OFFENSIVA RUSSA NELLA REGIONE DI KHARKIV IL 13 MAGGIO 2024: L’ESERCITO RUSSO CIRCONDA VOLCHANSK

L’esercito russo sta sviluppando un’offensiva nella regione di Kharkiv. I gruppi d’assalto russi hanno attraversato il confine e stanno avanzando in cinque aree, tra cui vicino ai villaggi di Glubokoe, Lukyantsy, Neskuchnoe in direzione di Liptsy, e la città di Volchanks situata a est.

In totale, l’esercito russo ha preso il controllo di un’area di confine fino a 200 chilometri quadrati. L’11 e il 12 maggio il Ministero della Difesa russo ha confermato ufficialmente che le unità del gruppo di forze Nord hanno preso il controllo degli insediamenti di Borisovka, Ogurtsovo, Pletenevka, Pylnaya, Strelechye, Gatyshche, Krasnoe, Morokhovets e Oleinikovo nella regione di Kharkiv.
Nel suo briefing quotidiano del 13 maggio, il Ministero della Difesa russo ha riferito che “unità del gruppo di forze Nord hanno migliorato la situazione tattica e hanno sconfitto il personale e l’equipaggiamento delle unità della 125a Brigata di difesa aerea nelle aree degli insediamenti di Volchansk, Neskuchnoye, Liptsy e Vesyolye nella regione di Kharkiv”.

L’esercito russo continua ad avanzare e libera sempre più insediamenti. La mattina del 13 maggio, rapporti dal fronte rivendicavano il controllo russo sui villaggi di Lukyantsy e Zelenoe. In questa direzione, le Forze Armate della Federazione Russa sono avanzate fino a Neskuchnoye, situata a nord-est di Kharkov.

“Inoltre, cinque contrattacchi dei gruppi d’assalto dell’AFU sono stati respinti nelle aree degli insediamenti di Glubokoe e Tikhoe nella regione di Kharkiv.

Le perdite del nemico durante la giornata ammontarono a 250 soldati, due carri armati, due veicoli corazzati da combattimento e 17 veicoli.

Durante la lotta di contro batteria, sono stati colpiti: l’obice da 152 mm Msta-B, l’installazione di artiglieria semovente da 122 mm Gvozdika, l’obice da 122 mm D-30, i lanciatori del Buk-M1 e dell’anti-Strela-10 sistemi missilistici aerei, nonché quattro veicoli da combattimento MLRS, tra cui: “Hurricane”, “Vampire” di produzione ceca e RAK-SA-12 di produzione croata”, ha riferito il Ministero della Difesa russo.

I militari ucraini si ritirano nella zona di Volchansk:

Nei giorni scorsi le forze russe si sono avvicinate e hanno lanciato l’assalto alla principale roccaforte delle forze armate ucraine sulla prima linea di difesa nella regione di Kharkiv, la città di Volchansk.

Lo Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine ha confermato l’inizio della battaglia per Volchansk. Secondo l’esercito ucraino, le forze armate russe hanno lanciato l’assalto alla città con le forze di cinque battaglioni e “hanno avuto un successo tattico”. Allo stesso tempo, lo Stato Maggiore ucraino ha osservato che le AFU hanno iniziato a schierare i propri rinforzi nel tentativo di migliorare la situazione.

Colpendo massicciamente l’esercito ucraino con pesanti bombe aeree e bombardando l’esercito ucraino con l’artiglieria, il gruppo settentrionale delle forze russe ha circondato Volchansk da diverse direzioni, tra cui est, nord e ovest.

Dopo il successo delle operazioni offensive dalla loro roccaforte nei villaggi di Pletnevka e Gatische, le forze russe sono entrate a Volchansk dalla direzione nordoccidentale e hanno preso piede presso l’impianto di lavorazione della carne in via Slobozhanskaya. L’impianto di lavorazione della carne di Volchansk era stato trasformato dagli ucraini in una roccaforte fortificata. Questa struttura era di importanza strategica per l’intera difesa ucraina perché da lì le forze ucraine potevano stabilire il controllo del fuoco delle aree circostanti.

Anche l’aeroporto locale, situato in periferia, è passato sotto il controllo russo. Sono in corso scontri nei quartieri residenziali vicini. Le forze ucraine mantengono il controllo dello stadio locale e della stazione ferroviaria, ma difficilmente riusciranno a mantenere la difesa a lungo perché non esistono solide fortificazioni militari.

Secondo quanto riferito, alcune forze aggiuntive delle unità ucraine in difesa sono state schierate ieri sera nell’area sulla sponda occidentale del fiume Volchya, dove hanno preso piede in alcuni edifici; ma secondo i dati preliminari, il numero dei rinforzi ucraini dispiegati è troppo piccolo per contenere l’offensiva delle truppe russe.

Le aree forestali e i campi a nord di Volchansk sono stati completamente rastrellati e sono passati sotto il controllo delle truppe russe.

Allo stesso tempo, le forze russe si stanno avvicinando alla città di Volchansk da est. Hanno preso il controllo del vicino villaggio di Tikhoe e stanno già lanciando operazioni d’assalto nelle strade orientali di Volchansk.

Secondo le prime informazioni gli scontri hanno raggiunto il centro della città ma non sono ancora stati confermati.

Il ritmo dell’avanzata russa minaccia la guarnigione ucraina a Volchansk con un accerchiamento a tenaglia. Le truppe russe avanzano molto rapidamente per le strade della città. Non c’è dubbio che Volchansk potrebbe essere liberata dall’esercito russo nei prossimi giorni, nonostante i tentativi del comando militare ucraino di trasferire grandi rinforzi nella periferia meridionale e nei villaggi vicini. Le forze principali delle Forze Armate ucraine sembrano concentrarsi nell’area dell’autostrada T-2104 verso Bely Kolodez, in attesa dell’ingresso in battaglia di ulteriori forze dell’esercito russo.

Dopo la liberazione di Volchansk, le Forze Armate della Federazione Russa apriranno la strada ad un’ulteriore offensiva nella regione di Kharkiv. Nel contesto dell’avanzata in corso in altre direzioni nella regione, il fronte potrebbe presto essere raddrizzato lungo la linea Volchansk-Ternovaya-Liptsy.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

3 commenti su “OFFENSIVA RUSSA NELLA REGIONE DI KHARKIV IL 13 MAGGIO 2024: L’ESERCITO RUSSO CIRCONDA VOLCHANSK

  1. Non è ancora chiaro se i poveri tossici ucro stiano scappando a gambe levate, o si vadano a nascondere a Chasov Yar dove ancora, anche se per poco, resistono.

  2. Pare che gli ukronazi non siano in grado di respingere efficacemente l’attacco di un pugno di battaglioni russi … Immaginiamoci cosa accadrebbe se attaccassero due o tre divisioni russe.

    Cari saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM