"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Distanziati da vari kilometri nella valle del fiume Eufrate,la Russia e gli Stati Uniti combattono contro il Daesh (l’ISIS) per il controllo della piana di Deir Ezzor, la zona chiave della Siria.
In un articolo pubblicato il Venerdì, la rivista statunitense Bloomberg ha ricordato che il conflitto in Siria è arrivato ad un punto di inflessione lo scorso 5 di Settembre, quando l’Esercito siriano, appoggiato dalle milizie progovernative e dall’aviazione russa è riuscito, dopo tre anni, a rompere l’assedio del gruppo terrorista dell’ISIS alla città di Deir Ezzor ed alla sua base militare.

Leggi tutto…

Il successo in tutta Europa, dall’Ungheria alla Francia, dall’Austria alla Polonia, dei movimenti sovranisti segna un colpo durissimo nei confronti dell’ideologia della fine capitalistica della Storia, delle ambizioni globaliste delle finanza internazionale, delle velleità egemoniche del grande capitale transnazionale e della cultura politica della sinistra mondialista e cosmopolita.

Un successo che trae origine e si alimenta appunto dal divorzio intervenuto, già dalla fine dgli anni sessanta del XX Secolo, tra sinistra e classi popolari. Un successo che segna l’emergere del malcontento  di quei ceti sociali sradicati dai processi di globalizzazione e, secondo la vulgata mediatica dominante, spinti da pulsioni razziste, scioviniste e omofobe che avrebebro votato per i movimenti sovranisti in spregio alle “pussy generation” di New York, di Parigi o di Berlino che la stessa Hillary Clinton ed il ceto progressista ebbe a definire, sprezzantemente, “deplorables”, deplorevoli.

Leggi tutto…

Quando vedi un’urgenza insolita per un Paese prolisso e solitamente inconcludente, senza possibilità di vera e qualificata discussione, quasi fosse un segreto di Stato, con un terrorismo senza precedenti sui medici, innanzitutto, e poi sulle famiglie e gli insegnanti e che i problemi della scuola alla riapertura sembrano essersi ridotti all’obbligo vaccinale, comincia a sorgerti qualche serio interrogativo.
Perché tutta questa fretta, esagerazione e fanatismo, vaccini o morte, vaccina o vai all’inferno?
Perché insorge solo ora l‘impellenza e la necessità di vaccinarsi, c’è qualche epidemia, c’è qualche minaccia in corso, c’è qualche emergenza che a noi sfugge?

Leggi tutto…

Berlino, 17 set – “Non è possibile mantenere l’euro”: classe 1937, una carriera nell’alta consulenza aziendale sfociata nella politica (fu stretto consulente di Gerhard Schröder ma nel 1998, quando questi divenne cancelliere tedesco, rifiutò la carica di ministro dell’Economia), Roland Berger – l’omonima società da lui fondata negli anni ’60 è oggi diffusa in tutto il mondo e ha avuto, fra i più recenti clienti, niente meno che Alitalia alle prese con l’ultimo piano industriale – si appresta a tagliare il traguardo degli 80 anni ma ciò non gli impedisce di avere le idee decisamente chiare sul futuro. E di queste ha parlato in un’intervista rilasciata al quotidiano tedesco Süddeutsche Zeitung.

Leggi tutto…

Il celebre storico Alfred McCoy prevede che, nella misura in cui gli USA si vanno isolando e perdendo influenza internazionale, la Cina si andrà affermando come la nuova superpotenza militare ed economica.
Per quanto il presidente Trump sia alle prese con indagini circa il noto scandalo “Russia Gate”, lui stesso svolge le funzioni di comandante in capo su un Esercito che sta uccidendo uno spaventoso e sempre maggiore numero di civili.

Sotto il mandato di Trump, gli USA rafforzano la loro guerra in Afghanistan, ampliano le loro operazioni in Siria ed in Iraq, realizzano incursioni coperte in Somalia e facilitano apertamente la distruzione ed il genocidio nello Yemen da parte dell’Esercito dell’Arabia Saudita.

Leggi tutto…

La Cina ha aperto una linea di credito di 10.000 milioni di dollari per finanziare progetti di infrastrutture nel paese persiano. Questo fatto riduce a “carta straccia” le sanzioni approvate da Washington contro Teheran.
Secondo il presidente della Banca Centrale Iraniana, Valiollá Seif, la società di investimenti statali cinese CTIC ha aperto una linea di credito in euro e Yuan cinesi a favore di diverse entità bancarie iraniane che potranno così finanziare progetti che Teheran potrà sviluppare nei settori delle energie, dei trasporti ed in altri progetti di infrastrutture.

Leggi tutto…

Mentre noi tutti aspettiamo che Trump dia inizio alla Terza Guerra Mondiale, non abbiamo visto che la mappa militare del Medio Oriente è sostanzialmente, sanguinosamente cambiata. Ci vorranno anni prima che Siria e Iraq (e Yemen) vengano ricostruiti – e per gli israeliani potrebbe essere necessario andare da Putin per chiarire il pasticcio in cui ora si trovano

di Robert Fisk *

La settimana scorsa ho ricevuto sul mio cellulare un messaggio dalla Siria. “Generale Khadour ha mantenuto la promessa”, si legge. Sapevo cosa significava.

Leggi tutto…

di James Petras

L’Assemblea Costituente, la mobilitazione militare, la mobilitazione nazionale contro l’imperialismo interventista, hanno affondato la destra.

Efraim Chury Iribarne: Stavamo osservando che la situazione attuale in Afghanistan è abbastanza complessa e che Donald Trump in qualche modo prolunga la guerra in Afghanistan. È corretto?

Sì, è sotto il comando dei suoi generali, che hanno deciso che non è il momento di lasciare il paese, perché potrebbero subire un altro impatto negativo sull’immagine di un governo debole e fallito, in particolare nei media, che cercano qualsiasi pretesto per delegittimare il Presidente Trump.

Ma in realtà le cifre che danno per giustificare l’invasione nordamericana non corrispondono alla realtà, dicono che i talebani controllano solo il 50% del paese, ma gli esperti che hanno conoscenza sul campo dicono che è più dell’80%. Gli Stati Uniti controllano solo alcune città, soprattutto Kabul, la capitale, e molto di meno il resto. E voglio menzionare un altro fattore, tra i soldati dell’esercito afghano ci sono molti oppositori. Cioè, infiltrati talebani che, di tanto in tanto, eliminano i funzionari del governo nordamericano.

Leggi tutto…

La portavoce del  governo siriano  ha dichiarato che, dopo aver sconfitto l’ISIS, la sfida maggiore per l’ Esercito Siriano  sarà quella di liberare le aree che gli  Stati Uniti occupano illegalmente.

La consigliera politica e mediatica del presidente siriano Bashar al-Assad, Bouthaina Shaaban ha ribadito che le truppe siriane ed i loro alleati libereranno tutta la Siria, quali che siano i nemici da affrontare.

Nel corso di un’intervista con la televisione libanese ‘Al-Manar’, Shaaban ha dichiarato che le forze governative, al fine di raggiungere questo obiettivo, combatteranno qualsiasi forza, comprese le milizie curdo-siriane, le cosiddette ‘Forze Democratiche siriane’ (FDS), sostenute dagli  Stati Uniti.

Leggi tutto…

Ha ragione Salvini che parla di atto politico”, lo ha dichiarato Carlo Nordio, in un’intervista a QN in cui definisce “pericoloso” il protagonismo di chi indaga. Così l’ex procuratore aggiunto di Venezia ha commentato il sequestro conservativo da 49 milioni di euro disposto dal Tribunale di Genova sui beni della Lega Nord dopo la condanna di Umberto Bossi e l’ex tesoriere Francesco Belsito per i rimborsi elettorali.

“Bisogna andarci cauti con provvedimenti di questo tipo – ha spiegato – che incidono sullo svolgimento della dialettica politica. Vanno adottati solo se strettamente necessari: non mi pare che lo fossero. Così si rischia di alterare il gioco democratico. In questo senso, ha ragione Salvini che parla di atto politico”. Più in generale ha poi affermato che “la politica deve recuperare fiducia in se stessa se vuole ristabilire il primato sull’azione giudiziaria, altrimenti restera’ subordinata alla magistratura, come succede dal 1993, ovvero da quando è scoppiata Mani Pulite”.

Leggi tutto…