Parlamento europeo: il nuovo presidente del Consiglio italiano potrebbe essere un ‘disastro per l’Europa’

Il Parlamento europeo esprime preoccupazione per la leadership della coalizione di centrodestra in Italia, e i parlamentari europei affermano che le basi e i valori comuni dell’Unione europea sono a rischio.
La vicepresidente del Parlamento europeo, Katharina Parly, ha espresso oggi, lunedì, la sua preoccupazione per la leadership della coalizione di centrodestra alle elezioni parlamentari italiane.

Ha indicato che Georgia Meloni, leader del partito “Fratelli d’Italia”, che potrebbe ricoprire la carica di Primo Ministro, saranno politici come l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump e l’attuale primo ministro ungherese Viktor Orban .

“Georgia Meloni diventerà premier e i suoi modelli politici, Viktor Orban e Donald Trump”, ha detto Barley in un’intervista al quotidiano tedesco “Bild”, aggiungendo che la guida della coalizione di centrodestra era “preoccupante”.

Dal canto suo, il deputato al Parlamento europeo e uno dei leader dei Verdi europei, Thomas Weitz, ha espresso la convinzione che l’Unione europea può funzionare solo all’unisono, ed è per questo che Meloni potrebbe diventare un “disastro per l’Europa”.

Le basi e i valori comuni dell’Unione europea saranno messi a repentaglio se l’Italia sarà sotto la guida di una coalizione di postfascisti e partiti di estrema destra”, ha affermato.

È interessante notare che il partito “Fratelli d’Italia” (Fratelli d’Italia) ha annunciato oggi la sua vittoria alle elezioni legislative in Italia. La leader del partito Georgia Meloni ha detto che guiderà il prossimo governo.

Sono state aperte le urne per oltre 50 milioni di italiani , domenica, per esprimere il loro voto alle elezioni parlamentari, alla luce dell’aspettativa che l’estrema destra guiderà i risultati e guiderà il governo, succedendo all’attuale Presidente del Consiglio, Mario Draghi, in un precedente in questo paese.

Nota: Sembra che gli esponenti delle Istituzioni europee siano più preoccupati per l’ingresso di una nuova formazione di destra nel Parlamento europeo che non per la crisi economica ed energetica che si sta abbattendo sull’Europa per causa delle sanzioni alla Russia.

Fonte: Agenzie

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM