Olmert ha riconosciuto il fallimento di Israele: Non saremo in grado di salvare i prigionieri senza una tregua

Con i successivi fallimenti dell’“esercito” israeliano nella guerra contro la Striscia di Gaza, aumentano le divisioni interne… dure critiche rivolte dall’ex primo ministro israeliano, Ehud Olmert, al governo Netanyahu.
Ancora una volta, l’ex primo ministro israeliano Ehud Olmert rivolge la sua dura critica al governo di guerra, chiedendo di accettare un accordo sullo scambio di prigionieri, e poi di continuare i combattimenti.

In un’intervista condotta con il Canale israeliano 12, Olmert ha affermato che il 7 ottobre 2023 Israele ha subito la sua più grande sconfitta della sua storia, a livello militare e nazionale. Ha aggiunto: “Il governo israeliano sta cercando dal 7 ottobre di farci dimenticare questa sconfitta, attraverso iniziative di vanteria, millanterie e promesse di cose che non c’è alcuna possibilità di realizzare. Se tutto va bene, con il passare del tempo, i bombardamenti, e i colpi, la forza del colpo ricevuto all’inizio saranno dimenticati.”

Olmert ha nuovamente accusato il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu di “non voler fare ciò che è necessario per restituire i prigionieri”, affermando: “Non possiamo continuare a illuderci o a credere di voler restituire i prigionieri, e poi i combattimenti devono finire. Altrimenti, non elimineremo Hamas e non salveremo i prigionieri.” .

Proteste in Israele

La settimana scorsa, in un’intervista televisiva su Israeli Channel 4, Ehud Olmert ha lanciato un violento attacco contro l’attuale governo di guerra e ha affermato che il primo ministro Benjamin Netanyahu non vuole attuare un accordo per liberare i prigionieri israeliani detenuti da Hamas, e questo è ciò che ci rende, come ha affermato, “manipolando la vita dei prigionieri”.

Olmert ha sottolineato che Netanyahu ha commesso un errore quando ha fissato per la guerra un obiettivo che non poteva essere raggiunto , e ha sottolineato che “tutti i risultati raggiunti dall’esercito non si avvicinano all’obiettivo dichiarato, che è la completa distruzione del gruppo del movimento di Hamas”. Olmert ha accusato Netanyahu che tutto quello che cerca “sono conflitti interni e una perdita di fiducia nel capo di stato maggiore e nella leadership della sicurezza israeliana”.

Fonte: Al Mayadeen

Traduzione: Fadi Haddad

2 commenti su “Olmert ha riconosciuto il fallimento di Israele: Non saremo in grado di salvare i prigionieri senza una tregua

  1. Probabilmente non intendono salvare i prigionieri perchè costoro SANNO I DETTAGLI DI QUANTO E’ ACCADUTO.
    Scusate il maiuscolo ma è evidente che il governo attuale di sathaniau è completamente alla mercè dei malati di mente, quelli che prepararono il tutto anche a prezzo delle vite dei propri correligionari, pur di ottenere il risultato voluto: come nel passato che non passa. Apposta.

  2. Tutti questi discorsi incentrati sui “prigionieri”,naturalmente ebrei, non quelli palestinesi che sono migliaia, fra i quali donne e bambini che languono nei lager dell’entità sionista illegale, sono ipocriti fino al vomito … All’entità sionista non importa nulla di un centinaio di ebrei catturati dai guerrieri di Hamas, e tutti i nasi adunchi – nel mondo, anche in Italia! – sanno che il vero obbiettivo è il genocidio dei palestinesi, per occuparne i territori dopo la tabula rasa con le armi, trattandosi di un piano che gli ebrei hanno covato a lungo.

    Cari saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM