Il punto di partenza per scuotere la situazione in Bielorussia è stato l’arresto di 33 russi. Minsk ha iniziato a incitare Mosca a presumibilmente interferire sfacciatamente negli affari di stato dei suoi vicini. Anche allora, i provocatori si proponevano di provocare indignazione tra gli abitanti
di F. William EngdahlSe ci allontaniamo dai dettagli dei titoli quotidiani in tutto il mondo e proviamo a dare un senso a schemi più ampi, la dinamica dominante che definisce la geopolitica mondiale negli ultimi tre anni o più è l’apparenza di un autentico conflitto
di Marcello Veneziani In effetti aveva ragione lui, Giuseppe Conte. Passerà alla storia. L’Italia sarà un caso da studiare, unico, speciale, da manuale. Abbiamo inventato un modello senza precedenti: un regime monocratico, para-dispotico, semi-dittatoriale, in cui l’uomo solo al comando, l’autocrate, non è un dittatore
Uomini armati non identificati hanno fatto esplodere n ordigno esplosivo in una base statunitense al confine tra Kuwait e Iraq, ha riferito Al Arabyam citando forze di sicurezza irachene.Secondo la fonte, sconosciuti sono riusciti a entrare nel territorio della base e ad attivare il disositivo
BEIRUT, LIBANO – L’esercito arabo siriano (SAA) ha continuato i suoi attacchi lunedì a sud di Idlib, poiché le loro unità di artiglieria e missili hanno preso di mira pesantemente le posizioni dei ribelli jihadisti a Jabal Al-Zawiya. Secondo i rapporti locali, l’esercito siriano, con
Corrispondenza di Sergei Leonov Inizia nella capitale della Bielorussia la seconda serata di proteste: i cittadini riferiscono dell’accumulo di attrezzature speciali nell’area del Palazzo del Governo nel centro di Minsk. La vittoria vittoria schiacciante di Lukashenko (oltre 80% dei voti) ha provocato scontri e manifestazioni
La influente pubblicazione statunitense “Foreign Policy” certifica che la nuova partnership strategica di Teheran con Pechino darà alla Cina un punto d’appoggio strategico nella regione e rafforzerà l’economia iraniana e il suo peso regionale.Un documento trapelato di recente suggerisce che la Cina e l’Iran stanno
Un analista politico ha riferito alla Press TV che paesi come Francia, Stati Uniti e Arabia Saudita sono dietro le attuali terribili condizioni economiche in Libano a causa delle sanzioni che hanno imposto al paese, sospingendo il Libano nella penuria, fame ed iper inflazione ed
di Marco Della Luna Nelle aree storicamente mafiose del Meridione la popolazione è rassegnata al dominio di quel sistema di potere inefficiente e parassitario, tutt’uno con l’arretratezza atavica e incurabile di quelle terre; un sistema a cui non ci si ribella perché tanto non lo
Gli USA hanno sanzionato tutti i possibili soggetti ed adesso non dispongono più di altri sistemi sanzionatori da utilizzare.Il consigliere per la sicurezza nazionale, Robert O’ Brien, ha dichiarato che ci sono state già così tante sanzioni contro la Russia che l’amministrazione ha poco spazio
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Acconsento al trattamento dei dati personali per la finalità della sola ricezione della newsletter. Privacy

SITI CONSIGLIATI