Papa Francesco contro l’Europa

Il vicario di Cristo si comporta in realtà come il sacrestano di Soros.

di  Yolanda Couceiro

In questa seria congiuntura storica, noi europei sappiamo già chi sono i nostri veri amici e i nostri nemici dichiarati. Ogni volta che papa Francesco apre la bocca sulla questione dell’immigrazione, chiarisce tutti i dubbi sul fatto che questa Chiesa è più parte del problema piuttosto che della soluzione. Inoltre, possiamo affermare che il Vaticano è la causa  e il principio di questo problema.

L’Europa è vittima di una grave crisi migratoria. Migliaia e migliaia di immigrati, per lo più musulmani, arrivano ogni giorno ai nostri confini e alle spiagge per beneficiare dei diritti e dei privilegi degli europei, senza chiedere in cambio l’adempimento di qualsiasi dovere.

Abbiamo il diritto di negare l’accesso, un ingresso che non chiedono  piacevolmente, ma che forzano con violenza più volte, perché i nostri antenati non hanno combattuto per secoli per il nostro continente  per ormai dover cedere a una cattiva coscienza imposta da falsari morali che seguono un ordine del giorno della politica completamente estranea agli interessi dei popoli europei, e impostori senza scrupoli che cercano di trarre profitto con l’ alibi della solidarietà e l’umanitarismo.

Vediamo come i paesi arabi stanno attenti a non accogliere quegli immigrati e “rifugiati” che sono della loro religione e cultura. Le monarchie petrolifere del Golfo, che i nostri governi considerano alleati e amici, si rifiutano sistematicamente di aprire le porte a questi immigrati e “rifugiati”, che, altrimenti, sanno molto bene cosa aspettarsi con i loro “fratelli” e non possono avvicinare quei confini.

In questo contesto, le continue dichiarazioni di Papa Francesco a favore dell’immigrazione e le frontiere aperte dell’Europa sono così tante provocazioni contro la maggioranza dell’opinione pubblica degli europei che si sentono sempre più minacciati e aggrediti da questa inarrestabile invasione che subiscono. L’interferenza Papa nelle questioni vitali delle popolazioni europee, nello stesso tempo in cui i loro governi sembrano moralmente disarmati nel far valere i loro confini, risulta  inaccettabile.

E ‘certamente un peccato che ci siano persone che devono lasciare il loro paese e  a volte mettere in pericolo la loro vita, ma questo non deve in alcun modo servire da giustificazione per la violenza che si tramuta  nella continua aggressione ai nostri confini, l’aggressione intollerabile contro gli europei che soffrono nella carne questa invasione.

I denominati rifugiati sono, nella stragrande maggioranza dei casi, i migranti economici che approfittano delle circostanze di stabilirsi “nel modo più duro” in una Europa  troppo generoso per loro .

È anche perfettamente legittimo assistere il naufrago, poiché è un dovere morale elementare. Ciò che non è ammissibile è organizzare il trasferimento di invasori imbarcati quasi a piedi del molo per inondare il continente europeo e distruggere le nostre società e 3000 anni di civiltà europea. La storia di “coloro che sono stati salvati” nel mare è una colossale truffa morale e un ricatto emotivo permanente rivolto a una popolazione europea manipolata fino alla nausea, così che abbandona ogni tentazione di resistenza e di opposizione all’invasione che soffre. Devono già essere prese misure dissuasive di grande fermezza per indicare chiaramente ai “rifugiati”, se raggiungono le nostre coste, che il viaggio di andata sarà immediatamente seguito da un viaggio di ritorno nei loro luoghi di partenza.

Il Papa dovrebbe dire a quegli immigrati di rimanere a casa e combattere nella propria terra, come fanno gli altri. Dovrebbe invitare i governi europei ad avere il coraggio di dire “No!” E non a pervertire le regole dell’ospitalità e trasformarle in regole di benessere.

La vera ospitalità è quella dei Feaci con Ulisse. Dopo averlo soccorso per essere stato naufragato, i Feaci costruirono una nave e permisero all’eroe di proseguire sulla sua strada per Itaca, la sua isola natale. Oggi la buona politica è quella di pacificare la situazione sul terreno, come fanno i russi in Siria, per consentire a tutti questi migranti di tornare alle loro case. In nessun caso la soluzione dovrebbe essere quella di dare a tutti questi diritti di persone che sono costati così tanto ai nostri antenati per raggiungerli.

Il Papa Francesco esce dalla riservatezza che dovrebbe essere propria della sua funzione per entrare su un terreno politico in cui la sua presenza non legittimata. Il Papa da lezioni morali e colpevolizza gli europei per il loro lassismo e per la codardia e, alla fine, incita al suicidio della sua società e civilizzazione.

Le parole di Papa Francesco sono un continuo invito all’invasione per farla  continuare e crescere. Il suo messaggio incoraggia i candidati ad entrare in Europa con la forza. Il suo atteggiamento è del tutto irresponsabile e criminale: da un lato incoraggia molte persone a prendere rischi e pericoli di un viaggio incerto, e dall’altro contribuisce a esacerbare gli europei, che non hanno colpa o responsabilità sulle cause di questi movimenti delle popolazioni nei loro paesi. Le tensioni stanno aumentando e finiranno fatalmente in scontri sanguinosi.

Papa Francesco agisce come un militante della teologia della liberazione, quel marxismo cristiano che domina gran parte dell’America Latina, da cui proviene, dimenticando che egli stesso è di origine europea. Invece di agire al servizio dell’Europa e degli europei, incoraggiandoli a resistere, si vuole  disarmarli. Senza notare che quando non ci saranno più gli europei,  non ci sarà nulla di cristiano in queste terre.

Per secoli, il compromesso tra il potere politico e la Chiesa si basava sulla mutua assistenza. Papa Francesco ha rotto quell’equilibrio per predicare una forma di evangelizzazione dolce e piangente. Per questo è disposto a tradire un’Europa in pericolo di morte, per la semplice ragione che la sua religione è indebolita, ma non si chiede perché. O lo sa e non gliene importa. È un pedina in un gioco che non dirige. Il vicario di Cristo si comporta in realtà come il sacrestano di Soros.

La religione è richiesta per assistenza, non lezioni morali, supporto, nessuna colpa, ragioni per resistere, nessuna scusa per mollare. Papa Francesco crede di essere nel primo secolo dell’Impero romano, quando in realtà siamo nel V secolo, quello delle invasioni barbariche

Fonte: Alerta Digital

Traduzione: Alejandro Sanchez

 

15 Commenti

  • Sed Vaste
    29 Nov 2018

    I’ll Papa dovrebbe invitare a combattere ? Ma qui siete tutti lobotomizzati , il potere temporale del Papa e’ finito nel 1870 ora soon gli stati massonici come LA francia l’italia ecc a decidere se far entrare I negher ,non mi risulta che I’ll Papa abbia Un esercito o dei carabinieri o Della Guardia costiera ai suoi ordini ,sti pennivendoli pagati dalla sinagoga di Satana Ebrea soon ridicoli danno.LA colpa al Papa di tutto come se avesse eserciti aerei navi al suo sevizio da poster decidere Le sorti del Mondo

    • atlas
      29 Nov 2018

      si mette male per te. I servizi di sicurezza vaticani ti stanno addosso. Hanno eliminato un sacco di gente

    • Idea3online
      29 Nov 2018

      Ottima osservazione…il potere temporale del Papa e’ finito nel 1870…..se gli USA sono più potenti del Vaticano….chi è la Grande Città che siede regina?

  • atlas
    29 Nov 2018

    sbaglio o anche europei, Francesi e Inglesi, sono stati in Nazioni Islamiche a farla da padroni … Marocco, Algeria, Tunisia, Egitto … se salafiti e wahhabiti vanno in Piemonte potrebbe anche farmi piacere; così imparano cosa vuol dire essere occupati. Basta che non si fermino nelle Sicilie. Mi dispiace invece per quei pacifici e civili Popoli Scandinavi e per la Germania; che non hanno avuto mai colonie

  • Sed Vaste
    29 Nov 2018

    L’unica ragione per cui l’italia E l’europa per 2000 anni non sono’ state Invase dai Musulmani cenciosi e’ xche’ I’ll Papa ha raccolto gli eserciti europei a difesa dell’europa , Lepanto vienna ungheria senza I’ll Papa saremmo stati invasi dai beduini raccatta sterco di dromedario come il musulmano che sbraga I maroni di continuo senza remore , Salvini doveva intimare alla Nave diciotti e al suo capitano Ebreo ( era ebreo veramente ) di ritornarsene in africa oppure tirarci addosso con l’Obice e invece ha sbolognato tutti I negher al Papa e alle sue diocesi,le diocesi sono sul suolo italiano non stanno Su Marte che colpa ha I’ll Papa se questi rifiuti d’oriente fuggono come polli in ogni dove ,e’ quel coglione di Salvini che doveva prendersi le proprie Responsabilita e invece ha usato LA Chiesa come Testa di Turco

  • Sed Vaste
    29 Nov 2018

    Aggiungo che sul Web si accusava e si vedeva in un Video bufala I’ll Papa baciare le Mani ai Rockefeller a kissinger e Rothschild noti criminali Ebrei ,essendo I’ll popolo bue e ignorante non riconoscendo neanche le scarpa da infilarsi LA Mattina invece di sentire l’audio si e’ limitato a leggere e credere al titolo falso del video ,Mentre bastava ascoltare l’audio e si capiva che I 3 ebrei a cui I’ll Papa baciava LA mano erano 3 ebrei dai Nomi normali 3 oloscampati all’olobufala ,quella si una menzogna un Dogma per creduloni per Crape avvinazzate

    • atlas
      30 Nov 2018

      quelli con lui nella foto sono le sue damigelle notturne ?

  • redfifer
    29 Nov 2018

    Fuori i stranieri dall’Italia e con essi anche il pappafico argentino, che nulla ha di cristiano se non l’ipocrisia che da sempre fa la differenza dal clero e le popolazioni rese prigioniere dalle brame di potere vaticane.

  • Darian Goyer
    29 Nov 2018

    Esatto Sed Vaste e il Papa si deve difendere pure dai nemici interni che ha la chiesa vedi Vigano il cardinale che accusava il Papa sulla pedofilia ,Vigano una settimana fa e’ stato condannato da un tribunale a dover risarcire il fratello disabile ,da un personaggio viscido cosi cosa ci si puo aspettare ,il Papa e’ circondato da nemici questa e’ la realta ,grazie Sed di aiutarci a sbrogliare il nodo gordiano

  • Robyt
    29 Nov 2018

    Antipapa bergoglio predica ormai soltanto il dogma e la dottrina dell’eresia umanitaria (il vero frutto avvelenato della massoneria giunto a noi per mezzo della rivoluzione francese). Questa non è una novità di questo papa, ma fa parte della chiesa post conciliare.
    http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV2693_Servodio_Papa_biforcuto_pro_diritti_umani.html

  • Helios
    29 Nov 2018

    Bergoglio restituisca all Italia quello che deve restituire cioe’ dia a Cesare quello che e’ di Cesare che pare corrisponda a ben 5mld che non vuol pagare..
    Poi faccia quel che vuole quale monarca assoluto del proprio stato.

    Va contro l Europa perche la stessa lo invita a regolare i conti con l Italia.

    .

  • Max Tuanton
    30 Nov 2018

    Guardate che il Papa fino all 1870 era padrone di mezza Italia sono stati I piemontesi a incamerarsi e a confiscare tutte le proprieta’ del Papa ,difatti solo col Duce I’ll Papa ha riconosciuto lo stato Italiano in cambio di risarcimenti ,ha fatto bene io a Garibaldi Cavour e Mazzini gli avrei tirato addosso con l’,obice altroche’,quella razza di massoni maledetti che soon statii fatti eroi

    • atlas
      30 Nov 2018

      EH ! Finalmente un commento che somiglia a quello di una persona un po’ sana di mente

      ma sappiamo che dura poco, poi ricominci a bombardare feto disgustoso consigliandoci sempre tutti di digitare questo e quell’altro. I pazzi hanno anche loro ogni tanto dei momenti di lucidità, gl’idioti MAI.

  • Orazio
    1 Dic 2018

    La Chiesa ormai è alla frutta…. cercano nuovi sudditi….

  • Monk
    1 Dic 2018

    Veramente i lobotomizzati sono coloro i quali credono ancora in un sistema di potere come il Vaticano, non avrà esercito e marina ma il messaggio spirituale che lancia a milioni di veri rincoglioniti è pericolosissimo e si rende complice dei massoni, sorosiani, giudei e compagnia danzante. Bergoglio è un essere malvagio, nemico degli stati e da abbattere alla pari degli altri porci.

Inserisci un Commento

*

code