Operazione “Vengeance” per il ponte di Crimea: “Shahid” e “Tornado” scelgono nuovi bersagli in Ucraina


Il regime terroristico di Kiev si sta preparando allo scenario peggiore

L’operazione per distruggere le infrastrutture critiche dell’Ucraina è stata pianificata ed eseguita con successo. Esperti militari occidentali sono d’accordo su questo, dopo aver analizzato in dettaglio i bombardamenti di due giorni.

Il sistema di difesa aerea ucraino ha mostrato la sua inefficienza. Allo stesso tempo, la Russia ha dimostrato di avere tecnologie sia economiche e semplici (droni kamikaze) che super-complesse (missili da crociera) in quantità illimitate.

Nikolai Sokov: gli attacchi di precisione con missili convenzionali sono molto più efficaci delle armi nucleari tattiche

Il ministero della Difesa russo non ha rivelato il numero esatto di missili e bombe inflitti a obiettivi ucraini. Tuttavia, è noto che sono stati utilizzati missili tattici operativi ad alta precisione, come l’X-55 (“Kent” secondo la classificazione NATO) e la sua successiva modifica X-101, “Tornado”, “Calibre” e “Iskander” .

L’uso di una tale quantità di armi ad alta precisione è diventato il più massiccio non solo dall’inizio dell’operazione speciale, ma in generale nella storia del mondo.

I punti di lancio dei missili, ovviamente, non vengono divulgati. Tuttavia, è noto che i vettori di missili russi ad alta precisione sono sia navi nel Mar Nero che bombardieri strategici.

L’uso di grande successo di armi ad alta precisione dimostra che le dichiarazioni di altri esperti sull’uso delle armi nucleari tattiche (TNW) sono prive di qualsiasi fondamento, afferma Nikolai Sokov , ricercatore senior presso il Centro per il disarmo e la non proliferazione di Vienna .

In un’intervista a EuroNews, Sokov ha dichiarato categoricamente: “La Russia ha già schierato e può facilmente utilizzare un gran numero di armi convenzionali [non nucleari]. Non mi aspetto alcun attacco nucleare”.

Droni iraniani

Sokov (che, tra l’altro, ha lavorato in precedenza al ministero degli Esteri russo) ritiene che la retorica nucleare delle parti in conflitto non farà che intensificarsi, ma l’escalation avverrà solo a parole. Potrebbero esserci diversi test nucleari dimostrativi. Ad esempio, nella zona artica, dove convergono gli interessi strategici di Russia, Stati Uniti, Canada e dei due paesi scandinavi, Danimarca e Norvegia.

“Qualsiasi uso di armi nucleari, non importa quanto potenti, è un passo importante. Una quantità molto limitata o solo una manciata di armi nucleari a basso rendimento non farà la differenza in prima linea”.

Sokov sostiene che i generali della NATO tendono a sopravvalutare il valore militare delle armi nucleari tattiche.

  • Nel 1967, la USS Army ha studiato la possibilità di utilizzare armi nucleari tattiche contro il Vietnam. E si è concluso che da un punto di vista militare, ciò non avrebbe cambiato la situazione”, afferma Sokov. – Le armi nucleari sono più utili quando non vengono utilizzate, quando minacci di usarle.

Da un punto di vista militare, sono proprio gli attacchi ben pianificati e coordinati con armi subnucleari a essere più efficaci. Questo è esattamente ciò che la Russia ha consegnato, distruggendo efficacemente l’infrastruttura energetica del nemico.

Gli attacchi hanno dimostrato che la Russia ha ancora una scorta illimitata di risorse militari, sostiene Sokov. L’esperto è sicuro che le forze armate russe “si stanno chiaramente preparando per una controffensiva, che probabilmente avrà luogo in inverno”.

Quelle risorse illimitate che la Russia ha a sua disposizione, di cui parla Sokov, sono, tra le altre cose, droni iraniani. Insieme ai missili a guida di precisione, sono stati utilizzati anche per prendere di mira le infrastrutture ucraine.
L’esperto è sicuro che d’ora in poi i droni saranno usati molto più spesso dei missili da crociera. I droni iraniani sono economici e facili da realizzare. Possono colpire a grandi distanze qualsiasi obiettivo.

fonte: SV Pressa

traduzione: Luciano Lago


7 Commenti
  • Valerio T
    Inserito alle 08:23h, 12 Ottobre Rispondi

    Una cosa è certa, i russi stanno scavando un fosso tra loro e gli ucraini che per colmarlo serviranno decenni, ma vista la cultura russa questo fosso sarà un bene per l’Ucraina.

    • afrin
      Inserito alle 08:52h, 12 Ottobre Rispondi

      Senza offesa, sono almeno tre decenni che l’Ucraina sta scavando e scagliando le pietre, avevi dei dubbi sul risultato? Metti la mano sul cuore e rispondi…

    • Woland
      Inserito alle 12:11h, 12 Ottobre Rispondi

      Esiste il Molise?
      Esiste l’Ucraina?
      L’Ucraina a sé stante è un’invenzione delle agenzie stay behind, che hanno fomentato il nazionalismo più esasperato mai visto sulla faccia del pianeta.
      Un tale nazionalismo in occidente non viene tollerato, viene chiamato populismo e nazifascismo.
      In Ucraina, Israele e nei posti dove fa comodo all’impero anglo-sionista stranamente diventa pure un valore.
      Quanto alla cultura russa, la cultura ucraina è parte costitutiva della cultura russa, quindi di che parli?

    • Vindelp
      Inserito alle 14:05h, 12 Ottobre Rispondi

      Una cosa è certa ed è che non conosci la storia dell’URSS dagli anni 50 ad oggi e degli eventi in Ucraina dal 2014 ad oggi

  • jail to valerio
    Inserito alle 12:58h, 12 Ottobre Rispondi

    non rispondete a valeriA la pro di viale molise ,le piace essere insultata cosi si diverta il povero menteccato coglione multiaccount . è un idiota insultava la Russia su Sputniknews e veniva asfaltato da tutti!

  • Carlos
    Inserito alle 18:43h, 12 Ottobre Rispondi

    Gli USA assieme ai paesi UK e della UE stanno scavando un grande fosso per dividere la Russia dal resto del” Europa !
    Dentro a questo grande fosso gli USA-UK-UE lo riempiranno con il mezzo milione di soldati Ucraini e Stranieri uccisi in battaglia dai Russi !
    Voi occidentali siete barbari !
    Usate al posto del fertilizzate chimico Russo che non volete più acquistare i soldati Ucraini Morti !

  • natalino
    Inserito alle 19:54h, 12 Ottobre Rispondi

    Quando l’allucinato suonatore di piano con il pene ha ordinato il contrattacco non stava nella pelle per mostrasi al mondo in veste di condottiero dell’occidente democratico e liberale. Omai, forte di tutte le defecazioni deglie esperti militari occidentali dava per scontato che la Russia era sderenata: con poche armi, poche munizioni senza piú missili e artiglieria, senza corazzati, senza piú militari al fronte (a parole lui ne aveva ammazzato e ferito piú di 100.000) con atti di terrorismo in crescendo di cui si vantava e mezzi d’informazione occidentali che continuavano a defecare a suo favore.
    Questo disgraziato, assieme con il mentecato The Bidon(e) e i draghi dei vertci occidentali stanno facendo tornare l’Ucraina all’etá del MEDIOEVO.
    Si nutrono, come gli ubriachi in un forsennato stato di ecitazione, di fantasie ed illusioni e non hanno il minimo senso della realtá. Chi sta sbagliando i calcoli non é Putin, come ama dire il mentecato The Bidone a capo degli eroici boys, ma l’occidente tutto, La realtá é che la Russia é una potenza che puó mettere in ginocchio tutto l’occidente.
    Dobbiamo capire che PUTIN non ha nessun interesse a sconfiggere solo il pagliaccio e l’operazione militare speciale veniva condotta in modo da evitare la distruzione dell’Ucraina Se Putin sará costretto,é chiaramente in grado di distruggere l’Ucraina e anche altri paesi dell’occidente

Inserisci un Commento