Paura della Resistenza, gli USA fuggono dalla base di Al-Tanf in Siria

Di fronte alle recenti operazioni dei gruppi della Resistenza contro l’occupazione statunitense in Iraq e Siria, gli Stati Uniti evacuano temporaneamente la base di Al-Tanf.

In coincidenza con il secondo anniversario del martirio del tenente generale Qasem Soleimani , comandante della Forza Quds del Corpo dei Guardiani della Rivoluzione Islamica iraniana (IRGC), e di Abu Mahdi al-Muhandis, vice comandante delle Unità di mobilitazione popolare irachene (Al -Hashad Al-Shabi, in arabo), i gruppi della Resistenza hanno riaffermato la loro determinazione ad attaccare le basi degli occupanti statunitensi in Siria e Iraq, ricorda il sito Al- Akhbar .

In un rapporto pubblicato giovedì, Al-Akhbar ha affermato che la paura di vendetta da parte dei gruppi della Resistenza ha portato l’esercito americano ad evacuare temporaneamente la base che occupa ad Al-Tanf, nel sud-est della Siria, e a trasferire le sue forze in Giordania.

L’evacuazione temporanea di Al-Tanf, una delle basi statunitensi più grandi e strategiche nella regione, riflette che gli Stati Uniti sono ben consapevoli del potere della Resistenza, ha sottolineato una fonte siriana.
Nel 2014 gli Stati Uniti hanno occupato la suddetta base militare, con il pretesto di combattere contro il gruppo terroristico Daesh, mentre Damasco denuncia che le truppe USA hanno preso l’installazione come punto strategico per sostenere i terroristi che combattono contro l’esercito siriano.

Base USA attaccata

Inoltre, alti comandanti statunitensi hanno riunito membri di bande terroristiche provenienti da diverse aree di Al-Tanf per usarli negli attacchi contro le posizioni dell’esercito siriano, i centri abitati e le infrastrutture vitali sul territorio del paese arabo.

Gli Stati Uniti mantengono truppe in Siria e Iraq contro la volontà del governo e del popolo di quei paesi. Infatti, i combattenti della Resistenza hanno recentemente aumentato i loro attacchi contro le installazioni militari statunitensi, rilevando che l’ espulsione di Washington nella regione è la migliore vendetta per l’omicidio di Soleimani ed el-Muhandis.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Nessun commento

Inserisci un Commento