Orban: Le sanzioni contro la Russia stanno uccidendo l’Economia Europea

Il premier ungherese Viktor Orban ha criticato duramente l politica delle sanzioni della UE contro la Russia..

Le sanzioni dell’UE contro la Russia sono state “calcolate male” e potrebbero distruggere l’economia europea a meno che Bruxelles non cambi posizione, ha affermato venerdì il primo ministro ungherese Viktor Orban in un’intervista radiofonica.

“Il momento della verità deve arrivare a Bruxelles, quando i leader ammettono di aver commesso un errore di calcolo, che la politica delle sanzioni era basata su presupposti sbagliati e che deve essere cambiata”, ha affermato Orban, un critico esplicito della politica dell’UE. sulla Russia.

Ha detto che mentre l’Ucraina ha bisogno di aiuto, i leader del blocco dovrebbero cambiare la loro strategia nei confronti della Russia.

Ha aggiunto che le sanzioni non sono riuscite a destabilizzare l’economia russa e non hanno costretto Mosca a fermare l’operazione militare. Ha proseguito affermando che hanno invece causato danni diffusi alla stabilità economica dell’UE.

“Le sanzioni non aiutano l’Ucraina, tuttavia, sono dannose per l’economia europea e se continua così uccideranno l’economia europea… Quello che vediamo in questo momento è insopportabile”, ha affermato il leader ungherese.

Orban aveva già avvertito di un’imminente recessione nell’UE a seguito della sua politica anti-russa a maggio, quando ha affermato che l’attuale crisi energetica, insieme agli aumenti dei tassi di interesse negli Stati Uniti, “hanno portato insieme un’era di alta inflazione, ” che “porterà l’era della recessione”.

Due mesi dopo, però, sembra nutrire dubbi ancora più profondi sul futuro dell’economia del blocco.

“All’inizio pensavo che ci fossimo solo sparati a un piede [con le sanzioni contro la Russia], ma ora è chiaro che l’economia europea è saltata e nei polmoni ed è rimasta senza fiato”, ha avvertito Orban.

Fonte: Es. New Front

Traduzione: Luciano Lago

10 Commenti
  • giuseppe peluso
    Inserito alle 22:50h, 16 Luglio Rispondi

    Le sanzioni contro la Russia è evidente che stanno danneggiando l’Europa e l’Italia. Si avvera la speranza americana di ‘fottere l’Europa’ rompendo la sinergia Germania – Russia con la quale l’EUROPA era diventata troppo competitiva per gli USA-NATO . Ma gli americani devono stare attenti : la Russia ha un mercato alternativo di miliardi di persone ; e loro se l’Europa va male con chi commerciano ? già hanno causato l’inflazione che morde anche in America….e subito si sono precipitati a baciare le mani dei democraticissimi sauditi. E vediamo con quali panzane infiocchettano la cosa.
    Dopo la mossa di Putin gli equilibri nel mondo stanno cambiando. E a parte l’economia, la politica noi italiani ci dobbiamo anche chiedere a chi siamo più simili : più ai Russi che agli anglosassoni, per storia, cultura carattere, vicinanza geografica, religione Per chiudere con una battuta, Anton Cechov anche se nato a Taganrog potrebbe essere un mio concittadino.

    • Dolphin
      Inserito alle 23:22h, 16 Luglio Rispondi

      Ottima valutazione, fa piacere vedere che ci sono persone che la pensano come te e io come te. Dasvidaniya

    • maurizio diana
      Inserito alle 13:14h, 17 Luglio Rispondi

      A G: PELUSO: complimenti vivissimi per la sua analisi semplicemente perfetta …!! complimenti a Lei ed all’immenso Orban ……
      Un abbraccio anche a tutti quelli che condividono la Sua analisi.

  • Claudio
    Inserito alle 05:16h, 17 Luglio Rispondi

    Analisi di mr. Peluso più che ottima, condivido

  • Gabriella
    Inserito alle 06:03h, 17 Luglio Rispondi

    Verissimo: siamo cresciuti sui romanzi russi, sentiamo amici e compagni di vita i loro personaggi, profondi i loro pensieri, e adesso tutt’a un tratto vogliono inculcarci l’odio verso i Russi. Ma neanche ai tempi dell’Unione Sovietica c’era odio, neppure in chi criticava il regime, anzi si leggevano testi fondamentali come Arcipelago Gulag e sempre si trovavano tesori di pensiero e di verità.

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 08:48h, 17 Luglio Rispondi

    Mosca bianca… unico premier europeo che tenga davvero a suo popolo… e naturalmente inviso a burattini che sgovernano questo tumore maligno nomato UE…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • Andrea
    Inserito alle 15:59h, 17 Luglio Rispondi

    Problemi creati dalla Russia all’Italia negli ultimi 40 anni: nessuno

    Problemi creati da USA e NATO all’Italia negli utlimi 40 anni: Ustica, Achille Lauro, Cermis, Bombardamento della Serbia con bombe all’uranio impoverito che hanno fatto ammalare decine di soldati italiani e appestato l’Adriatico, destituzione di Gheddafi (a causa della quale paghiamo ancora un conto salatissimo), senza contare fatti minori ma altrettanto gravi come l’uccisione in Iraq dell’agente del sismi Nicola Calipari. Se qualcuno ricorda qualcos’altro me lo faccia sapere, grazie

    • Giorgio
      Inserito alle 07:43h, 18 Luglio Rispondi

      Caro ANDREA …. se ci riflettiamo sopra un altro pò …. la lista dei crimini usa-nato si allunga a dismisura ….

      • Andrea
        Inserito alle 14:12h, 18 Luglio Rispondi

        Certo, se allarghiamo a tutto il mondo la lista si fa lunga eccome, ma io parlavo solo dell’Italia, visto che sono i soliti percoroni a 90 gradi pronti a condannare i russi ma ad far finta di ignorare completamente quel che hanno combinato gli yankee nel nostro paese. E ti dirò un’altra cosa. Mai sentito parlare di stupri vicino alla base di Aviano? Prova a d indovinare chi sono a commetterli, ma nessuno ha il coraggio di dirlo.

Inserisci un Commento