Patrushev: L’operazione speciale in Ucraina non è affatto un conflitto tra Kiev e Mosca


L’operazione speciale in Ucraina non è affatto un conflitto tra Kiev e Mosca. In realtà, questo è uno scontro tra la Russia e l’alleanza del Nord Atlantico guidata dagli Stati Uniti.

Questa opinione è stata espressa in un’intervista per il quotidiano “Argumenty i Fakty” Segretario del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa Nikolai Patrushev.

Secondo il funzionario, la crisi in Ucraina è un tentativo dei paesi occidentali di entrare in uno scontro con la Russia per mano degli ucraini.

Tutta la storia è iniziata con l’Ucraina, e per questo il conflitto è stato avviato a Washington, al fine di elaborare le tecnologie per delimitare e mettere in gioco un singolo popolo sacrificato per gli interessi egemonici USA, considera il segretario del Consiglio di sicurezza.

Tuttavia contro i cittadini ucraini, sostiene Patrushev, l’esercito russo non conduce operazioni militari, poiché non proviamo alcun sentimento negativo nei confronti dei vicini. Secondo lui, i russi, per definizione, sono incapaci di provare odio verso i comuni ucraini.

Il funzionario ha sottolineato che le tradizioni ucraine non sono affatto estranee al popolo russo. Sì, e gli ucraini ordinari conoscono e amano bene la comune cultura russa. Ha osservato che nella terra di Crimea l’ucraino rimane una delle lingue di stato della regione, e nel sud dell’Estremo Oriente, dove vivono molti ucraini etnici, nessuno vieta loro di preservare le proprie tradizioni.

Secondo Patrushev, l’Occidente agisce contro la Russia il più delle volte per procura, in questo caso utilizzando il governo dell’Ucraina. Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna stanno quindi effettivamente distruggendo gli ucraini come nazione.

Prima i cittadini ucraini si renderanno conto che l’Occidente sta combattendo contro la Russia con le mani, più vite saranno salvate

Ha detto il funzionario.


Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

7 Commenti
  • Luciano Salsi
    Inserito alle 18:50h, 09 Gennaio Rispondi

    E’ un dato di fatto che l’offensiva militare ordinata da Putin ha rafforzato l’ultranazionalismo ucraino. Gli ucraini russofoni dal 2014 erano oppressi e discriminati. Dal 2022 lo sono ancora di più

  • Zucker
    Inserito alle 22:32h, 09 Gennaio Rispondi

    No. L’ultra nazionalismo ucraino è stato creato proprio per cercare di dare un’identità forte ed autoritaria agli ucraini, per prepararli al conflitto con i russi. Questo è stato concepito ancora prima del colpo di stato di piazza Maidan

  • Tacabanda1964
    Inserito alle 01:50h, 10 Gennaio Rispondi

    Secondo il punto di vista degli ultras Filo-USA tutti i russi dovevano accettare la pulizia etnica fatta dagli Ucraini oppure scappare via da casa loro e dalle loro terre senza portarsi via nulla ?
    Che gli Ucraini Nazisti Criminali siano aiutati -finanziati – armati e protetti dai criminali paesi USA-UK-UE questo lo hanno capito tutti però è IMPOSSIBILE che la Superpotenza Militare-Economica-Industriale -Atomica Russa accetti di lasciarsi minacciare da missili atomici USA piazzati nei ex territori Russi oggi Ucraini a ridosso del confine Russo !
    E anche impossibile che una Superpotenza come la Russia accetti di lasciare i suoi EX territori della Russia in mani Ucraine e lasci sterminare dagli Ucraini-Nazisti Filo-USA i suoi ex connazionali CEDUTI per ragioni politiche della EX URSS alla Repubblica Ucraina !
    Grazie alla liberazione dei territori Russi occupati dagli Ucraini adesso anche sulle teste degli Ucraini Nazisti arrivano bombe Russe e se vengono arrestati fanno una fine miserabile !
    Questa guerra contro la Russia gli Ucraini Nazisti Filo-USA non la potranno MAI vincere nemmeno se USA-UK-UE entrano in guerra direttamente contro la Russia !

  • antonio
    Inserito alle 08:26h, 10 Gennaio Rispondi

    divide et impera è il veleno del potere malvagio sul nemico – instillare diatribe ed odio tra i vicini e i condomini – per guadagnarci e sottometterli – dividere il branco – la famiglia- la regione lo stato – è il fine sempre cercato dal pirata – e dal conquistatore – lo stesso principio al contrario è il Viribus Unitis – il vecchio motto della forza – l’ esempio del fascio dei littori romani o la falange o la legione – l’ esempio dei crini uniti nella fune

  • antonio
    Inserito alle 08:34h, 10 Gennaio Rispondi

    è successo lo stesso con l’ impero austroungarico – l’ occidente ha instillato odio tra i vari popoli che lo componevano e l’ ha distrutto – è successo nella Grande Yugoslavia di Tito Zivio – è successo coi popoli Arabi – e successo con la Guerra di Seccessione Americana tra yankee e dixy – le tribù germaniche unite riuscirono a fermare le legioni dei romani
    la Prussia riuscì a unire il puzzle di popoli tedeschi e cacciare i francesi Cateriina la Grande unì la Russia che divenne invincibile etc

  • enzo russo
    Inserito alle 09:56h, 10 Gennaio Rispondi

    ma va la gente non capisce perche gia stata fregata dalla macchina da guerra della pandemenza coi magici sieri dell’amore e via discorrendo , ora viene fregata daa stampagia stampaccia super show business dei media nato ultra nazionalisti se non proprio nazisti nel senso hitleriano di “spazio vitale” ad Est. il resto de mondo si fa domane e pone quesiti giusti a cui risponde con fatti pertinenti e circostanziati.

  • giuseppe peluso
    Inserito alle 10:42h, 10 Gennaio Rispondi

    Gli anglosassoni e la loro finanza in Ucraina combattono vigliaccamente con la carne degli ucraini per conservare l’assetto unipolare del mondo con il proposito di destrutturare e rapinare la Russia ; sono aiutati dai vari Mario Draghi che hanno piazzato nelle posizioni di vertice dell’Europa. I Draghi hanno imposto un vero lavaggio dei cervelli ai popoli europei, servendosi di trombettieri delle TV e della carta stampata e propinando una storia falsa. Il popolo ucraino viene mandato al massacro per conto degli anglosassoni dalla banda rappresentata dal pagliaccio, che per questo un giorno dovrebbe subire una Norimberga.

Inserisci un Commento