Perché l’Europa non chiede la fine di questa guerra?


di Boaventura de Sousa Santos

I media del Nord Atlantico sono coinvolti in una guerra dell’informazione senza precedenti. Questa è caratterizzata da un’erosione incessante della distinzione tra fatti e manipolazione di emozioni e percezioni, tra congetture e verità inattaccabili.
Ho assistito in prima persona a questo tipo di guerra dell’informazione negli Stati Uniti durante gli ultimi anni della guerra in Vietnam e in vista della guerra in Iraq, entrambe guerre guidate da bufale politiche che hanno portato a numerosi crimini di guerra.

La manipolazione delle notizie sulla guerra della Russia contro l’Ucraina ha lo scopo di impedire all’opinione pubblica di cercare una pace duratura sia per l’Ucraina che per la regione. Lo scopo di questa guerra dell’informazione è di prolungare la guerra per servire gli interessi di coloro che desiderano promuoverla. Come si fa a sapere cosa costituisce quelli che sono i fatti e cosa costituisce la menzogna, e come si può imparare a spiegare gli eventi senza essere accusati di giustificazione?
Cause che portano alla guerra
Per demonizzare i tuoi nemici, devi prima disumanizzarli. Devono essere definiti come coloro che hanno agito in modo criminale e senza provocazioni. Personalmente ho condannato incondizionatamente l’invasione illegale dell’Ucraina, ma sono comunque interessato a come siamo arrivati ​​a questo punto.
Il libro di Stephen Cohen del 2019 “Guerra con la Russia”? fornisce un’analisi approfondita delle relazioni tra Stati Uniti e Russia dalla fine dell’Unione Sovietica e delle dinamiche di queste relazioni rispetto all’Ucraina dal 2013. Cohen considera il conflitto in Ucraina come una “guerra per procura”, ma che ha coinvolto “troppi addestratori, assistenti e forse combattenti americani e russi”. Ci ricorda la guerra in Georgia (2008) e in Siria (2011/2020). “Il rischio di un conflitto diretto” tra Stati Uniti e Russia “continua a crescere in Ucraina”, ha scritto Cohen nel suo libro nel 2019.
Democrazie e autocrazie

Il governo degli Stati Uniti (nella sua propaganda N.d.R.) vede il mondo diviso in democrazie e autocrazie. I governi ritenuti ostili da Washington sono definiti autocrazie. Per il Summit per la Democrazia, svoltosi nel dicembre 2021, gli Stati Uniti, ad esempio, non hanno invitato la Bolivia, anche se il Paese aveva recentemente superato il processo elettorale; nel frattempo, gli Stati Uniti hanno invitato il Pakistan, le Filippine e l’Ucraina, anche se il governo degli Stati Uniti ha affermato di nutrire dubbi su questi stati (nel caso dell’Ucraina, solo pochi mesi prima, i Pandora Papers hanno rivelato la profondità della corruzione tra l’élite ucraina, che includevaPresidente Volodymyr Zelenskyy). Poiché l’Ucraina rappresenta la lotta della “democrazia” contro l'”autocrazia russa”, Zelenskyy è stato invitato al vertice. Il concetto di “democrazia” è privato di gran parte del suo contenuto politico e viene utilizzato come arma allo scopo di promuovere cambiamenti di governo vantaggiosi per gli interessi globali degli Stati Uniti.

Minacce reali e fabbricate per giustificare la guerra

Mentre le affermazioni esagerate del presidente russo Vladimir Putin sulla minaccia del nazismo in Ucraina che sta usando per cercare di giustificare la sua invasione illegale dell’Ucraina non sono verosimili, vale la pena esaminare gli elementi paramilitari di estrema destra e il loro reclutamento di combattenti stranieri che hanno pervaso l’Ucraina . Non è impensabile che l’armamento e il finanziamento da parte dell’Europa e degli Stati Uniti di forze ucraine orientate alla democrazia, anche se questo aiuto non è diretto ufficialmente a note milizie estremiste di estrema destra in Ucraina, potrebbe ancora provocare scontri sanguinosi. C’è il rischio che gli estremisti di estrema destra possano prendere piede, anche a quelli che non siano confinati solo in Ucraina.
In un’intervista del 1998 con L’Obs, precedentemente noto come “Le Nouvel Observateur”, Zbigniew Brzeziński, consigliere per la sicurezza nazionale dell’ex presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter, ha affermato che nel 1979 gli Stati Uniti “aumentarono consapevolmente la probabilità” che l’URSS invadesse l’Afghanistan, nella speranza di dare all’ex Unione Sovietica “la sua guerra in Vietnam”. Allo stesso modo, nel febbraio 2022, l’ex Segretario di Stato americano Hillary Clinton ha detto a MSNBC che sperava che gli Stati Uniti avrebbero fatto alla Russia in Ucraina ciò che avevano fatto alla Russia in Afghanistan.

Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha affermato che questa guerra “potrebbe durare a lungo, molti mesi, anche anni”, il che avrebbe dovuto far scattare campanelli d’allarme tra i leader politici europei. Le conseguenze di una seconda guerra in stile Vietnam da parte della Russia potrebbero essere disastrose sia per l’Ucraina che per l’Europa. La Russia, che fa parte dell’Europa, non sarà una minaccia per l’Europa a meno che l’Europa non diventi un’enorme base militare statunitense. Pertanto, l’espansione della NATO è la vera minaccia per l’Europa.

Propaganda occidentale anti Putin

Doppi standard per l’adesione al Patto internazionale

Trasformata in una semplice cassa di risonanza per le scelte strategiche statunitensi, l’Unione Europea sostiene il diritto dell’Ucraina di aderire alla NATO come espressione legittima di valori universali (e europei, ma non per questo meno universali). Allo stesso tempo, gli Stati Uniti hanno intensificato l’integrazione con l’Ucraina, come si è visto nella Carta USA-Ucraina sul partenariato strategico del novembre 2021 . Viene da chiedersi se i leader europei siano consapevoli che il riconoscimento del diritto dell’Ucraina di aderire a un patto militare come la NATO viene negato ad altri paesi dagli Stati Uniti.

Anche se i leader europei sono consapevoli che gli Stati Uniti negano questo diritto ad altri paesi, non farà alcuna differenza, dato lo stato di stupore militaristico in cui si trovano. Così, ad esempio, quando le minuscole Isole Salomone nell’Oceano Pacifico hanno approvato un accordo preliminare sulla sicurezza con la Cina, nel 2021, gli Stati Uniti hanno risposto immediatamente e con allarme inviando alti funzionari della sicurezza nella regione per fermare l’intensificarsi della competizione per la sicurezza nel Pacifico .

La verità arriva troppo tardi

La guerra dell’informazione si basa sempre su un miscuglio di verità selettive, mezze verità e palesi bugie (chiamate false flag), organizzate con lo scopo di giustificare le azioni militari di chi la promuove. Non ho dubbi sul fatto che sia la parte russa che quella statunitense/ucraina stiano conducendo una guerra dell’informazione, anche se, dato il livello di censura che viene imposto alle persone in tutto il mondo che consumano queste informazioni, sappiamo ancora meno di ciò che è accade dalla parte russa.
Prima o poi la verità emergerà, la tragedia è che inevitabilmente sarà troppo tardi. In questo inizio travagliato di un nuovo secolo, abbiamo un vantaggio: il mondo ha perso la sua innocenza.

Julian Assange incarcerato

Il fondatore di WikiLeaks Julian Assange, ad esempio, sta pagando un prezzo pesante per aver aiutato nel processo di ricerca della verità. A coloro che non hanno rinunciato a pensare con la propria testa, consiglio il capitolo intitolato “ Lingua in politica ”, nel libro Crises of the Republic di Hannah Arendt del 1972 . Con questa brillante riflessione sui Pentagon Papers, Arendt offre dati esaurienti sulla guerra del Vietnam (tra cui molti crimini di guerra e molte bugie), raccolti su iniziativa di Robert McNamara, uno dei principali attori responsabili di quella guerra, che fu anche segretario della difesa sotto due presidenti durante quel periodo.

Silenzio

Quando si verificano conflitti armati in Africa o in Medio Oriente, i leader europei sono i primi a chiedere la cessazione delle ostilità ea dichiarare l’urgente necessità di negoziati di pace. Perché allora quando si verifica una guerra in Europa, i tamburi di guerra battono incessantemente e non un solo leader chiede che siano messi a tacere e che si ascolti la voce della pace?

Fonte: https://independentmediainstitute.org/publisher-portal/?article_id=10138

Traduzione: Luciano Lago

Nota: Le tesi e le opinioni contenute nell’articolo non necessariamente corrispondono a quelle della redazione

8 Commenti
  • luther
    Inserito alle 20:01h, 09 Maggio Rispondi

    Washington e la sua colonia occidentale, cioè l’Europa, sanno fin troppo bene che questa operazione militare Ucraina, o guerra Ucraina se volete, arriva nel momento giusto inquanto funzionale al grande reset, eppure, non si capisce perché, non sta dando i risultati previsti. E sperati. Basta guardare l’ isteria antirussa che regna sovrana ovunque per rendersi conto che non si vuole nel modo più assoluto la fine della guerra, anzi, brama la fine della Russia come stato sovrano, e pretende la morte della libertà è dell’economia europea. Ecco perché i cattivoni d’oltreoceano si stanno dando un gran da fare per spingere la Russia,l’Ucraina, e gli stati europei dentro la pozzanghera di merda appositamente allestita, ormai da tempo. Faranno di tutto per arrivare allo scopo e temo che non dovremo assistere solo alla manipolazione dei fatti, la menzogna, la violenza sotto tutte le forme, il sacrificio di migliaia di innocenti. Andranno oltre se lo reputeranno necessario, queste sono le loro armi e le useranno spietatamente, come hanno sempre fatto. È inquietante vero? La guerra finirà prima o poi, ma quale sarà il nuovo corso che dettera’ sarà il modo in cui si concluderà, ossia, il modo in cui la politica russa farà valere le sue sacrosante ragioni e fermerà per sempre, sono convinto, la marcia infernale della follia occidentale.

  • Andrea1964
    Inserito alle 00:56h, 10 Maggio Rispondi

    Il perchè l” europa fà una becera Propaganda Pro -Guerra alla Russia e non chiede la fine della guerra tra Ucraina e Russia il motivo da spiegare è molto semplice !
    Gli USA hanno ordinato ai paesi sottomessi della UE di aiutare militarmente ed economicamente l” Ucraina perchè militarmente non cedesse del tutto ed inotre ha ordinato alla UE di bloccare anche con la forza ogni tentativo di PACE tra Russia e Ucraina ed impedire in ogni maniera che le due Repubbliche Indipendenti Filo-Russe ottenesserò un riconoscimento internazionale tutto ciò = PACE poichè poi sarebbe l ” Ucraina ad invadere minacciare due Nazioni DISARMATE-PICCOLE -INDIFESE perciò gli USA -UE-NATO non avrebberò più nessuna scusa per armare e finanziare la criminale UCRAINA !
    Inoltre questa PROPAGANDA OCCIDENTALE ANTI-RUSSIA serve a spianare la strada ad una possibile guerra contro la Russia nel caso che la SUPERPOTENTE FORZA MILITARE UCRAINA dovessere Cedere oppure nel caso che la Russia giustamente attaccasse le NAZIONI OSTILI DELLA UE CHE FORNISCONO ARMI E UOMINI AL” UCRAINA !
    Per queste ragioni si fa molta Propaganda Anti-Russia da circa 20 anni sia negli USA sia nella UE sia in altri paesi NATO !
    Da due mesi tutti i mass media collegati alla Russia oppure sospettati di essere collegati sono CENSURATI DAGLI USA-UE-UK-CANADA-AUSTRALIA-NUOVA ZELANDA PERFINO LA RETE INTERNET GLOBALE che è tutta collegata a mulinazionali USA censura la Russia e fa propaganda ANTI-RUSSIA .
    La Cina negli ultimi due mesi è l” unica fonte di NOTIZIE VERE dal fronte del Ucraina e dal fronte Russo in guerra per queste ragioni da due mesi USA-UE-NATO minacciano la CINA poichè diffonde NOTIZIE VERE !

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 08:44h, 10 Maggio Rispondi

    Quando accetti divenire sicario di banda criminale… presto o tardi ne subisci pure conseguenze…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • Giolo Antonio
    Inserito alle 11:30h, 10 Maggio Rispondi

    L ” Orso Russo Sovietico che difendeva il Mondo Libero dal”essere bombardato-invaso e conquistato dal” Impero del MALE USA E DAI SUOI PAESI SOTTOMESSI NATO si è ESTINTO a metà anni 80 perciò gli USA e i suopi paesi satelliti hanno potuto conquistare quasi tutto il mondo libero .
    Addesso è comparso sulla scena mondiale l” Orso Russo Capitalista e molto più piccolo del grande Orso Sovietico però è più agile e molto scattante nel muoversi .
    L”Orso Russo Capitalista NON VUOLE SOTTOMETTERSI perciò ha deciso di bloccare la strada al ciminale impero del MALE USA che vuole conquistare ed invadere tutto il mondo con l”aiuto della UE-NATO !
    Anche il Drago Cinese vorrebbè bloccare la strada al ” impero USA -UE-NATO ma poichè fa affari con loro si è parzialmente sottomesso ed è indeciso se ribellarsi oppure no !
    P.S.
    La rabbia dei paesi OCCIDENTALI è dovuta al fatto che hanno scoperto che l” Orso Russo NON SI è ESTINTO !
    Hanno anche scoperto i paesi Occidentali che il Dragone Cinese è una Superpotenza Industriale-Militare -Finanziaria che senza sparare nemmeno 1 pallottola di pistola si sta facendosi dei paesi amici e alleati usando la sua potenza finanziaria ed industriale perciò la Cina è una futura minaccia sia per gli USA e per tutta la UE-NATO !
    Se anche il Dragone Cinese si mette a sbarrare la strada alla conquista del mondo da parte degli USA & NATO gli USA -UE-NATO non potranno più DEPREDARE ED INVADERE NAZIONI LIBERE perciò non potranno più POSSEDERE nèp MANTENERE un ponte esercito USA-UE-NATO !
    Questa guerra tra Ucraina e Russia voluta dagli USA-UE-NATO ha anche il scopo Pubblicitariò di mostrare la potenza e affidabilità delle costose è sofisticate armi USA-UE-NATO a tutto il mondo per poterle vendere a tutti i paesi al mondo che sono graditi agli occidentali !

  • Sarabanda 82
    Inserito alle 11:57h, 10 Maggio Rispondi

    Cari Signori e Signore tutte belle parole ma i fatti sul campo per ora danno ragione agli USA/UE, L’esercito Russo in oltre tre mesi di Operazione Speciale come la chiamano (guerra) quali risultati ha ottenuto? i territori delle due province separatiste sono sempre sotto il fuoco degli Ukraini, il territorio Russo è stato bombardato, le perdite sia di soldati che di mezzi è stata rilevante lo scacco delle nava o navi affondate è la ciliegina sulla torta, In tutti questi mesi non è stata ancora conquistata l’acciaieria di Mariupol, dalle immagini si vedono solo rovine e distruzioni che sicuramente danneggiano la gente ed il popolo Ucraino e non il regime che se ne frega delle morti della gente comune, anzi….. Non sono uno stratega ne un esperto militare, ma analizzando le cose la prima operazione da fare non solo in guerra ma in tutte le cose per fare più danni possibili è eliminare la TESTA vale a dire chi pensa comanda e impartisce gli ordini mettendo fuori uso le telecomunicazioni, fatto questo è impensabile che il corpo non si arrenda, senza indicazioni non sa cosa fare ed ormai inerme indifeso alla mercè. Non ditemi che non sapevano dove erano posizionati l’esecutivo e ii centri di comando dell’esercitoi Ukraino in questo caso non dovevano nemmeno iniziare la loro operazione.

    • stefanogrim
      Inserito alle 13:41h, 10 Maggio Rispondi

      non piace neanche a me che i nazisti continuano a bombardare il donbass, che riescano, con la complicità usa, ad affondare una nave o due, che addirittura gruppi di sabotatori nazisti abbiano colpito anche all’interno dei confini russi…però dire che mariupol non è ancora liberata perchè dei nazisti residuali si sono tappati dentro e facendosi anche scudo di civili mi sembra davvero un’esagerazione degna dei propagandisti del nazista ebreo di kiev.
      Sicuramente nella fase iniziale dell’operazione, i russi hanno fatto dei grossi errori non distruggendo infrastrutture, centri e palazzi di potere, vie stradali o nodi ferroviari vari! non sono neppure sicuro che si sia trattato solo di errori e non di una deliberata decisione autolesionistica suggerita e imposta probabilmente dai settori più infidi della stessa dirigenza russa allo scopo di rallentare e ostacolare l’offensiva…insomma è stata una decisione frutto probabilmente di veri e propri traditori che si annidano ancora nelle file russe. e che sta dando modo ai nazisti di ogni specie di riprendere fiato, di riorganizzarsi per colpire ancora e peggio di prima…non resta che sperare che le forze sane della russia prendano finalmente le redini del conflitto con un netto cambiamento di strategia.

      • Sarabanda 82
        Inserito alle 15:53h, 10 Maggio Rispondi

        Non è voler tenere i piedi su due scarpa ma sottolineare che in una guerra non ci sono solo ragioni ma anche qualche colpe se no non ci sarebbe il conflitto non si può stare a priori da una sola parte ma capire valutare e non farsi imporre dalla propaganda la sua idea ma farsela dai fatti e valutarlarla con la propria intelligenza

  • stefanogrim
    Inserito alle 13:29h, 10 Maggio Rispondi

    “Personalmente ho condannato incondizionatamente l’invasione illegale dell’Ucraina…”.
    ecco, una volta letto questo ho smasso ci continuare a leggere!
    I soliti tipi che tengono i piedi in due scarpe, un pochino in quella russa e parecchio di più in quella imperialistica….

Inserisci un Commento