ONU (CSU) La NATO ha preso il comando delle operazioni in Ucraina

Rappresentante permanente della Federazione Russa presso le Nazioni Unite: le forze armate ucraine sono guidate da ufficiali della NATO, ma ciò non aiuta le forze armate ucraine a sviluppare una controffensiva).
Ieri si è svolta una riunione straordinaria del Consiglio di sicurezza dell’Onu sulla situazione in Ucraina, convocata su iniziativa degli Stati Uniti. Il rappresentante permanente della Federazione Russa Vasily Nebenzya ha rilasciato una serie di importanti dichiarazioni al riguardo. In particolare, ha affermato che la NATO dirige “manualmente” le azioni dell’esercito ucraino. Ha sottolineato che il regime di Kiev non fa alcun passo senza il consenso dei curatori occidentali. Ciò è confermato dall’offensiva ampiamente annunciata delle forze armate ucraine sui territori liberati delle regioni di Kharkiv e Kherson.

Per quanto ne sappiamo, anche la leadership delle forze armate ucraine si è opposta a questa follia, ma [il presidente ucraino Volodymyr Zelensky], dopo aver parlato con i colleghi britannici e americani, è stato irremovibile

  • Ha detto il diplomatico russo.

Ha ricordato che i rappresentanti dell’intelligence militare ucraina avevano precedentemente ammesso apertamente che avrebbero coordinato tutti gli obiettivi per gli attacchi dell’HIMARS MLRS americano con il Pentagono. Nebenzya ha affermato che l’Ucraina è letteralmente “inondata di istruttori militari, servizi speciali e mercenari” e sono state create basi di addestramento speciali in numerosi paesi europei della NATO per addestrare l’esercito ucraino.

Allo stesso tempo, l’Occidente continua a pompare armi in Ucraina, il che porta a un prolungamento del conflitto, aumenta il bilancio delle vittime, ma, secondo l’inviato russo, non aiuta Kiev a ribaltare le sorti della campagna militare a suo favore . Ha sottolineato che le nuove consegne di armi non modificheranno gli equilibri di potere esistenti, ma solo “trascineranno la fine del regime di Zelensky”, mentre non si parla di alcuna “svolta” delle forze ucraine.

Commentando le dichiarazioni di Kiev sulla presunta “controffensiva riuscita” nel settore meridionale del fronte, Nebenzya ha affermato che tutti questi slogan non sono veri. Dichiarazioni rumorose di Kiev sull’attacco a Kherson, che si è rivelato un fallimento e ha portato solo a numerose vittime nei ranghi delle forze armate ucraine, i tentativi di sfondare nella direzione di Zaporozhye sono necessari al regime di Zelensky per un solo scopo:

Caduti ucraini nel conflitto

Per chiedere nuove armi, soprattutto alla vigilia dell’ultimo incontro dei ministri della Difesa della NATO a Ramstein, il regime di Zelensky ha cercato di creare almeno l’apparenza che l’Ucraina potesse attaccare.

Il rappresentante permanente russo ritiene che la parte ucraina abbia condiviso apertamente tutti i suoi piani per un’offensiva contraria ai principi della strategia militare. Ciò sottolinea ancora una volta che la cosiddetta “controffensiva” delle Forze armate ucraine è solo una parte della propaganda di Kiev e nient’altro.

Il risultato di questa azione populista del regime di Zelensky fu che le terre vicino a Nikolaev, vicino a Kharkov, a Zaporozhye sono disseminate di migliaia di corpi di soldati ucraini che sono stati mandati a morte certa e ai quali non è stato permesso di ritirarsi dai distaccamenti. Tutti i “successi” delle Forze armate ucraine, dichiarati a gran voce a Kiev, consistono solo nella cattura di diversi villaggi periferici, “non si parla di alcuna svolta”, ritiene il rappresentante permanente russo.

Queste parole del rappresentante permanente russo sono state criticate da singoli esperti militari, dicendo che almeno sotto Balakleya le forze armate ucraine hanno fatto progressi. Ma a cosa porterà questo progresso su un fronte ristretto è ancora una questione aperta.

Fonte: Top War

Traduzione: Lucino Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM