ONU: State parlando di pace mentre Rijad massacra in questo momento civili yemeniti

Il rappresentante dell’ONU ha stigmatizzato il fatto che, nello stesso momento in cui si svolge l’Assemblea dell’ONU, l’Arabia Saudita sta continuando a massacrare la popolazione civile dello Yemen.

La coordinatrice umanitaria dell’ONU, Lese Grande, ha denunciato martedì che i bombardamentoi della denominata coalizione comandata dall’Arabia Saudita contro lo Yemen hanno ucciso 22 civili nello stesso giorno in cui all’Assemblea delle Nazioni Unite si discute di pace. Questo massacro è uno dei tanti che avviene in uno dei paesi più poveri del mondo, lo Yemen. “Che queste tragedie avvengano mentre è riunita l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite dove tutti i leadr mondiali parlano di pace e sicurezza, è un fatto che turba molto le persone che partecipano a queste discussioni”, così ha dichiarato la Grande in un comunicato dell’ufficio dell’ONU per le questioni umanitarie (OCHA).

Gli attacchi dell’aviazione saudita sono avvenuti nella provincia orientale dello Yemen, Amran, dove sono morti sette civili e nella provincia di Al Dhale dove il bombardamento di una abitazione civile ha prodotto quindici vittime civili.

L’aggressione contro lo Yemen era iniziata nel 2015 ed ha prodotto circa 140.000 vittime secono il clcolo dell’ONU e si prevede che, se il conflitto non cesserà, il bilancio delle vittime potrà salire fino a 500.000 morti per la fine del 2020 ed è considerata questa l’emergenza umanitaria più grave dei nostri tempi.

Nota: Si discute all’ONU dell’attacco contro le raffinerie petrolifere dell’Arabia Saudita effettuato per rappresaglia dagli Houthy yemeniti. Gli USA e alcuni paesi della NATO hanno immediatamente accusato l’Iran (senza prove) di essere dietro questo attacco rivendicato dal movimento degli Houthy yemeniti che, da oltre quattro anni, combattono contro la coalizione saudita. Nessuna parola di condanna per i massacri che l’Arabia Saudita ed i suoi alleati (fra cui USA e potenze occidentali) conducono contro la indifesa popolazione yemenita che sta subendo i bombardamenti massicci e indiscriminati dell’aviazione saudita. Ancora una volta si dimostra che il petrolio è l’unico bene supremo che la comunità dei paesi occidentali tutela, non la vita e l’incolumità delle popolazioni civili. Il business delle armi fornite all’Arabia Saudita, business in cui sono immersi gli USA ed i paesi occidentali, tappa la bocca dei governi e dei media occidentali che a parole sono sempre pronti a riempirsi la bocca di “diritti umani” e di altri proclami altisonanti. Lo spettacolo dell’ipocrisia e della doppiezza morale dei paesi occidentali non può non balzare agli occhi di chiunque voglia osservare le cose nella loro cruda realtà.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione e nota: Luciano Lago

3 Commenti

  • Monk
    25 Settembre 2019

    La greta psicopatica non va in arabia merdauita ad esternare disprezzo con la sua faccia demoniaca? Merde schifose ipocrite, meritereste l’ira di Dio, nel momento in cui le masse vili non fanno nulla

  • Man
    25 Settembre 2019

    Chissà se la Gino Strada a Boldrini (cuore di mamma) Arcobanelo in Viola e Girotondini scenderà mai in strada, dov’è di casa, per lo Yemen martoriato…

  • R.Rossi
    26 Settembre 2019

    Che tristezza leggere questi commenti poco costruttivi e molto poco intelligenti, risparmiate tempo.

Inserisci un Commento

*

code