Parlamento europeo

di Dominique Delaward

Un video di 2 minuti ci permette di renderci conto che, quando un parlamentare parla e denuncia la turpitudine e la distruzione dei paesi europei a seguito delle azioni filo-USA della Commissione Europea, l’emiciclo è DESERTO! A nessuno importa nulla!
Uno spettacolo del genere rafforza la mia idea che l’Unione europea non è quella che sognavo da giovane: un’Europa delle nazioni. Questo è diventato un ritrovo di parlamentari e funzionari pubblici, eurocrati pigri e corrotti, la stragrande maggioranza dei quali ha abbandonato ogni sovranità nelle mani di una commissione non eletta, al servizio dello Zio Sam, che non pensa più di servire gli interessi dei rispettivi paesi e per la quale il contribuente francese, italiano, spagnolo, ecc.. paga caro.

Questo triste spettacolo rafforza la mia idea che sia giunto il momento di ribaltare la situazione e lasciare un’UE che, così com’è, non può più essere riformata. A pochi mesi dalle elezioni europee, mentre il nostro Paese si disgrega e continua ad affondare, penso più che mai che dobbiamo votare , indipendentemente dallo schieramento, per partiti che siano per il ritorno ad un minimo di sovranità.

L’uscita dall’UE e dalla NATO, che ci stanno portando sempre più verso provocazioni e guerre e che stanno lentamente distruggendo il nostro Paese, mi sembra ora essenziale. Oggi l’UE NATO non è più pace, è menzogna, doppiezza (Minsk) e sempre più guerra a Est.

Accusando Vladimir Putin di tutti i mali, mentre cerca di proteggere il suo Paese da una NATO che avanza verso Est, con i suoi zoccoli, le sue basi, i suoi razzi, le sue rivoluzioni colorate con l’idea di smembrare la Russia per appropriarsi delle sue risorse , voler imporre al mondo il nostro sistema e i nostri valori, oggi fallimentari, per non dire marci, e rifiutati dalla maggioranza mondiale, non ha più alcun senso.

Non potendo votare personalmente per i partiti che continuano ad alimentare la guerra in Ucraina attraverso le loro dichiarazioni russofobe e attraverso i loro voti nell’Assemblea, ma anche per i partiti che sostengono apertamente il governo genocida in Palestina e che non hanno la minima parola per i palestinesi genocidiati , voterà per la lista dell’UPR , l’unico partito che da più di vent’anni si dichiara favorevole all’uscita dall’UE e dalla NATO e i cui leader non sono corsi in Israele a baciare i piedi di un capo di stato nazista, sperando di ingraziarselo con la stampa francese, largamente influenzata dalle lobby filo-israeliane.

Il vaso è colmo! Gli elettori e soprattutto gli astenuti devono svegliarsi e votare in massa, secondo il loro intuito e i loro sentimenti, affinché la Francia sopravviva e si spazzino finalmente via gli imprenditori e affaristi da Bruxelles.

Dominique Delaward

Fonte: Reseau International

Traduzione: Gerard Trousson

11 commenti su “Parlamento europeo

  1. E certo, ecco la soluzione di Dominique: votare, votare e votare e poi sperare che quelli che entrano in parlamento lavorino per dissolvere la poltrona e i privilegi che hanno testè ottenuto!!!
    Ahahahah ahahah

  2. L’Italia prima esce dalla unione europea e dalla nato meglio è perché è sotto il tallone di Francia e Germania oltre che usa, L’Italia ha grossi problemi da risolvere come nazione e futuro delle nuove generazioni e ancora lo capiscono non è fare il tifo è la semplice realtà bisogna capirlo e farsene carico.

  3. Un’Europa simile, un parlamento simile non servono agli europei, in particolare agli italiani.
    Uscire dalla NATO,aderire aI BRICS : per I BRICS l’adesione dell’Italia sarebbe molto importante

  4. Chi vorresti votare? Sono tutti della stessa pasta, se non sorge un nuovo movimento, formato da persone serie non legate ad altri interessi e non alle dipendenze dei soliti noti è inutile votare. In Sardegna ci hanno provato con una lista , il solito magistrato solerte, amico degli amici, ha stabilito che la raccolta delle firme era irregolare, secondo lui, un segretario non poteva riuscire a autenticare 25 firme in un giorno, quindi la raccolta era falsa, una vera barzelletta, io ho raccolto firme in altre occasioni, poi il segretario le autenticava, era il segreto di pulcinella, ma si faceva, il problema ora è che il programma di questa coalizione dava molto fastidio, problema risolto.

  5. La verita’ non interessa a questi servi stolti. Quando l’ uestan implodera’ saranno i primi a scappare. Facciamogli tantissimi auguri di non farcela. Tutte le colpe per cio’ che succedera’ ricadano su di loro e con loro rimangano in eterno.

  6. Che l’unione europoide/ eurolager è irriformabile ed è destinata a scomparire lo dico e lo scrivo da molti anni, non è una novità perché gli scopi per i quali la vecchia comunità europea è stata soppiantata dal mostro che oosserviamo oggi e che ci domina tirannicamente ormai sono chiarissimi …

    Cari saluti

  7. Mandare al parlamento UE una lista che si batte per uscire dalla UE ? Non so voi, ma a me pare proprio una contraddizione plateale ! Se si vuole uscirne con le buone, meglio convocare un referendum (anche se consultivo, perchè grazie alla costituzione più bella del mondo, gli accordi internazionali non si possono sottoporre a referendum) chiedendo al parlamento di rispettarne l’esito ! Altrimenti, molto meglio provare ad uscirne con le “cattive” ! Per quanto riguarda la Nato ha più senso mandare al parlamento un partito che ha al primo punto del suo programma l’uscita da questa organizzazione terroristica, anche se credo proprio che la via parlamentare sia solo una illusione !

  8. L’Unione Europea non è quello che si crede nel 99% dei casi, è l’impostura degli usurai finanziari internazionali occidentali per assoggettare il continente senza avere i vincoli dei singoli stati.
    Il teatrino del parlamento europeo è solo una rappresentazione per occultare le vere ragioni della sua esistenza: completamente dannoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM