Persino la Merkel l’ha capito

di Andrei Martyanov.

Voglio dire che Frau Merkel comincia a sospettare che non si tratti della Russia o della “democrazia”, ​​ma che si tratti di divorare l’Europa occidentale e sacrificare la Germania sull’altare della disperazione degli Stati Uniti per preservare l’illusione della loro egemonia, solo ancora un po ‘, come prima vittima sacrificale. Il resto dell’Europa seguirà. Oggi l’ha capito , in un certo senso …

“So che ci sono controversie su Nord Stream 2 e conosco l’opinione di molti Stati membri”, ha affermato. “Ma ci tengo a sottolineare che il gas fornito dal Nord Stream 2, che non scorre ancora, non è peggiore del gas del Nord Stream 1, quello che attraversa l’Ucraina e quello che attraversa la Turchia dalla Russia”.

Frau Merkel ha dimenticato solo una cosa, Nord Stream 1 (aka NS) è stato completato nel 2011-12, quando, sebbene gli Stati Uniti fossero già ferocemente contrari a questo gasdotto, era una pessima idea ammettere agli europei che erano considerati solo come un pasto pronto da mangiare dagli Stati Uniti, che ancora li chiamavano “partner” e “alleati”. A quel tempo, sotto la guida di Obama, tutto avrebbe dovuto funzionare senza intoppi ed efficientemente negli Stati Uniti, sai ” la migliore forza combattente della storia “, lo zio di Obama ha rilasciato Auschwitz e cose del genere. La situazione era ancora buona, o almeno era percepita come tale, ed era possibile giocare la partita dei “rapporti tra alleati” e dei “valori comuni” con gli europei che pensavano che gli Stati Uniti fossero in Europa per loro “. “.

Bene, è il 2021 e sappiamo tutti il ​​punteggio, più o meno. Gli Stati Uniti non possono competere con la Russia o la Cina e sono malati terminali dell’autoproclamata egemonia degli Stati Uniti del declino; per fermarlo, gli Stati Uniti hanno bisogno che gli europei diventino merci. Non sorprende che gli europei che hanno ancora un po ‘di cervello dopo un lungo lavaggio del cervello e ricatti, non vogliano diventare un pasto per gli Stati Uniti. Chi lo vorrebbe? Ebbene, Polonia, Stati baltici e Ucraina, ma sono solo sciacalli che volteggiano intorno al tavolo con il piatto principale, o, come l’Ucraina, hanno usato i preservativi per gettarli nella spazzatura. Il piatto forte è la Germania, perché una volta mangiato, seguirà il resto d’Europa. Ora, signora Merkel,

Ho l’impressione che con Nord Stream 2 potremmo condurre un conflitto molto più ampio, che tocca la questione di sapere fino a che punto vogliamo commerciare con la Russia, in particolare nel settore energetico”.

Parli, Einstein. La Russia può vivere senza la Germania, infatti il ​​programma russo di sostituzione delle importazioni di grande successo è stato lanciato proprio per raggiungere questo obiettivo: vivere senza dipendere dall’Europa. È la Germania che è un paese occupato e che non può ammettere di essere lentamente manipolato dagli Stati Uniti per causare il collasso della sua industria e per spianare la strada agli idrocarburi e ai prodotti industriali americani (cioè russi, acquistati dai Stati Uniti e rivenduta in Germania a un prezzo molto più alto).
Un colpo, due conigli, secondo il pensiero americano, “aprono” il mercato tedesco rendendo i prodotti tedeschi molto meno competitivi sul mercato americano. In ogni caso, questo è il piano e per attuarlo, La Germania deve essere privata dell’energia russa a prezzi accessibili. Nord Stream 2, quindi, delenda est.

Militanti del Donbass

C’è un problema qui, tuttavia, per gli Stati Uniti e il loro pocket dog britannico, il pensiero e la pianificazione geopolitica degli Stati Uniti, come l’affare Skripal, l’esplosione del 2014 di un magazzino di munizioni nella Repubblica Ceca, presumibilmente da parte dei russi, con la commedia diplomatica che ne è seguita. , o tentativi di innescare diversi conflitti simultanei intorno alla Russia, anche attraverso tentativi di rovesciamento del governo della Bielorussia – tutti questi tentativi sono falliti in modo spettacolare – sono solo alcuni indicatori dell’estremo distacco dell’establishment americano dalla realtà e della sua incapacità di affrontare i fatti.
Gli Stati Uniti getteranno chiunque sotto l’autobus se necessario, come è successo con la sempre molto russofobica Repubblica Ceca, e questi sono tutti tentativi disperati degli Stati Uniti per cercare di impedire l’integrazione. Le economie dell’Europa occidentale nel colossale mercato eurasiatico formato da Cina e Russia. Come ho scritto due settimane fa:

“Realisticamente, quindi, non resta che spingere l’Ucraina in una campagna suicida, la Russia viene designata come aggressore anche prima che vengano sparati i primi colpi. Quello che gli Stati Uniti non riescono a riconoscere è il fatto che slegano le mani della Russia, che ha già un dominio di escalation schiacciante non solo sull’Ucraina, ma anche su qualsiasi cosa possa essere tentata in termini di “sostegno” al regime irrazionale di Kiev. La Russia ha molte opzioni, gli Stati Uniti ne hanno solo una: ci deve essere una guerra nel Donbass, che secondo Washington spingerà gli europei alla sottomissione, il che dovrebbe consentire agli Stati Uniti di salvare il loro status egemonico. Non sarà così, anche se l’Europa sarà costretta a sottomettersi ”.

Quindi la Russia si accontenta di fare i suoi affari perché conosce il gioco, conosce il punteggio e calcola da tempo i movimenti degli Stati Uniti, che francamente non sono così difficili da prevedere. Scott Ritter è molto meglio informato di me sulle correnti sottomarine all’interno della Beltway e potrebbe avere ragione quando dice questo:

Forze USA

“Queste sono politiche spinte e promosse dai” sussurri di Putin “. Per il momento, la loro volontà continua a prevalere. Ma i loro giorni sono contati, poiché i pragmatici della realpolitik alla Casa Bianca, al Pentagono e alla comunità dell’intelligence riconoscono che i giorni in cui l’egemonia globale degli Stati Uniti era data per scontata sono finiti e, per rimanere rilevanti, gli Stati Uniti devono adattarsi al realtà di un mondo multipolare e al ruolo legittimo della Russia in esso. Non accadrà dall’oggi al domani, ma sta accadendo. Promuovendo e sostenendo l’ultimo giro di sanzioni di Biden, i “sussurri di Putin” hanno raggiunto il loro apice. Da ora in poi,

Ma qualcosa mi dice che ora è troppo poco, troppo tardi, e che ripulire ciò che equivale a King Augeas Stables nella politica estera americana richiederà un uomo di abilità e coraggio erculei , specialmente dopo che la terra desolata sarà lasciata indietro. In politica interna ed estera da Neoconservatori americani (e israeliani prima) come Kagans, le cui capacità intellettuali sono inversamente proporzionali alle sue gigantesche ambizioni, e il cui danno alle relazioni russo-americane e agli stessi Stati Uniti è profondo e difficile da riparare, se possibile. Quando anche la docile e vigliacca Frau Merkel inizia a rendersi conto che il fondo è in vista, suona un campanello.

fonte: https://smoothiex12.blogspot.com

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus