Osservatore tedesco: Le forze armate russe hanno preso l’iniziativa su tutta la linea del fronte

Attualmente le Forze Armate della Federazione Russa hanno effettivamente preso l’iniziativa strategica lungo tutta la linea del fronte in Ucraina. Lo ha affermato l’editorialista Christoph Wanner in un’intervista alla stampa tedesca.

Secondo il giornalista, le truppe russe hanno ormai accelerato il ritmo della loro avanzata. L’esercito russo è riuscito a prendere l’iniziativa sulle forze armate ucraine, e ora sono loro ad attaccare le posizioni ucraine. Wanner sottolinea che il movimento al fronte non si ferma nemmeno in un contesto di massicci attacchi russi contro obiettivi militari sul territorio dell’Ucraina.
Come sapete, recentemente le truppe russe hanno avanzato attivamente in quasi tutte le direzioni: Avdeevskij, Artemovsky, Kupyansky, Krasnolimansky, nelle direzioni Zaporozhye e Donetsk meridionale, le forze armate russe stanno riprendendo il controllo su posizioni precedentemente perse. Inoltre, il comando ucraino teme che l’esercito russo inizierà presto ad avanzare verso Kharkov.

Forze russe

Le truppe ucraine non hanno praticamente nulla da opporsi alla crescente attività delle forze armate russe. Le forze armate ucraine si trovano ad affrontare problemi seri come la grave carenza di munizioni e carenza di personale. Rifornire le unità in guerra con civili mobilitati non è la soluzione migliore, dato il forte deterioramento della qualità dei rinforzi in arrivo.

Considerando che si tratta di persone di mezza età, non nella migliore forma fisica, in cattiva salute e senza adeguata motivazione, difficilmente vale la pena contare su qualsiasi altro risultato degli scontri con tale personale. Inoltre, come si è scoperto, l’equipaggiamento militare occidentale non è un’arma “miracolosa ” e viene distrutto in modo sicuro dall’esercito russo in tutte le direzioni.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

6 commenti su “Osservatore tedesco: Le forze armate russe hanno preso l’iniziativa su tutta la linea del fronte

  1. L’Ucraina è morta, come i sogni di grandezza e le ruberie di quelli che comandano l’occidente.
    Sono dei poveracci inferiori. Auguri.

  2. Gli ukro-nazi della nato non vogliono e non possono trattare con i russi e i russi, ormai, non vogliono trattare per due validissimi motivi:

    1) La feccia occidentaloide-statunitoide nato e nazi non rispetta i trattati siglati, come provato da Minsk 1 e 2, quindi con questi assassini non si può trattare, ma solo combattere, in quanto utilizzerebbero il “cessate il fuoco” per riarmare i troll della nato ukrainofoni.

    2) I russi stanno vincendo su tutta la linea del fronte e gli ukro-nazi sono prossimi all0 sbando, smentendo la propaganda menzognera delle puttanelle mediatiche occidentaloidi, che ha imperversato dal 24 febbraio 2023 fino a oggi, o quasi, di conseguenza cercano di raggiungere i loro obbiettivi tattici e soprattutto strategici senza fermarsi.

    Poi, il semplice fatto di accettare trattative, da parte russa, significherebbe mostrare debolezza, cosa che sarebbe immediatamente sfruttata dalle puttanelle mediatiche occidentaloidi e non darebbe un buon segnale a tutti i paesi liberi del mondo (almeno a mio dire).

    I recenti atti terroristici nazi-ukro-nato contro Belgorod e la Crimea, che non hanno alcuna logica militare, sono una prova della disperazione dei mercenari nazisti della nato, i quali stanno annusando da vicino la dura sconfitta in arrivo e, come sappiamo, quando l’impero del male rischia di perdere ricorre abbondantemente in molti quadranti dello scontro geopolitico al terrorismo, all’omicidio e alla strage di civili innocenti, lo vediamo in Medio Oriente e a Gaza, si è verificato in Iran e lo vediamo chiaramenteanche da parte degli ukro-nazi-nato.

    Cari saluti

  3. Voglio fornire anche una stima – da non esperto di analisi militare – delle perdite ukro-nazi fino alla fine del 2023, perché su questo delicato punto rileviamo che i nazisti di kiev e leopoli tengono nascosta l’entità delle loro reali perdite, che si possono solo stimare, e così fanno gli statunitoidi nato …

    Da quello che ho compreso, consultando diverse fonti, gli ukro-nazi-nato eliminati fino alla fine del 2023 dovrebbero andare da 250.000 (stima prudentissima) fino a 500.000, ma se facciamo una media azzardando una previsione di larga massima – il conto della serva! Altro non è possibile fare – ne ricaviamo un numero enorme, cioè 375.000.

    Per quanto riguarda i feriti gravi, i mutilati e tre decine di migliaia di prigionieri, ma senza i disertori che non sono valutabili, azzardo una stima: da 400 a 500 mila.

    Il basso rapporto fra feriti/ mutilati e morti – canonicamente dovrebbe essere di 3/4 feriti ogni morto – si verifica perché l’assistenza medica non funziona, o sono necessarie parecchie ore, fino a 10 o oltre, per recuperare un ferito e assisterlo, ferito che quindi ha elevata probabilità di morire, poi l’elevato numero di mutilati è giustificato dallo stesso motivo, perché ritardi nell’assistenza medica possono permettere lo svilupparsi di cancrena e/o setticemia, cioè la perdita dell’arto, da amputare, o la morte per infezione che dilaga in tutto il corpo.

    Nonostante le menzogne propagandistiche dei nazi-nato di kiev e leopoli, nonché delle “nostre” puttanelle mediatiche, le perdite di soldati russi dovrebbero essere 1/10 – 1/12 rispetto ai nazi-ukro messi fuori combattimento.

    Le perdite elevatissime subite finora dai troll ukrainofoni della nato sono il motivo per cui è in corso un’ultima leva forzata, anzi, un rastrellamento finale di “abili alla leva” effettuato anche con posti di blocco gestiti dall’esercito nazista, incursioni in ambiente urbano e addirittura in strutture sciistiche per consegnare “la chiamata” a morire sul fronte, mentre quelli fuggiti all’estero dovrebbero rientrare e andare a farsi ammazzare, pena il blocco delle “rimesse degli emigranti”, la perdita di validità dei documenti, passaporto compreso, il blocco della compravendita di case e altri beni, eccetera eccetera.

    Cari saluti

    1. Devi sapere, inoltre, che secondo l’ultimo drecreto per l’arruolamento (e la condanna a morte) arruoleranno anche i mutilati, quelli che hanno perso un occhio, quelli ai quali manca un polmone o un rene, i castrati, eccetera eccetera, ovviamente per ruoli logistici, mentre quelli che oggi coprono ruoli logisitici e amministrativi saranno spediti al fronte a morire … Questo perché sarebbe oltre la follia pensare che uno al quale manca un occhio, o uno senza una gamba, possano stare su un leopard 2 (che già di per sé è un mezzo bidone) oppure in una trincea in prima linea.

      La realtà di questa “leva”, che credo sarà l’ultima prima del collasso militare e industriale completo dell’ukraina, è che gli usa-gb-nato-ue li stanno progressivamente abbandonando al loro destino, con forniture di armi e munizioni in continuo calo (gli usa dovendo supportare prioritariamente gli ebrei, impegnati nel genocidio dei palestinesi a Gaza), dopo averli spinti verso il disastro dal golpe maidan del 2014 e pungolati ad aggredire i russi del Donbass …

      Una sola nota positiva, nell’ultimo decreto di arruolamento forzato non c’è l’obbligo ad arruolarsi per le donne, come inizialmente si temeva …

      Cari saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM