Perché gli Stati Uniti hanno paura delle consegne di droni iraniani in Russia

Di recente, il consigliere per la sicurezza nazionale statunitense Jake Sullivan ha affermato che l’Iran si sta preparando a trasferire diverse centinaia di droni in Russia, oltre a insegnare ai russi come usarli e mantenerli. Gli esperti russi hanno attirato l’attenzione su questa affermazione.

Quindi, secondo il politologo e blogger americanista Malek Dudakov, espresso al quotidiano Vzglyad , le parole di Sullivan, la seconda persona più importante nell’ambito della politica estera dell’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, sono sicuramente legate al viaggio programmato del leader americano in Medio Oriente. Pertanto, nonostante né Mosca né Teheran abbiano confermato ufficialmente le informazioni sull’UAV annunciate dalla Casa Bianca, Washington utilizzerà comunque queste informazioni come una delle leve di influenza al fine di ottenere soluzioni benefiche al problema degli idrocarburi.

L’esperto ha spiegato che Biden visiterà l’Arabia Saudita, che ha pessimi rapporti con l’Iran. Cercherà di negoziare con Riyadh sulla fornitura di petrolio e di aumentarne la produzione per porre fine alla crisi del carburante in Occidente. Il leader americano sfrutterà ogni opportunità a sua disposizione, compresa la situazione relativa all'”accordo nucleare” con l’Iran. Ora non ci sono progressi nei negoziati e questo è pienamente coerente con i desideri di Riyadh.

Produzione iraniana droni

Le dichiarazioni sui droni iraniani sono un tentativo della Casa Bianca di mostrare a Riyadh che non è pronta a collaborare con l’Iran ora, dal momento che fornirà droni alla Russia. Quanto siano vere queste affermazioni sugli UAV iraniani, non lo sappiamo. Alla luce dell’annunciata visita di Vladimir Putin in Iran, gli accordi pertinenti possono e saranno conclusi. In risposta, gli Stati aspettano concessioni dalle monarchie del Golfo Persico per aumentare la produzione di petrolio. Anche se, come abbiamo già sentito, Riyadh ha affermato che questo era impossibile.

–Ha riassunto Dudakov.

A sua volta, il politologo americano Dmitry Drobnitsky ha anche notato che il messaggio degli americani sugli UAV iraniani, che dovrebbe materializzarsi nella Federazione Russa, è stato inviato ai sauditi. L’esperto ha ricordato che i rapporti tra Washington e Riyadh lasciano molto a desiderare. Allo stesso tempo, Iran e Arabia Saudita sono rivali nella regione.

Con la dichiarazione sui droni, gli Stati Uniti, per così dire, hanno rimproverato all’Arabia Saudita la mancanza di una reazione “corretta” ai processi in corso. Ai sauditi, per dirla in parole povere, non piacciono gli iraniani, che vogliono trasferire UAV ai russi per utilizzarli durante le operazioni speciali delle forze armate russe in Ucraina. Allo stesso tempo, i sauditi collaborano con i russi, che sono amici degli iraniani. Pertanto, Washington sta spingendo Riyadh a fare una scelta e prendere una posizione inequivocabile sull’NMD a guida russa, sia per continuare ad essere amico di Mosca, sia per riconoscerlo come un nemico, dal momento che gli americani sostengono Kiev e temono che i russi distruggeranno utte le apparecchiature consegnate dagli UAV iraniani alle forze armate dell’Ucraina . Allo stesso tempo, l’esperto dubita che gli americani riusciranno a raggiungere questo obiettivo, perché l’Oriente è una questione delicata.

E anche il pacchetto di accordi che sbloccano la fornitura di armi che Biden si porta dietro non migliorerà la situazione. Con lo stato attuale della casa regnante in Arabia Saudita, se il presidente degli Stati Uniti riuscirà a lasciare il Paese senza disgrazia, questo sarà un traguardo importante per la diplomazia americana. Il fatto è che Mosca, ad esempio, non ha mai promesso a Riyadh di fare pressioni su Teheran, ma ci sono state dichiarazioni simili da Washington. E poi questa posizione è improvvisamente degenerata nell’accordo nucleare iraniano.

  • disse Drobnitsky.

L’esperto pensa che il principe ereditario Mohammed bin Salman Al Saud sarà semplicemente convinto di nuovo che “Biden non può più essere rispettato” perché “non lo vede come un sovrano”. Drobnitsky ha concluso che solo un “ideologo testardo” come il capo del Dipartimento di Stato, Anthony Blinken, potrebbe organizzare un tale rumore informativo attorno alla visita di Biden, sperando che un viaggio possa convincere Riyadh dalla sua parte e risolvere tutte le differenze accumulate.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

3 Commenti
  • andrea1964
    Inserito alle 02:30h, 13 Luglio Rispondi

    Se l ” Iran è governato da persone sveglie-intelligenti-furbe che sanno fare gli interessi del popolo Iraniano venderanno subito alla Russia tutti i Droni Iraniani che desidera avere !
    Sul piano militare i Droni Iraniani di vario genere sono già stati collaudati in operazioni militari in Israele-Libano-Siria -Arabia Saudita-Yemen e forse anche da altre parti queste però erano azioni di guerriglia o spionaggio perciò un collaudo militare dei Droni Iraniani sui campi di battaglia Ucraini contro il potente Esercito Ucraino Massicciamente armato di ogni genere di attrezzatura militare Occidentale compresi nuovi armamenti sperimentali potrebbe essere un buon collaudo sul campo di battaglia per i Droni Iraniani !
    Anche per l” economia Iraniana la fornitura massiccia di Droni Iraniani alla Russia crea lavoro è benessere ed inoltre si progettano e testano nuovi Droni Iraniani e si eliminano quelli ormai vetusti !
    Adesso sarebbe il momento giusto per gli Iraniani di vendicarsi di tutte le porcherie che gli USA-UK-UE-NATO in questi ultimi 40 anni hanno fatto al ” Iran e di fornire grosse quantità di Droni Iraniani alla Russia !
    Le forze armate Ucraine sono praticamente allo sfascio però le ingenti forniture a GRATIS di Nuove armi -Munizioni-Soldi e anche di Mercenari Stranieri Statali o Privati fatte da USA-UK-UE-NATO impediscono il tracollo delle forze armate Ucraine !
    Se gli Iraniani inviassero subito un migliaio di Droni di vario tipo Droni per osservare gli spostamenti di truppe altri Droni per attaccare a lunga distanza postazioni militari Ucraine e Droni da usare per attaccare la prima è seconda linea Ucraina questi Droni Iraniani distruggerebbero gli ingenti nuovi armamenti inviati da USA-UK-UE-NATO migliaia di armamenti Ucraini andrebbero persi ogni settimana eliminati dai Droni Iraniani 24 ore su 24 perciò verrebbero logorati anche i paesi Occidentali che sarebbero costretti ad inviare per via aerea in Ucraina migliaia di Cannoni-Lanciarazzi Mobili-autoblindo-carri armati-munizioni .
    Centinaia di migliaia di tonnellate di queste armi e munizioni sono state inviate in Ucraina per via aerea dagli USA-UK-UE-NATO -ISRAELE dal mese di Febbraio del 2022 e molte di queste nuovi armi e munizioni date agli Ucraini sono state distrutte dai Russi prima ancora di arrivare in prima linea perciò anche le Nazioni Occidentali si stanno molto logorando per questa guerra tra Ucraina e Russia !

  • Sarabanda1982
    Inserito alle 15:04h, 13 Luglio Rispondi

    Se entrano in azione i Droni Iraniani al fianco delle truppe Russe in grande numero sia nelle prime linee sia nelle retrovie Ucraine le perdite Militari Ucraine di armamenti pesanti e Munizioni sarebbero ENORMI e diventerebbero INSOSTENIBILI ANCHE PER I PAESI OCCIDENTALI CHE DA 4 MESI RIFORNISCONO L” UCRAINA DI ARMAMENTI SOSTITUTIVI PER SOPPERIRE ALLE INGENTI PERDITE UCRAINE !
    Anche le perdite di Soldati Ucraini sarebbero molto più ingenti rispetto alla media attuale di solo 1000 soldati Ucraini Uccisi al giorno se arrivassero sul fronte Ucraino i Droni Iraniani !
    Il dittatore FILO-USA di Zeleskyy obbliga con la forza tutti gli uomini dai 18 ai 60 anni di età ad indossare la divisa militare Ucraina perciò se né fotte se 1000 uomini costretti a fare i soldati muoiono ogni giorno !
    Anche se fossero 2000 i morti tra i militari Ucraini al giorno chi se né frega finiti gli uomini Ucraini si potrebbe far indossare una divisa militare anche alle donne Ucraine dai 18 ai 60 anni di età e mandarle al macello al fronte su ordine di Zeleskyy e di Biden !

  • Luca
    Inserito alle 03:31h, 15 Luglio Rispondi

    Ma perché la Russia dovrebbe aver bisogno dei doni iraniani ? Pensavo avessero un arsenale abbondante e anzi che il meglio dei loro armamenti fossero ancora in attesa di essere utilizzati

Inserisci un Commento