"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Per il voto su Gerusalemme, gli USA minacciano sanzioni contro quasi tutto il mondo

di  Peter Korzun

Il 21 dicembre, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite (UNGA) ha votato a stragrande maggioranza in favore di una risoluzione che invitava gli Stati Uniti a revocare la propria decisione di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele. Un totale di 128 paesi hanno votato per la risoluzione, con nove paesi che hanno votato contro e 35 si sono astenuti. 21 nazioni non si sono presentate per il voto. Grandi alleati come Regno Unito, Francia, Germania e Giappone hanno votato a favore della risoluzione, sebbene alcuni alleati, come Australia e Canada, si siano astenuti.

Gli Stati Uniti erano l’unica potenza globale ad opporsi alla risoluzione.

L’elenco degli oppositori includeva solo lo stesso Israele , quattro stati dell’Oceania, che dipendono dagli Stati Uniti, e diversi paesi dell’America Latina, come il Guatemala, Panama ed altri stati vassalli degli USA. David Harris, l’amministratore delegato del Comitato ebraico americano, ha detto di essere ” costernato dallo schiacciante sostegno degli Stati membri delle Nazioni Unite per la risoluzione dell’Assemblea generale che condanna il riconoscimento fatto dagli Stati Uniti di Gerusalemme come capitale di Israele “.

Per fare un confronto, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha votato il 19 dicembre a sostegno di una risoluzione sulla situazione dei diritti umani in Crimea. 70 paesi hanno votato a favore (rispetto a 128 in caso di voto a Gerusalemme), 26 hanno votato contro e 76 si sono astenuti. A differenza del voto di Gerusalemme, questo risultato è evidentemente poco convincente. La maggioranza dei membri delle Nazioni Unite 193 non ha appoggiato la risoluzione che condanna la Russia.

Nikki Haley, l’ambasciatore degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite, aveva avvertito che avrebbe preso i nomi dei paesi che votavano per criticare gli Stati Uniti. Secondo lei, il voto dell’UNGA non influenzerà la decisione di Washington su Gerusalemme. Ha ricordato agli Stati membri delle Nazioni Unite i generosi contributi degli Stati Uniti all’organizzazione e ha affermato che gli Stati Uniti si aspettano che la sua volontà venga rispettata in cambio. Ha anche notato che il voto sarà ” ricordato ” dagli Stati Uniti e ” farà la differenza su come gli americani guardano le Nazioni Unite “.

Prima del voto, il presidente Trump aveva minacciato di tagliare gli aiuti finanziari ai paesi che hanno votato a favore. ” Lascia che votino contro di noi “, ha detto. ” Risparmieremo molto. Non ci interessa. Ma questo non è come un tempo quando potevano votare contro di te e poi li paghi centinaia di milioni di dollari … Non ne trarremo vantaggio più. ”

Quindi, ecco l’essenza della posizione di Washington sulla questione – non si preoccupa di quello che pensa la stragrande maggioranza delle nazioni. Se gli Stati Uniti fanno qualcosa che contraddice il diritto internazionale, allora così sia. Ma la legge internazionale viene ricordata quando le altre nazioni fanno qualcosa che gli Stati Uniti non approvano. ( Un evidente doppio pesismo).

Rappresentante russo all’ONU, Safrankov

Quando l’UNGA ha votato contro Mosca, Washington ha sottolineato la necessità di rispettare ed attenersi all’opinione della “comunità internazionale”. Il Dipartimento di Stato cita le risoluzioni delle Nazioni Unite nelle sue dichiarazioni per condannare Mosca. L’ex presidente Barack Obama ha fatto riferimento alla risoluzione dell’UNGA del 2014 in Crimea per chiedere “isolamento” della Russia sulla scena internazionale. Ora, quando gli Stati Uniti hanno subito una sconfitta schiacciante all’UNGA, insistono sul loro diritto di fare tutto ciò che ritengono giusto e di non preoccuparsi di ciò che il mondo dice. Questo è un perfetto esempio di doppio standard.

La minaccia di tagliare gli aiuti ad altri paesi fa parte di una tendenza più ampia. Le misure punitive finanziarie ed economiche sono diventate uno strumento di politica estera per fare pressioni sulla Russia, l’Iran, la Corea del Nord e molti altri paesi. La diplomazia hard-power è data una priorità rispetto alla diplomazia soft power. Questa politica è stata oggetto di dure critiche alle Nazioni Unite recentemente.

L’amministrazione Trump ha annunciato comunque l’intenzione di tagliare gli aiuti esteri . Il presidente ha una significativa libertà legale per farlo. La domanda è, chiuderà partner strategici, come l’Egitto, la Giordania, l’Arabia Saudita, gli Emirati Arabi Uniti, che hanno votato per la risoluzione, potranno questi essere inclusi nella lista delle nazioni da punire? Quest’anno il Congresso ha respinto i tagli agli aiuti proposti nella richiesta di budget del Dipartimento di Stato. I livelli di aiuti per la Giordania , l’Egitto, la Tunisia e il Marocco dovrebbero rimanere “ai livelli attuali o superiori”. La preponderanza degli aiuti americani verso il Medio Oriente e il Nord Africa è destinata all’acquisto di attrezzature militari di fabbricazione statunitense.

Rappresentate USA all’ONU, N. Halley

Washington elogia l’ONU quando serve ai suoi interessi, ma non è un segretro che lOrganizzazione negli USA è vista come antiamericana, inefficiente e corrotta. Questo sentimento si è andato diffondendo da diverso tempo.

Washington ha già annunciato il suo ritiro dall’Unesco e dal Consiglio per i diritti umani. Il disegno di legge , proposto dal rappresentante Mike Rogers (R-AL), dal titolo American Sovereignty Restoration Act del 2017, cerca un completo ritiro degli Stati Uniti dall’ONU. Dice che l’organismo internazionale dovrebbe rimuovere la sua sede da New York. Rogers e altri repubblicani di spicco, come Rand Paul (R-KY), ritengono che i soldi dei contribuenti statunitensi non dovrebbero andare a un’organizzazione che non promuove gli interessi degli Stati Uniti. Come disse il senatore Paul , ” non mi piace pagare per qualcosa che i paesi del Terzo Mondo senza libertà ci attaccano e si lamentano degli Stati Uniti … Ci sono molte ragioni per cui non mi piacciono le Nazioni Unite, e penso che io sarei felice di dissolverle. ” Con Donald Trump al potere, molti repubblicani sembrano attaccare l’idea dell’adesione delle Nazioni Unite o tagliare i finanziamenti con rinnovato vigore. Le voci che si sono sollevate per chiedere l’abbandono dalle Nazioni Unite si sono udite molto forti. Lo stesso Donald Trump ha paragonato l’ONU come “un Club dove le persone (i delegati)  si possono riunire parlare ed avere un buon tratamento”.

La reazione degli Stati Uniti al voto di Gerusalemme dimostra il loro disprezzo per l’opinione pubblica internazionale. Quasi isolato, Washington ricorre a minacce contro quasi tutto il mondo. Questo è qualcosa di veramente nuovo nella politica mondiale.

Fonte: Strategic Culture

Traduzione: Luciano Lago

*

code

  1. Anonimo 4 settimane fa

    Si chiama disperazione del perdente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. animaligebbia 4 settimane fa

    Questo voto fa capire che gli anglosionisti non hanno piu’ presa sul resto del mondo e che il baricentro politico ,economico e finanziario si sposta sempre piu’.Tra poco i due scemi del villaggio globale commerceranno solo fra di loro faranno i summit sul pianerottolo di casa mia,ma prima di questo gli ebrei lasceranno la barca che affonda e cercheranno un’altra vacca da mungere,troppo furbi quelli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Backward 4 settimane fa

      Siamo sicuri che non siano proprio loro a volere lo spostamento ad est? Andiamo un po’ a guardare chi siede allo Shanghai Gold Exchange.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. GRAF 4 settimane fa

    Che non sia voluto dagli stessi USA -ZION ? QUESTI HANNO PER PADRE IL DIAVOLO SONO DEGLI IMBROGLIONI NATI ADESSO POI HAN TUTTE LE CARTE IN MANO DOLLARI E ESERCITO ,COMUNQUE ANCHE IN ITALIA PERDONO QUALCHE COLPO ,LA LEGGE FIANO AL SENATO NON E’ PASSATA ,PERCIO POTETE GIRARE CON MAGLIE E GADGETS DEL DUCE E DI ADOLFO ,NEL SUD EAST ASIA LA SVASTICA E’ IDOLATRATA MAGLIE TATTOOS AMULETI IL FIANO IMPAZZIREBBE DALLA RABBIA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mardunolbo 4 settimane fa

      Nel Sud-est asiatico, come nell’Asia in genere, la svastica non e’ idolatrata, ma considerata simbolo del sole e come tale onorata.
      I templi buddisti hanno spesso il simbolo di “croce uncinata”, quindi spacciare la svastica come fosse idolatrata perche’ simbolo del nazismo, e’ menzogna pura e spaccio di false informazioni !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Citodacal 4 settimane fa

        Grazie per averlo precisato con dovizia (e avermi risparmiato l’onere di farlo per primo…); oltre che nei siti buddisti, compare anche in molti templi induisti, rappresentando il centro del cosmo attorno a cui girano gli elementi (praticamente il dio Visnu).
        Come glifo geometrico veniva impiegato (il sanscrito “svastika ” è maschile) in occidente come base per comporre alcuni tratti nei disegni degli intricati nodi celtici. Anche il grande architetto medievale Villard de Honnecourt lo mostra in uno dei suoi schizzi che ci sono pervenuti, come struttura geometrica portante su cui disegna una figura umana con una gamba inginocchiata e le mani protese in segno d’offerta.
        Lo svastika si ritrova anche in reperti risalenti addirittura al Neolitico, nonché su alcuni vasi greci e nuragici, né dovrebbe stupirci, essendo una figura geometrica ricavata da quella della croce. In Italia è stato rinvenuto in più siti artistico-archeologico-religiosi (uno è proprio la Basilica di Sant’Ambrogio, a Milano, ove compare ai lati d’un sarcofago) di differenti periodi storici. Pare sia stato osservato anche in vestigia sudamericane.
        Che dire? Ignoranza di chi lo “svastika”” vuole cancellare (il Nazismo infatti lo adottò impropriamente), ignoranza di certuni che lo esaltano a capocchia: ed ambedue senza conoscerne storia effettiva e simbologia originale. Siam proprio messi bene…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. GRAF 4 settimane fa

    Siete dei saccenti disinformatori ,Visto che ho un tempio buddista a 20 metri da dove sto, vi posso CONFERMARE CHE ALL’INGRESSO VI E’ UNA SVASTIKA MOLTO GROSSA E BELLA E CHE SI PUO GIRARE COL SIMBOLO STAMPATO SULLE MAGLIETTE PERCHE’ I THAI MI HANNO RICONFERMATO CHE E’ UN SIMBOLO SACRO,NESAPETE DI PIU VOI? NON CI CREDETE VOLETE FAR LA RUOTA ? PROVATE DAR FUOCO A UNA SVASTIKA O A BUTTARE OA DAR FUOCO auno dei simboli buddisti ,ANCHE IL TANTO PRODE DELL’UGOLA FIANO VERREBBE ARRESTATO e costretto a scusarsi e non per una bandiera thai bruciata cosa gia avvenuta da 2 sconsiderati italiani .COLGO L’OCCASIONE DIGITATE:”Davide benetello olocausto” imbarazzante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Citodacal 4 settimane fa

      È esattamente quanto ribadito da Mardunolbo e dal sottoscritto! Ma Lei li legge i commenti degli interlocutori (e li comprende) o piuttosto non riesce a trattenersi dall’impetuoso e ludico impulso d’orinarsi addosso il suo scombinato monologo narcisistico, di contro lanciando accuse ad altri che invece si addicono propriamente a se stesso? Questo suo intervento dimostra puntualmente, e sulla pubblica piazza, che il vero disinformatore saccente sia Lei, se ne capaciti, nel mescolare in modo sgangherato elementi reali con mere fantasie (nonché accuse gratuite), contraddicendo perfino gl’interlocutori che abbiano appena affermato quanto poi Lei ripete: disordine intellettuale, o metodo sporco degno delle stelle e strisce, e di chi tiene loro bordone? Continui a cambiare schizofrenicamente nome: forse finirà poi col chiamarsi Legione…? (le offro un indizio: Luca, 8:30; però il testo ricondotto a noi, non quello riscritto in casa dall’ultimo amanuense improvvisato…).
      A mai più.
      (e faccia attenzione, anche coi pavoni in penne e piume, a non far la fine dei pifferi di montagna)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. animaligebbia 4 settimane fa

        Il mondo e’ bello perche’ e’ vario.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Citodacal 4 settimane fa

          Ed è la coerenza intrinseca ad ogni singola varietà ad acconsentire la varieganza complessiva: ma tolta quella, diventa un caravanserraglio (esattamente la direzione verso cui sta dirigendo il globalismo attuale).

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. max tuanton 4 settimane fa

    Ha pienamente RAGIONE IL GRAF anche in cambogia a tal proposito digitate” davide benetello la svastica” e di seguito TANTi video di davide benetello un EROE da tastiera da preservare i cui video vengono sempre censurati dai circoncisiEBREI ,E AGGIUNGO CHE ADOLFO E’RICORDATO PERCHE’ RIDIEDE PARTE DELLA CAMBOGIA ALLA THAILANDIA ,XCHE’ I FRANCESI PERSERO ALL’INIZIO LA GUERRA E FURONO COSTRETTI CON PARIGI PERSA A RESTITUIRE DIVERSE CITTA AI THAILANDESI ALLEATI DELLA GERMANIA E DEL DUCE ,DA ALCUNI THAI ADOLFO E’VENERATO ALTRIMENTI SAREBBERO A QUEST’ORA KHMER!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. atlas 4 settimane fa

    grazie a Putin e alla Russia gli usa dei giudei non possono provocare più terrore a nessuno nel mondo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Backward 4 settimane fa

      Sicuro? Forse quando Putin nazionalizzerà la Banca Centrale Russa me ne convincerò.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 3 settimane fa

        tempo al tempo. I giudei corrompono il mondo da minimo 2.000 anni, Putin è Presidente dalla fine degli anni ’90

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Renè 4 settimane fa

    L’ONU è rappresentato in Italia dalla SINISTRA che ha sempre bisogno di un Pastore, ma sopratutto dalla ex-funzionaria BOLDRINA, espressione MAXIMA di ONU, ma se non bastasse abbiamo quel GENIO della MAGISTRATURA ITALIACA: Pino Arlacchi funzionario ONU col compito di sradicare le coltivazioni di OPPIO dall’Afghanistan.
    Pino Arlacchi, questo GENIO incompreso (o CORROTTO COMPRESO), decise di finanziare i produttori di oppio afghano (?!) affinchè invece che papavero, coltivassero melanzane o altro… OVVIAMENTE, il “GENIO” (o l’idiota o il corrotto) Pino Arlacchi ometteva i controlli ed ORA l’Afghanistan è IL MAGGIOR PRODUTTORE DI OPPIO AL MONDO: NESSUNO ha mai INCRIMINATO l’ONU e Pino Arlacchi per aver FINANZIATO I NARCOS ISLAMICI, per questo CRIMINE !!!
    Probabilmente perchè i denari del traffico vengono equamente distribuiti tra USA, mafia/e ONU Islamici etc etc…
    Vogliamo parlare di come quel DELINQUENTE MARCIO del Segretrio ONU Kofi Annan, che rubò i denari destinati ai viveri per i bambini iracheni, con al compicità di quel figlio di… suo figlio in complicità con quella p… di sua madre, nonchè moglie di ‘sto egiziano ladro inverecondo…
    L’ONU ha votato contro gli USA perchè Trump ha preteso troppo, ha preteso un conflitto d’interessi tra i tradizionali corruttori islamici (ricordiamo l’Arabia Saudita Presidente della Commissione Diritti Umani) ed i corruttori avari ed incostanti come USA Israele etc…
    Rand Paul ha ragione, ma il suo pensiero va esteso: L’ONU FA UNICAMENTE gli interessi dei funzionari ONU, un gregge di corrotti marci, mafiosi, al servizio delle multinazionali, dei Paesi corruttori, dei vari Soros ed immigrazionisti, come confermano le ultime crisi isteriche UNICEF “cinguettanti”, contro i “populisti” italiani.
    Trump, è un idiota ammerikano, ma fa bene a tagliare i finanziamenti a questi vermi intestinali ONU, stessa cosa dovrebbe fare l’Italia, l’ONU va ABOLITO ed i suoi funzionari andrebbero incarcerati a vita per corruzione ed alto tradimento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. GRAF 4 settimane fa

    Ma no ma no siete Fuori strada l’ONU (il cui centro congressi si trova a new York e l’edificio e’stato costruito su un terreno gentilmente regalato da Rockefeller ebreo ) e’da sempre considerato il governo universale ebreo agognato da SECOLI ,tante’ che per non destare sospetti piu di 70 condanne sono state inflitte a israele per crimini ,ma Israele se NE e fregato altamente e continua a far I suoi comodi,LA dimostrazione l’avete avuta Israel’s e USA se NE sbattono altamente di tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Backward 4 settimane fa

      Non a caso Russia e Cina richiamano costantemente all’importanza dell’ONU. Che è verosimilmente il prototipo del governo mondiale.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. max tuanton 4 settimane fa

    Ma effettivamente dicevamo la stessa cosa solo che e’ il modo nei miei riguardi sempre sbeffeggiatorio che mi da fastidio allora mi inalbero un po’ ,niente di grave e’che anch’io ho messo su un po di spocchia Vedi lo pseudonimo ,colgo l’occasione digitate:” verita per israele 7ottobre” quello vecchia z……di sgarbi ecco xche’ sta dappertutto ,le solite 4 paroline e TUTTO si aggiusta

    Rispondi Mi piace Non mi piace