Palestinesi hanno dato fuoco alla torre dell’esercito israeliano

Giovani palestinesi hanno dato fuoco a una torre militare del regime israeliano nella città di Al-Jalil (Hebron), situata nel sud della Cisgiordania occupata.

Diversi palestinesi hanno appiccato il fuoco a una torretta militare appartenente agli occupanti all’ingresso di Beit Amr, situata a nord di Al-Jalil “, ha riportato sabato il portale di notizie Al-Watan Voice , pubblicando le immagini dell’evento.

I media affermano che i palestinesi sono riusciti a dare fuoco alla torre con bombe molotov, ferendo diversi soldati israeliani. Tuttavia, al momento della pubblicazione di questo rapporto, i dettagli sul livello dei danni causati ai militari non erano ancora stati resi noti.

Alcune fonti palestinesi hanno annunciato che i soldati israeliani presenti nella torre sono quasi soffocati dopo l’incendio.

Un’ora dopo, il quotidiano arabo Rai al-Youm , citando fonti ebraiche, ha riferito che sette soldati sono rimasti feriti in questo attacco.
Le azioni dei giovani palestinesi contro i soldati israeliani sono aumentate negli ultimi mesi in diverse aree della Cisgiordania.

Le autorità militari israeliane hanno ripetutamente sottolineato che c’è un difetto nella preparazione dell’esercito alle situazioni di emergenza.

Secondo i palestinesi, questi attacchi sono una risposta alle atrocità commesse dal regime israeliano dall’inizio della sua occupazione.
A questo proposito, le autorità palestinesi hanno intentato diverse cause dinanzi alla Corte penale internazionale (CPI) dell’Aia (Paesi Bassi) affinché il regime di Tel Aviv fosse processato per crimini di guerra e crimini contro l’umanità, ma non hanno ricevuto risposta.

Fonte: Hispantv

Traduzione: Luciano Lago

Nessun commento

Inserisci un Commento