Orban contrattacca contro Soros ed accusa lui e la sua rete mafiosa di ONG

Il primo ministro ungherese ha denunciato che il miliardario statunitense  George Soros ha inviato una “dichiarazione di guerra” nel sostenere  che, sotto l’attuale governo, l’Ungheria si sarebbe trasformata in uno Stato mafioso.

“Non abbiamo dubbi che questa accusa costituisce una dichiarazione di guerrra”, ha detto Viktor  Orban in una intervista alla radio pubblica Kossut, in cui ha detto che Soros mantiene una rete di migliaia di impiegati politici che lavorano nelle diverse ONG.  ”

Il funzionamento di queste associazioni non è trasparente“, ha criticato il primo ministro. Per tale motivo ha segnalato Orban, “è Soros colui che si  può indicare come il responsabile di una rete mafiosa”.

A questo proposito Orban ha difeso il progetto di legge per aumentare il controllo sulle ONG finanziate dall’estero. “Gli ungheresi hanno diritto a sapere chi e perchè le rappresenta e quali siano le reali finalità di queste organizzazioni”, ha aggiunto il capo del Governo.

Soros, che è nato in Ungheria ma abbandonò il paese quando era adolescente, non ha avuto remore nell’affermare lo scorso Giovedì, in un discorso a Bruxelles,  che “Orban ed il suo Governo avrebbero stabilito uno Stato mafioso segnato dall’inganno e dalla corruzione”.

Soros ha descritto questo stato mafioso come uno in cui si mantiene una democrazia di facciata ma dove i governanti utilizzano il loro potere di controllo sui media , sulla giustizia e su altri livelli di influenza per arricchirsi e mantenere il potere.

Orban di contro ha segnalato che Soros vuole far entrare in Europa oltre un milione di migranti all’anno ed ha avvisato che l’Ungheria costituisce un ostacolo per i suoi piani.

Il Governo ungherese ha alzato barriere ai suoi confini con Serbia e Croazia per impedire l’entrata illegale di migranti ed ha introdotto una setrie di misure legali per frenare l’immigrazione e garantire la sicurezza del paese.

In altra parte delle sue dichiarazioni, Orban aveva detto che l’Ungheria non si lascerà intimidire da chi vuole imporre forzatamente il multiculturalismo nel paese ed ha ribadito che lo Stato ha l’obbligo di difendere i suoi confini ed i cittadini ungheresi hanno pieno diritto a difendere la loro identità nazionale.

Fonte: La Gaceta.es

Traduzione: L.Lago

19 Commenti
  • annibale55
    Inserito alle 22:58h, 03 Giugno Rispondi

    Eh…difficile imbrogliare uno come SOROS. Con i 20.000 mld di lire fregati a noi nel ’92 ne paghi di gente! Dico io…non si potrebbe fare una legge per farci restituire i soldi? Oppure, non so, che qualche procura indaghi per scoprire se in quell’ anno c’ è stato illecito?

    • Alessandro
      Inserito alle 19:38h, 04 Giugno Rispondi

      Macché gli hanno conferito pure la laurea ad honorem dopo questo bagno di sangue, vero prof Prodi dell’università di Bologna?

  • Manente
    Inserito alle 23:58h, 03 Giugno Rispondi

    Soros ha una condanna a morte in Malesia, una all’ergastolo nelle Filippine e diverse decine di anni di galera in varie Nazioni, Francia compresa. Come se non bastasse, la Russia ha da poco emesso un mandato di cattura internazionale per questo pluri-pregiudicato. Stando così le cose, si tratta solo di arrestarlo o di mettere una taglia sulla sua testa, “Dead or Alive” come si fa con gli assassini seriali della sua risma. Se tira le cuoia, nessuno lo rimpiangerà e la schiera di lenoni della politica sul suo libro paga in Italia ed altrove che finora la hanno fatta franca, una volta rimasti orfani del loro “benefattore”, possiamo stare certi che ci penseranno dieci volte prima di continuare a vendere la pelle dei cittadini con il rischio ricevere anch’essi il trattamento che qualche “patriota” ha riservato Papademos, l’omologo greco di Padoa Schioppa, Prodi e Monti, solo per citarne alcuni !

  • Emilio
    Inserito alle 07:16h, 04 Giugno Rispondi

    Onore ad Orban, presidente coraggioso di un piccolo paese senza sbocchi sul mare.

  • Giorgio
    Inserito alle 08:39h, 04 Giugno Rispondi

    In oriente esistono alcune organizzazioni che commettono omicidi su commissione, perché non avvalersi della loro professionalità?

    • Mardunolbo
      Inserito alle 09:53h, 04 Giugno Rispondi

      sono ,questa volta, totalmente d’accordo con Giorgio. Estirpare un cancro mondiale, + lecito e pure doveroso.

      • Giorgio
        Inserito alle 10:30h, 04 Giugno Rispondi

        Certe affermazioni posso rilasciarle io che sono un senza Dio, lei dovrebbe porgere sempre e comunque l’altra faccia altrimenti deborda nell’ipocrisia.
        Come anarchico mi sento autorizzato a non rispettare alcuna legge, terrena o metafisica, invece sono centro di critiche da coloro che parcheggiano in divieto di sosta in doppia fila pur essendo istruttori di aspiranti patentandi.

        • Silvia
          Inserito alle 17:36h, 04 Giugno Rispondi

          Nel Medio Evo erano molto credenti, ma non porgevano nessuna guancia.

          • PieroValleregia
            Inserito alle 19:20h, 04 Giugno

            … nel Medio Evo erano tutto, meno che stupidi …
            Cristo, oltre a dirci di trattare bene il prossimo, ci ha anche ammonito a non aver paura di difenderci.
            Non siate tiepidi …
            saluti
            Piero e famiglia

        • Mardunolbo
          Inserito alle 18:28h, 04 Giugno Rispondi

          Lei stia nella sua anarchia senza dio e senza conoscenza della fede, e sarà meglio quando non commenta sulla fede dato che non ne ha e non ne conosce se non i rudimenti solo per aver leggiucchiato senza comprendere.
          Ribadisco ciò che ho scritto, perchè, tanto per cercare di dare un minimo alla sua povera mente confusa, sappia che la giustizia umana non dovrebbe essere disgiunta dalla Giustizia Divina e la condanna a morte per un prevaricatore usuraio ed istigatore di crimini di ogni genere, sarebbe , forse la sua salvezza!
          Per ulteriore informazione alla povera mente in preda all’anarchia interna,comunico anche che Gesù offriva di porgere altra guancia per gli offensori a parole, ma per i scandalizzatori dei giovani e dei bambini , consigliava di prenderli e buttarli ad annegare con una macina di mulino…
          Credo sia sufficiente, per ora !

          • Giorgio
            Inserito alle 19:36h, 04 Giugno

            La morte non esiste, è una mera abitudine della fisicità, se al povero Soros lo si obbliga ad abbandonare il suo corpo materiale non si fa altro che aiutarlo nella sua evoluzione globale.
            Lei come altri potete vivere, per quanto mi riguarda, nella fede io esclusivamente nella conoscenza, anche perché ho fatta mia l’indicazione del Sommo Poeta: ” Fatti non foste……..”, che guarda caso ha trattato del paradiso, inferno e purgatorio.
            Naturalmente lei si rifà a Gesù perché non conosce il Cristo, come ogni buon cattolico. Qui sta proprio la differenza tra il sottoscritto e lei con i suoi sodali.

    • Citodacal
      Inserito alle 10:58h, 04 Giugno Rispondi

      Cari vecchi ninja…

      • Giorgio
        Inserito alle 12:38h, 04 Giugno Rispondi

        Capisco che lei abbia simpatia per il Giappone, ma principalmente mi riferivo a certe corporazioni indiane, nepalesi e cinesi, non tralasciando quelle che insistono in Vaticano…….

        • Citodacal
          Inserito alle 12:49h, 04 Giugno Rispondi

          Tutto fa brodo.

          • Giorgio
            Inserito alle 12:54h, 04 Giugno

            E’ proprio con il brodo che hanno suicidato papa Luciani…

  • PieroValleregia
    Inserito alle 09:16h, 04 Giugno Rispondi

    … Soros è un cancro … da estirpare
    saluti e buona domenica
    Piero e famiglia

  • Giorgio
    Inserito alle 10:25h, 04 Giugno Rispondi

    La natura ha dotato ogni suo organismo vivente di anticorpi che entrano in funzione quando ne sia compromessa l’integrità stessa dell’organismo aggredito, mi chiedo come mai Soros che tanto nocumento ha arrecato all’Italia sia stato ricevuto in pompa magna da Gentiloni anziché arrestato e relegato nei “piombi” di palazzo Ducale a Venezia?
    Qui gatta ci cova.

  • Mardunolbo
    Inserito alle 18:32h, 04 Giugno Rispondi

    … e per definire meglio certa ignoranza, il “papa” Luciani non è stata ammazzato nè col brodino Lombardi (marca ignota ai più) nè con altro se non con la sua stessa grave malattia cardiaca che aveva sottaciuto per gustare il pontificato.
    Lui è stato ucciso dalla sua superficialità nell’affrontare una responsabilità che NON gli competeva come non competeva a quelli che sono venuti prima e in dimensione maggiore a quelli dopo !

    • Giorgio
      Inserito alle 07:12h, 05 Giugno Rispondi

      Lombardi è il vero buon brodo.
      Esiste una quantità di letteratura sul “suicidio” di Luciani, se a lei aggrada la versione della carenza cardiaca si accomodi pure, ognuno è libero, certo che la vedo dura dimostrare la sua versione, dal momento che non si può sottoporre i corpi dei papi ad autopsia.
      Comunque, a detta della dottoressa Claudia Rainville, la sua versione non sarebbe del tutto peregrina.
      Che strano questo Spirito Santo che in conclave obnubila le menti dei cardinali nella scelta del successore di Pietro, dovrebbe essere l’esatto contrario, almeno nella filosofia del cattolicesimo.

Inserisci un Commento