"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Pericolo in aumento: possibile conflitto tra USA e Cina

Oltre alla possibilità di un conflitto nucleare tra gli USA e la Russia, un altro pericolo sta crescendo per gli USA: una guerra con la Cina, come avverte un ex agente della CIA.
Uno specialista dell’antiterrorismo ed ufficiale dell’intelligence militare della CIA, ha rilasciato una intervista il Venerdì alla Press Tv circa le minacce esistenti che devono affrontare gli Stati Uniti.

Philip Giraldi ha denunciato che gli USA non comprendono i cambiamenti economici e geopolitici che stanno avvenendo nel mondo , in particolare nei paesi in via di sviluppo che sono sul percorso per trasformarsi in paesi industrializzati.
Secondo questo ex agente della CIA, tutti questi cambiamenti sono fondamentali perchè hanno effetti anche sugli Stati Uniti, ma le autorità statunitensi non possono mantenersi al margine di questi cambiamenti.

Inoltre ha riconosciuto che le esistenti minacce contro gli USA , sono le armi nucleari, il cambiamento climatico ed una guerra con la Russia, tuttavia ha insistito nel dire che “esiste anche una possibiltà di guerra con la Cina se non facciamo le cose correttamente con la Cina”.
Giraldi ha continuato mettendo in guardia che ” si sta sviluppando una situazione potenzialmente molto spiacevole” con la Corea del Nord; Washington e Pyongyang si trovano in piena guerra verbale e non smettono di provocarsi reciprocamente mentre esiste una possibilità seria del potenziale  scoppio di un conflitto nucleare tra i due paesi.

Grande parata militare in Cina

Il regime di sanzioni è destinato a punire Pyongyang per le sue prove missilistiche e nucleari, con cui si è messo contro Pechino, ma allo stesso tempo la Cina considera responsabile gli USA per le sue provocazioni contro questa nazione asiatica già nucleare, in particolare con le manovre militari congiunte che gli USA realizzano con gli alleati regionali, vale a dire la Corea del Sud ed il Giappone.

La lista dei punti di divergenza tra la Cina e gli USA corrisponde ad una lunga sequela: tra gli altri vi è il dominio dell’economia mondiale da parte del gigante asiatico, la disputa di una serie di isole tra la Cina e alcuni suoi vicini nel mare sud della Cina, – con cui interferiscono gli USA – , la crisi di Taiwan e i suoi sogni indipendentisti che sono occultamente appoggiati dalla Casa Bianca.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Alejandro Sanchez

*

code

  1. Frncesco 3 settimane fa

    Non mi ero mai accorto che la Casa bianca appoggiasse occultamente Taiwan.
    Ignorantemente pensavo che l’appoggio fosse palese e manifesto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 3 settimane fa

      Gli Usa non hanno ambasciatore a Taiwan. Ma hanno console ed “attività commerciale” con consulente americano per il ministro dell’agricoltura. Per questo motivo a Taiwan importano al carne americana agli estrogeni + una carne con percentuale di grasso da orrore, ma tutto va bene…
      Mentre i nostri salumi, pregiati magri, non si possono importare.E questo è dovuto all’influenza americana.
      Inoltre ora è stata votata una presidenta filo-americana (che ha ricevuto dal padre una ricca industria che riciclava i prodotti americani, tra cui veicoli militari) e questo ha aggravato ancor più i rapporti con la Cina, dato che Taiwan è usata dagli Usa solo per mantenere una spina nel fianco alla Cina.
      Ma non sembra che sia una situazione che possa durare a lungo, dato che varie analisi ed i taiwanesi stessi si aspettano in un prossimo futuro,un’invasione armata della Cina, con l’ovvio disinteresse degli Usa che si volgeranno dall’altra parte per non vedere e non intervenire.
      Ovviamente dopo un accordo di qualche genere, ad es. economico, redditizio per entrambi.
      E’ difficile da comprendere, ma Taiwan è FUORI dall’Onu da quando la Cina ne prese il posto, per volere di Nixon (diplomazia del “ping-pong”), quindi qualsiasi nazione può invaderla senza che l’Onu possa dire “beh”…
      Visitare Taiwan finchè è libera e si fa in tempo: vale la pena !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Idea3online 3 settimane fa

    1) Philip Giraldi ha denunciato che gli USA non comprendono i cambiamenti economici e geopolitici che stanno avvenendo nel mondo
    1b) Gli USA non accettano i cambiamenti economici e geopolitici che stanno avvenendo nel mondo

    2) Giraldi ha continuato mettendo in guardia che…..Washington e Pyongyang si trovano in piena guerra verbale e non smettono di provocarsi reciprocamente mentre esiste una possibilità seria del potenziale scoppio di un conflitto nucleare tra i due paesi.
    2b) Washington e Pyongyang si trovano in piena retorica verbale…..mentre esiste una possibilità seria del potenziale scoppio di un attacco nucleare degli USA dopo una False Flag

    3) La lista dei punti di divergenza tra la Cina e gli USA corrisponde ad una lunga sequela: tra gli altri vi è il dominio dell’economia mondiale da parte del gigante asiatico
    3b) La lista dei punti di divergenza tra la Cina e gli USA corrisponde ad una lunga sequela: tra gli altri vi è il dominio dell’economia mondiale da parte del gigante AMERICANO

    Questo articolo vede tutto da una diversa prospettiva, vede le stesse cose al contrario….al servizio dell’Impero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 3 settimane fa

      Vero ! L’articolo mostra la propettiva dell’impero Usa, ma non per questo è un articolo da sottovalutare o da escludere !

      Rispondi Mi piace Non mi piace