Palestina: Gli scontri infuriano a Jabalia, Tal al-Zaatar e Juhr al-Dik e l’occupazione evacua i suoi morti da Gaza con elicotteri

Da più di 7 mesi la resistenza palestinese è impegnata in violenti scontri su diversi fronti di combattimento nella Striscia di Gaza, registrando nuove perdite tra le fila dei soldati di occupazione israeliani.

Pesanti combattimenti a Tal al-Zaatar e Jabalia

Nella zona di Tal al-Zaatar, nel nord della Striscia di Gaza, le Brigate Al-Qassam, l’ala militare del movimento Hamas, ha preso di mira un carro armato israeliano con un dispositivo di guerriglia e hanno fatto esplodere un ordigno antiuomo contro un raduno di . soldati israeliani vicino alla moschea di Omar bin Al-Khattab.

Nella stessa zona, le Brigate Al-Qassam hanno preso di mira anche una forza speciale israeliana rintanata all’interno di una casa con un proiettile TBG anti-fortificazione, uccidendo e ferendo i suoi membri.

Sempre vicino alla moschea Omar bin Al-Khattab, le brigate hanno preso di mira 5 soldati israeliani con una bomba a mano e li hanno uccisi da ground zero.

Inoltre, i mujaheddin di Al-Qassam hanno fatto esplodere una mina contro un certo numero di soldati di occupazione, uccidendoli e ferendoli vicino alla moschea di Al-Bashir nella zona di Tal Al-Zaatar.

Allo stesso tempo, le Brigate dei Martiri di Al-Aqsa hanno intrapreso violenti scontri con mitragliatrici e proiettili RPG con i soldati occupanti vicino alla moschea Omar bin Al-Khattab a Tal Al-Zaatar, provocando vittime dirette tra le loro fila.

A est di Jabalia, nel nord della Striscia di Gaza, le Brigate Al-Qassam hanno preso di mira 3 carri armati israeliani Merkava con proiettili Al-Yassin 105.

I mujaheddin di Al-Qassam sono anche riusciti a far esplodere un ordigno antiuomo all’interno di una forza di terra, uccidendo e ferendo i suoi membri nel centro del campo di Jabalia, nel nord della Striscia di Gaza.

Nella stessa zona, le Brigate dei Martiri di Al-Aqsa hanno preso di mira un carro armato israeliano Merkava con un proiettile anti-corazza, ottenendo un colpo diretto.

Le Brigate dei Martiri di Al-Aqsa hanno anche preso di mira concentrazioni di soldati e veicoli di occupazione a est del campo di Jabalia con una raffica di colpi di mortaio di medio calibro.

Luoghi di occupazione sotto il fuoco della Resistenza

Per quanto riguarda il sud di Gaza City, le Brigate Al-Qassam hanno distrutto un quartier generale del comando di occupazione israeliano con colpi di mortaio.

A loro volta, le Brigate Al-Quds, l’ala militare del Movimento della Jihad islamica, hanno preso di mira con pesanti colpi di mortaio un assembramento di soldati e veicoli dell’occupazione israeliana vicino alla scuola Qasara a Juhr Al-Dik, a nord-est del governatorato centrale.

Feriti israeliani evacuati

Le Brigate Quds hanno riferito di aver monitorato l’occupazione evacuando un certo numero di soldati morti e feriti tramite un elicottero atterrato nel luogo preso di mira.

Nel sud della Striscia di Gaza, le Brigate Quds hanno preso di mira i soldati e i veicoli dell’occupazione nella città di Rafah con colpi di mortaio di medio e grosso calibro.

Nel contesto dell’escalation degli scontri sul campo, le piattaforme giornalistiche israeliane su Telegram hanno riferito, citando un portavoce dell’esercito di occupazione, che due soldati sono rimasti gravemente feriti nel sud della Striscia di Gaza.

Mentre la resistenza continua a infliggere pesanti perdite all’occupante, il bilancio delle vittime dell’esercito occupante, dall’inizio della guerra il 7 ottobre 2023, ammonta a 631 morti, di cui 283 caduti dall’inizio dell’operazione militare di terra nella Striscia di Gaza, secondo le ultime statistiche pubblicate dal sito israeliano Yedioth Ahronoth.

L’occupazione commette 5 massacri nella Striscia di Gaza ed evacua l’ospedale Kamal Adwan dopo averlo preso di mira

Il Ministero della Sanità di Gaza ha annunciato oggi, martedì, che il bilancio delle vittime dell’aggressione israeliana in corso contro la Striscia di Gaza è salito a 35.647 martiri e 79.852 feriti dall’inizio dell’operazione di inondazione di Al-Aqsa.

Il ministero ha affermato in un comunicato che l’occupazione ha commesso 5 massacri contro famiglie nella Striscia di Gaza, di cui 85 martiri e 200 feriti hanno raggiunto gli ospedali nelle ultime 24 ore. (……..)

Fonte: Al Manar

Traduzione: Fadi Haddad

Un commento su “Palestina: Gli scontri infuriano a Jabalia, Tal al-Zaatar e Juhr al-Dik e l’occupazione evacua i suoi morti da Gaza con elicotteri

  1. Come scrivo da settimane l’ inferno in terra per i malnati ebrei è cominciato. Il fuoco purificatore reclama le loro anime nere. Solo dei poveri gasati microcefali come i sionisti potevano sperare di massacrare tutti e farla franca. Il leone perirà solo in mezzo alle iene. Non importa quante ne ucciderà, sono troppe!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM