

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 09:37h, 25 Giugno Rispondi

      l’ho scritto ieri e lo riscrivo oggi, sta storia della popolazione mondiale da sfoltire colpendo “l’occidente” è una balla colossale
      in 20 anni cina e india hanno aggiunto mezzo miliardo di persone, le 5 grandi europee appena 20 considerando chissà quanti sono gli immigrati
      l’europa sta scomparendo da sè, non occorrono virus, piani kalergi e distruzioni varie, la nigeria in 20 anni ha raddoppiato la popolazione nonostante gli immensi flussi migratori verso l’Europa
      e non occorre perdere mezz’ora a cercare su internet, basta andare su wikipedia, popolazione mondiale anno 2000, popolazione mondiale anno 2020
      quindi se le elite volessero davvero distruggere l’occidente, a cosa servirebbe? la popolazione diminuirebbe ?
      usa e europa fanno appena 800 milioni di persone, poco più della metà di cina o india, andate a vedere quante persone vivono nel quadrilatero cina, india, indonesia, giappone…

    • giannattasio
      Inserito alle 10:27h, 25 Giugno Rispondi

      bravo Teoclimeno.
      Parole dette con cognizione.

  • Giorgio
    Inserito alle 09:50h, 25 Giugno Rispondi

    Non ci sono dubbi ……. il produttivismo e l’industrialismo (con o senza capital globalismo) sono uno dei mali che ci affliggono ……
    vanno ripensati gli stili di vita perchè siano più in linea con il pianeta che abitiamo ……
    bisogna liberarsi dalla ideologia produttivista e industrialista soprattutto nella sua versione peggiore ….. quella liberal globalista ……
    solo se l’economia o almeno i settori chiave di essa sono in mano pubblica si potrebbe invertire la rotta ……
    fino a quando saranno i grafici de mercati azionari a stabilire cosa conviene produrre, come e quanto …… non ci sono possibilità ……

  • rossi
    Inserito alle 09:54h, 25 Giugno Rispondi

    Lo scopo principale dell’operazione perversa covid è tagliare le gambe alla politica del sciampagne e caviale per tutti in occidente e soprattutto in europa! Il loro piano è costringere i popoli europei a lavorare dodici ore al giorno per un salario da fame e senza diritti, per tentare di ridiventare competitivi con l’Asia che sta crescendo a ritmi impressionanti. Nelle loro teste bacate non prendono in considerazione che il capitalismo finanziario è fallito, non ammaineranno mai la loro bandiera pirata, poi ci sono fini secondari: controllo, depopolamento, transumanesimo. Le categorie di destra e sinistra non sono più attuali, la contrapposizione oggi è tra gli unipolaristi ( quindi adepti della finanza talassocratica usurpatrice) e multipolaristi ( che credono ancora in Dio, nella patria, nell’umanesimo )

    • Giannattasio
      Inserito alle 12:14h, 25 Giugno Rispondi

      Umanesimo si,patria si,dio no :p
      Preferisco fare l amore piuttosto che essere lapidato.

  • Viv
    Inserito alle 11:54h, 25 Giugno Rispondi

    Per la prima volta non andrò a votare (ho superato da poco i 70) la narrazione Covid mi ha mostrato il vero volto della ns. società (anche se ho sempre avuto un forte senso critico nei confronti del sistema). Politici, media, e categorie affini in questo momento hanno il compito di orientare le masse, non ne fanno più parte (come fingevano prima) ma si pongono al di sopra fedeli servitori di una élite segreta. Per contro il popolo d’ora in poi sarà identificabile non più tra posizioni ideologico/politiche (non serve più anche se c’è ancora chi fa finta di crederci), ma tra vaccinati e non, (dove i secondi sono la minoranza esattamente come prima, con svantaggi o vantaggi che ne conseguono a seconda del proprio temperamento). E bravi quelli che hanno studiato questa strategia di guerra UW dove le morti non sono immediatamente visibili ma nascoste nel tempo.

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 17:10h, 25 Giugno Rispondi

      capisco che gli schieramenti sono identici, che non c’è differenza tra centro sx e centro dx, che berlusconi è quello che è, che la meloni è un’altra gatekeeper dopo i 5s, ma…
      non andare a votare significare dare un voto al pd, ed io mi chiedo : dopo 10 anni che governano senza aver mai vinto, vogliamo toglierceli dai coglioni una volta per tutte ?
      un partito anti italiano, un partito dove ci sono più legion d’onore francesi che tessere del partito stesso, un partito che salvaguardia gli statali, il partito della magistratura, i due cancri del Paese, insomma se si vuole fare pulizia come spesso si legge qui sarebbe anche ora di iniziare a farla

      • claris
        Inserito alle 18:26h, 25 Giugno Rispondi

        con la violenza non si risolve nulla,anzi.

      • Giorgio
        Inserito alle 08:25h, 26 Giugno Rispondi

        Tutto vero Arditi …… ma non generalizziamo …… c’è chi lavora in una cancelleria di un tribunale o in una anagrafe comunale e non costituisce un danno per i propri simili
        ……. si guadagna solo la pagnotta ……. poi certo ci sono i parassiti, ma secondo me si concentrano maggiormente tra chi svolge mansioni più “elevate” ……
        e per questo è più a contatto con la pessima e corrotta classe politica di comuni, province e regioni ……

Inserisci un Commento