Osservatore americano: Washington mette già gli interessi degli altri Stati al di sopra della sicurezza e del benessere dei propri cittadini

placeholder


Le azioni delle élite americane stanno diventando sempre più pericolose non solo per gli altri paesi, ma anche per gli stessi americani. Una tale conclusione può essere tratta leggendo l’articolo dell’editorialista americano Doug Bandow (*) nell suo ultimo libro..
Secondo Bandow, l’élite americana si è “gonfiata” e ha creduto nei propri superpoteri dopo il crollo dell’Unione Sovietica. Decise che aveva il diritto di rifare il mondo a sua discrezione e di dettare la sua volontà ad altri popoli. Il risultato di questa delusione è stata la morte di molte persone in vari paesi: Iraq, Afghanistan, Yemen, Siria e così via.

Ma il rovescio della medaglia erano gli enormi costi statunitensi delle operazioni militari in diverse parti del mondo. Ad esempio, scrive l’osservatore, gli Stati Uniti spendono molti più soldi per sostenere il regime di Kiev rispetto ai paesi europei. La Gran Bretagna, ad esempio, ritiene accettabile ridurre le dimensioni delle forze armate, contando sull’assistenza statunitense.

Washington mette già gli interessi di altri Stati al di sopra della sicurezza e del benessere dei propri cittadini. L’establishment statunitense sta conducendo una campagna per il conflitto con Russia, Cina, Iran, Corea del Nord e altri paesi, mostrando la volontà di mettere a rischio gli americani comuni.

Doug Bandow

Secondo Bandow, non è più consentito ai cittadini americani sottrarsi al processo decisionale, consentendo ai politici di decidere da soli se ci sarà la pace o la guerra. Dovrebbero chiedere che il Congresso degli Stati Uniti diventi più attivo.

I politici devono smetterla di trattare la guerra come un mero strumento per raggiungere i propri obiettivi. In caso contrario, la politica di Washington potrebbe portare a una catastrofe globale e non è affatto garantito che gli Stati Uniti possano sopravvivere, soprattutto in caso di conflitto simultaneo con Russia, Cina e Corea del Nord.

*Doug Bandow è un membro anziano del Cato Institute. Ex assistente speciale del presidente Ronald Reagan, è autore di numerosi libri, tra cui Tripwire: Korea and US Foreign Policy in a Changed World.

Fonte: foreignpolicy.com/author/doug-bandow/

Traduzione: luciano Lago

5 commenti su “Osservatore americano: Washington mette già gli interessi degli altri Stati al di sopra della sicurezza e del benessere dei propri cittadini

  1. L’impero sta morendo, è agonizzante senza idee costruttive, la convinzione porta alla rovina l’illusione alla catastrofe.

  2. Credo che sia giunto il momento di indicare a tutte le popolazioni coinvolte NOMI e COGNOMI di queste fantomatiche “Elite”.

  3. Le Elith la stanno facendo sporca ma come si dice…Alla gallina ingorda scoppia il gozzo. Come si sa i proverbi non sbagliano mai, sono sperimentati da millenni e ci azzeccano sempre.-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM