OLTRE 40 TERRORISTI UCCISI DALLA NUOVA ONDATA DI ATTACCHI AEREI RUSSI SULLA SIRIA CENTRALE

Le forze aerospaziali russe (VKS) hanno intensificato le loro operazioni di combattimento contro le cellule dell’ISIS nella Siria centrale , ha riferito il 10 marzo l’Osservatorio siriano per i diritti umani (SOHR).

Secondo il gruppo di monitoraggio con sede a Londra, negli ultimi quattro giorni aerei da guerra russi hanno effettuato 280 attacchi aerei sui nascondigli del gruppo nell’Hama-Aleppo-Raqqa. Almeno 55 attacchi aerei sono stati condotti solo nelle ultime 24 ore.

Gli attacchi aerei russi si sono concentrati su:
Le vicinanze delle città di Ithriyah e Rahjan nell’Hama orientale;
Il deserto di Raqqa;
Il confine amministrativo tra le province di Raqqa e Deir Ezzor.
Il SOHR ha affermato nel suo rapporto che l’ultima ondata di attacchi aerei russi sulla Siria centrale aveva causato la morte di almeno 43 terroristi dell’ISIS.

mezzi distrutti dei terroristi
mezzi distrutti di terroristi

Nel frattempo, l’Esercito arabo siriano (SAA) e altre fazioni filo-governative continuano ad operare contro le cellule dell’ISIS nella regione centrale sul terreno.

Negli ultimi due giorni, le unità dell’esercito hanno eliminato una cellula dell’ISIS e distrutto un veicolo nella parte occidentale di Deir Ezzor. Altre attrezzature dell’ISIS, inclusa una motocicletta, sono state sequestrate.

Oltre 40 terroristi uccisi dalla nuova ondata di attacchi aerei russi sulla Siria centrale: gruppo di monitoraggio

Le recenti operazioni dell’ASA e del VKS hanno limitato la libertà di movimento dell’ISIS nella regione centrale e hanno costretto il gruppo a cessare i suoi attacchi. Anche le cellule del gruppo terroristico hanno subito pesanti perdite umane e materiali.

Fonte: South Front

Traduzione: L.Lago

4 Commenti

  • atlas
    11 Marzo 2021

    beh, non è proprio come coricarsi in un letto con 3 ragazze tunisine ma fanno godere anche queste notizie

    https://www.facebook.com/AbirMoussiOfficielle/videos/458107042214347

    • atlas
      11 Marzo 2021

      in Tunisia quella che è diventata la milizia della fratellanza salafita democratica di al nahda tenta d’interrompere una manifestazione dei Nazionalisti contro gli ‘scienziati del terrore come Yusuf Qaradaoui. E’ guerra e si resiste anche in Tunisia

  • sublime
    11 Marzo 2021

    La notizia è stata prontamente smentita.Trattasi sì di 40,23 vittime,ma non terroristi,bensì poveri orfanelli ospitati in uno strategico segretissimo ospedale nel deserto,che ovviamente non viene descritto nel dettaglio.Siamo in attesa della documentazione visiva :appena i caschi bianchi avranno allestito la location cinematografica.

  • Mario
    11 Marzo 2021

    GRANDE IL POPOLO RUSSO CON UN GRANDE PRESIDENTE PUTIN ……. CHE
    STANNO COMBATTENDO GLORIOSAMENTE……….CONTRO IMPERO
    DE L MALE EBREO INGLESE AMERICANO

Inserisci un Commento