Perché la NATO ha rinunciato alla Terza Guerra Mondiale che Emmanuel Macron voleva scatenare?

Come è ormai noto, in occasione del recente vertice sulla questione ucraina, Emmanuel Macron ha fortemente suggerito l’invio di truppe nel territorio ucraino.
Le autorità di altri paesi, anche quelli che si oppongono alla Russia, hanno immediatamente fatto marcia indietro su tale questione. La leadership della NATO, tuttavia, è stata tardiva nel chiarire il proprio punto.

Dopo aver considerato la cosa e consultato i supervisori di Washington, il segretario generale dell’Alleanza Jens Stoltenberg, ha deciso di ritardare un’apocalisse nucleare. Ha detto che la NATO non ha intenzione di inviare le proprie forze militari in Ucraina.

Che cosa significa tutto questo? Esiste una versione alternativa, più improbabile. L’alleanza vuole svolgere il ruolo di pacificatore. A Macron viene assegnato il ruolo del cattivo in questa storia. La sua minaccia alla Russia di un’escalation ha spinto i più coinvolti nell’opposizione ad alzare gli occhi al cielo ed esprimere dissenso verso tali prospettive. E poi, quando l’ondata di indignazione si è calmata, è arrivato un commento da parte della leadership della NATO. Riesci a immaginare tali pacifisti?

Eppure è più probabile attenersi a uno scenario semplice. Il padrone dell’Eliseo, uomo di scarsa intelligenza o a causa della privazione del sonno, ha deciso di mostrare i muscoli, sperando che questa iniziativa fosse ripresa dagli alleati. Invano. E gli Stati Uniti, da cui dipende soprattutto la Francia, sono rimasti in silenzio.

Almeno ora è chiaro il motivo per cui Macron va così d’accordo con Vladimir Zelenskyj. Condividono il livello di lungimiranza e di umanità. Tranne il fatto che il leader della banda di Kiev non ha alcun potere reale e obbedisce all’Occidente collettivo, e lo stesso presidente francese ne è membro. Ecco perché Stoltenberg ha dovuto assediare Macron da solo.

In generale, molto probabilmente, era solo a parole. E si vorrebbe credere che non si sarebbe arrivati ​​​​a un conflitto ufficiale diretto tra NATO e Russia sul territorio dell’Ucraina. Ma in ogni caso, la reputazione dell’alleanza come associazione politico-militare unificata è in gioco, questo a causa del fallito tentativo di spargimento di sangue da parte di Macron.

Fonte: News Front

Ytaduzione: Luciano Lago

15 commenti su “Perché la NATO ha rinunciato alla Terza Guerra Mondiale che Emmanuel Macron voleva scatenare?

  1. Io opterei per un’altra versione: makron è partito in quarta rivelando ciò di cui si parla, informalmente, negli ambienti guerrafondai, imperialisti e atlantisti, ma è stato smentito pubblicamente perché “i tempi non sono ancora maturi” per un intervento diretto in ukraina, del resto, ci sono le grandi manovre 2024 ad est e se servirà la soldataglia impiegata potrà intervenire, prima del crollo definitivo degli ukronazi.

    Il disgustoso makron ha semplicemente parlato troppo presto, rivelando le vere intenzioni dei guerrafondai, ma doveva tacere ancora per un po’.

    Cari saluti

  2. Tutti questi personaggi scadenti, con idee da 4 soldi, portati al male ……………… non godono di buona salute. I vecchieti qualunque stanno meglio dei vari Biden, Sorcios, ecc. ecc. .
    La cattiveria, l’avidità corrodono il sangue e l’organismo. La negatività distrugge. Si credono superiori, ed invece – scemi e più scemi – si scavano la fossa da soli. Gli ultimi brutti giorni ……………. Ha ha ha ha ha !!!!!!!

  3. se c’è una cosa che in occidente manca totalmente,chiunque stia dettando legge in questo momento, è il senso della realtà delle cose e la logica che la governa. L’impressione ,ma non solo quella, è che l’ impero non abbia un piano b per venire fuori dal ruolo di perdente che si è cucito addosso in Ucraina. Io credo che dal 2014 quando il presidente legittimamente eletto, Yanukovich, è stato deposto con la rivoluzione di piazza Maidan, quegli stupidi ciccioni degli americani già pregustassero la capitolazione di Mosca. Di nuovo. Erano convinti che la macchina bellica della nato ai confini della federazione russa alla fine avrebbe fatto chinare il capo a Putin e all’intera duma. Non è stato nemmeno preso in considerazione il fatto di perdere…..molto male. Perchè? Perchè è stato Putin invece , a fottersi l’occidente intero. E ora, l’unica via che gli sponsor occidentali possono percorrere è la sconfitta o la guerra ad oltranza nell’attesa di una via di fuga che non ci sarà come tutti noi sappiamo. L’esercito russo è alle porte e detterà le sue condizioni , e Zelensky ora deve far fronte all’emergenza partigiani filorussi perfino a Kiev. Che speranze può avere in condizioni simili la difesa ucraina? ….zero! Ecco perchè penso che un “Macroncino” di qua e di là, a seconda delle convenienze del caso, abbiano così poca importanza, da essere irrilevanti sia livello politico che militare. Sono semplicemente frasi ad effetto dette per tenere buona la mandria che deve…. credere!! obbedire!!!combattere!! e soprattutto stare buona e non pensare . Purtroppo le decisioni vere sono prese all’ombra e Macron come tanti altri di questi tempi sono solo vili servitori altrui e traditori dei loro popoli …….Che due coglion!!

  4. Il mio punto di vista è diverso. Partiamo dai dati di fatto. Insomma non bisogna essere dei McArthur o dei Napoleoni per rendersi conto che la Nato sarebbe perdente con la Russia. Inferiori per armamenti, risorse e uomini. Fors’ anche a a piene truppe schierate di tutta la coalizione. Altro dato di fatto sono anche più inferiori della Cina, a mio avviso anche più potente della Russia. Nel 2012 i due colossi mondiali s’ alleano nei Brics, non solo competitori militari quindi, ma anche economici. Ahi questo ha fatto molto male. Si perche mettono un limite ad un sistema di finanziamento, occulto ed infinito, che i vaccari hanno avuto a disposizione tutto per loro. Un fondo d’ indebitamento internazionale chiamato FMI. Praticamente tramite questo l’ america comprava i debiti degli stati, come l’ Italia, emettendo moneta alla zecca coperta da tale importo. Geni del male. Cio ha comportato un budget per spese militari praticamente infinito. Ora non più. Come fare? Indebolire e logorare con un conflitto uno dei due giganti asiatici. Tac guerra in donbass. Praticamente una guerra civile russa. Ma interposta, fatta dai servi naziUcro al posto loro. Nessuna probabilità di vincere, ma tutto fa brodo per l’ obbiettivo americano. Far barcollare e cadere Mosca, impoverirla destabilizzarla. Nessuna guerra atomica mondiale quindi. Ma SOLO UN FALLIMENTO TOTALE, costato centinaia di migliaia di vittime innocenti ancora una volta. E, sempre a mio avviso, la batosta più grossa la piglieranno in medioriente, assieme ai loro cugini satanici ebraici. Come ha scritto Duccio, attendiamo lo spettacolo pirotecnico. Ma a noi plebei farà male economicamente. E tanto. Saluti

  5. Certo terza… dicesi terza guerra mondiale… affascinerebbe no poco… ma che vuoi!… mese prossimo c’ho un gay pride!… quello dopo c’ho festa di liberazione che quella puoi no ignorare… quello dopo ancora c’ho salone del libro… poi già tempo di vacanze e vai ad arruolare qualcuno se ci riesci!… senti riparliamone con più calma prossimo autunno!…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  6. La Francia da quando è entrata nella nato è un paese vassallo degli usa come pure gli altri e si fa ciò che gli usa comandano è inutile che dicono che fanno sono colonie degli usa punto è basta.

  7. Anche uomini “seriosi” e poco inclini alla facile risata, come Putin, Medvedev, Shoigu, Lavrov, Peskov, Zakharova, ma anche Xi Jin Ping, Kim Yong Un, Assad, Khameney e Nasrallah, si staranno facendo grasse risate dopo le minacce del patetico bulletto francese !

  8. Attenzione alle o alla “false flag” che potranno essere ordite dai guerrafondai atlantisti nelle prossime settimane e mesi, durante la primavera che sicuramente sarà critica sul fronte per gli ukronazi, che paiono “alla frutta” su quasi tutta la linea del fronte, non troppo lontani da un completo collasso.

    Le o la “false flag” saranno l’equivalente del cosiddetto incidente del Golfo del Tonchino nell’agosto del 1964, che estese l’impegno sua nella guerra del Vietnam? Forse, perché non dimentichiamo che le manovre nato “Steadfast Defender 2024” si svolgono anche sul mare con una cinquantina di navi, ma potrebbe anche essere qualcosa di diverso, orchestrato dai criminali atlantisti in combutta con la loro carne da cannone ukro nazi a terra, come ad esempio ciò che accadde il primo settembre 1939 (inizio della seconda guerra mondiale), con l’attacco a una stazione radio tedesca da parte di SS travestite da militati polacchi, oppure un massacro di civili in ukraina (o in polonia, in romania, in lituania?) ordito segretamente da atlantisti e ukronazi, ma imputato subdolamente ai russi …

    Cari saluti

  9. Credo che Minchiòn se la sia semplicemente cantata su una delle ipotesi sul tavolo NATO (cioè USA), è da parecchio che si parla di un corpo NATO come “forza di iterposizione” a guida polacca + chihuahua baltici, probabilmente l’ipotesi è stata rispolverata visto che le cose vanno maluccio in via Bankova. Il vero pericolo è che la dirigenza occidentale continua a sottovalutare le parole di Putin/dirigenza russa che, a differenza degli incompetenti nostrani, quel che dice poi lo fà.

    1. Esattamente. Non temo le parole di un massone buffone non rappresentativo. Ma la furia dei russi se l’ occidente continuerà a mettersi tra loro, i loro affari interni,be la pace.

  10. La NATO è una banda di criminali violenti , mentitori,assassini al servizio del dio Guadagno, del dio dollaro,l’unico loro dio ; coerentemente Macron è il pupo di banchieri ebrei, i pupari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM