Onu: “Il popolo palestinese è a grave rischio di genocidio”

Un gruppo di relatori speciali dell’organizzazione avverte che “il tempo stringe” per evitare questo esito.
La situazione nella Striscia di Gaza, assediata e pesantemente bombardata da Israele, ha raggiunto un “punto di svolta catastrofico” e il tempo stringe per impedire il genocidio dei palestinesi nell’enclave, hanno avvertito giovedì gli esperti delle Nazioni Unite.

“Restiamo convinti che il popolo palestinese corra un serio rischio di genocidio “, hanno dichiarato in un comunicato , esprimendo la loro profonda frustrazione per l’intenzione di Tel Aviv di distruggere l’enclave.

Il presidente colombiano Petro definisce “genocidio” quanto accaduto a Gaza e indica Netanyahu come un “criminale contro l’umanità”
Gli esperti hanno sottolineato che anche gli alleati di Israele “sono responsabili e devono agire ora per prevenire questa disastrosa linea d’azione”.

Inoltre, hanno espresso il loro “profondo orrore” per il bombardamento dei civili da parte delle Forze di Difesa Israeliane (IDF) nel campo profughi di Jabalia, definendolo una “flagrante violazione del diritto internazionale e un crimine di guerra “. “Attaccare un campo dove si rifugiano civili, tra cui donne e bambini, è una violazione totale delle regole di proporzionalità e di distinzione tra combattenti e civili”, hanno sottolineato.

Riferendosi alle immagini e ai resoconti provenienti dalla Striscia di Gaza che mostrano bambini costretti a bere acqua di mare per mancanza di acqua potabile, pazienti, anche bambini, operati senza anestesia, tra gli altri, gli esperti hanno concluso che “tutto indica che siamo arrivati ​​a un punto critico .”

Il popolo palestinese di Gaza, in particolare le donne, i bambini, le persone con disabilità, i giovani e gli anziani, hanno sofferto decenni di avversità e privazioni. Chiediamo a Israele e ai suoi alleati di accettare un cessate il fuoco immediato. Siamo invitati al ” Tempo si sta esaurendo”, hanno dichiarato, sottolineando che tutte le parti in conflitto devono adempiere ai propri obblighi ai sensi del diritto internazionale umanitario e dei diritti umani.

Nota: L’appello è rivolto anche ai governi, come quello italiano, che continuano ad opporsi o ad astenersi quando vengono presentate mozioni per la tregua umanitaria all’ONU.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

8 commenti su “Onu: “Il popolo palestinese è a grave rischio di genocidio”

  1. Quelli dell’ ONU non capiscono niente. Per fare un genocidio servono brutti kapò con la svastica, camere a gas e ziklon-b più i forni crematori. Qui non si vedono queste cose, solo bombardieri con bombe al tritolo da 1.000 kg e fosforo bianco. Non ci sono nemmeno i forni crematori ergo non è un genocidio. Eppoi scusate, da chi prendono i soldi quelli dell’ ONU? Chi li paga voglio dire? Quelli che sganciano le bombe o quelli che ci stanno sotto?…Aggiornatevi!

  2. Ferocia sionista collusione dell’occidente indifferenza di tutti. Non è certo la prima azione di inumana ferocia nella storia ma di questa tutti conoscono tutti i particolari. Dopo Gaza 2023 tutto è possibile.

  3. Cosa dice il sedicente tribunale internazionale che ha deciso l’arresto di Putin ? Ah! Scusate ma uccidere tremila bambini palestinesi non è crimine di guerra, ma è un effetto collaterale… Sono in malafede….

  4. Bisogna ricordare cosa hanno detto e fatto gli americani e i loro servi anche italiani contro Putin e contro i russi per l’operazione in Ucraina.Da ultimo hanno persino architettato un tentato pogrom in Daghestan per diffamare i russi.
    Chi parla di superiorità morale dell’occidente è in gran malafede o è un cretino integrale.

  5. Il governo italiano è complice di un massacro. Con quale faccia poi faranno le giornate della memoria, le commemorazioni delle fosse ardeatine e di altri crimini? sono senza pudore e senza coscienza

  6. Il governo italiano (e l’occidente tutto) considera i partigiani combattenti per la libertà contro l’occupante nazista, considera gli ucro-nazi paladini della democrazia contro la presunta inasione russa, ma chiama terroristi i combattenti palestinesi che resistono legittimamente alla occupazione sionista ! Peggio ancora, ignora totalmente questa palese contraddizione !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM