Obama chiede urgenza sul clima, ma non dice nulla sull’impronta di carbonio delle sue campagne di bombardamenti



L’ex presidente Barack Obama si è presentato a Glasgow per parlare alla riunione della COP26 sul cambio climatico.
Nel suo discorso, l’ex presidente Barack Obama ha cercato di accusare gli avversari politici mentre lanciava l’allarme sul cambiamento climatico alla COP26, ma gli osservatori lo hanno criticato per aver danneggiato il pianeta con le sue campagne di bombardamenti e il suo stile di vita sontuoso.

“Alcuni dei nostri progressi si sono bloccati quando il mio successore ha deciso di ritirarsi unilateralmente dall’accordo di Parigi nel suo primo anno in carica”, ha detto Obama lunedì al vertice sul clima delle Nazioni Unite a Glasgow, in Scozia. “Non ero molto felice di questo.” Ha continuato ad accusare l’ex presidente Donald Trump di “ostilità attiva” contro la scienza del clima e ha affermato che l’America mancava di leadership durante il mandato di quattro anni del suo successore.

Gli utenti di Twitter hanno suggerito il contrario, osservando che il record di Obama sul cambiamento climatico è stato macchiato da interventi militari in tutto il mondo, nel corso della sua presidenza, tra gli altri anche presunti crimini contro l’umanità e l’ambiente. “Il progresso non è stato bloccato da Trump”, ha detto un commentatore. “Si è bloccato quando l’amministrazione Obama ha lanciato 26.171 bombe nel suo ultimo anno alla Casa Bianca… Quanto è stato buono per il clima?” Quanti massacri di civili inermi hanno prodotto i bombardamenti degli USA sotto l’Amministrazione Obama?

Il presentatore di Going Underground di RT, Afshin Rattansi, ha offerto una visione simile, chiedendo: “Quali sono stati i livelli di emissioni di combustibili fossili rilasciati nell’atmosfera dalla distruzione di Obama della nazione più ricca pro capite dell’Africa, la Libia?”

L’esercito americano è il più grande emettitore istituzionale al mondo di gas serra, secondo uno studio del 2019 della Brown University . Infatti, se il Pentagono fosse una nazione, le sue emissioni supererebbero quelle di circa 140 paesi, tra cui Svezia, Danimarca e Portogallo. Dal 2001 al 2018, le guerre e gli interventi militari americani hanno generato circa 1,27 miliardi di tonnellate di gas serra. Questo senza parlare dei milioni di tonnellate di rovine inquinanti lasciate dai bombardamenti sui territori bombardati.

Bombardamenti USA ordinati da Obama

Altri osservatori hanno sottolineato che, come molti altri leader, Obama ha fatto affermazioni allarmistiche sul cambiamento climatico senza compiere scelte di vita in linea con la sua retorica. Ad esempio, nonostante l’avvertimento che l’innalzamento del livello del mare minaccia di “inghiottire intere comunità”, nel 2019 ha acquistato una villa sul lungomare di Martha’s Vineyard da 11,75 milioni di dollari. E come molti altri dignitari della COP26, l’ex presidente vola su jet privati ​​e feste su yacht privati .

Obama ha seguito le orme del suo ex compagno di corsa, il presidente Joe Biden, che ha usato il suo discorso alla COP26 la scorsa settimana per scusarsi per la decisione di Trump di uscire dall’accordo sul clima di Parigi e ha detto che il suo predecessore ha messo gli Stati Uniti “dietro l’obiettivo 8” uscendo dal Accordo di Parigi sul clima

Le élite globali che pilotano jet privati ​​alla conferenza sul clima COP26 emettono più CO2 di quanto centinaia di cittadini farebbero in un anno – Lo dicono i media britannici
Tuttavia, le critiche di Obama non si sono limitate a Trump. Ha anche rimproverato il presidente russo Vladimir Putin e il presidente cinese Xi Jinping per non aver partecipato alla COP26. Ha accusato Russia e Cina di mostrare una “pericolosa mancanza di urgenza” sulle questioni climatiche. Questo nonostante il fatto che la maggior parte dei leader mondiali concordi sul fatto che la pandemia globale di Covid-19 sia ancora in corso e che gli assembramenti di massa dovrebbero essere evitati, se possibile.

Mentre Biden e l’inviato per il clima degli Stati Uniti John Kerry speravano di rafforzare l’immagine dell’America sui problemi del cambiamento climatico facendo l’insolito passo di arruolare un ex presidente per parlare a un evento del genere, non è chiaro quanta influenza politica eserciti ancora Obama. Ha fatto una campagna senza successo per il candidato governatore della Virginia Terry McAuliffe, che è stato sconfitto la scorsa settimana, proprio mentre il suo sforzo per aiutare a sconfiggere il movimento Brexit nel Regno Unito è fallito nel 2016. Nello stesso anno, Obama ha affermato che Trump non aveva alcuna possibilità di diventare presidente.
L’ipocrisia di Obama e degli alri come lui è divenuto a un qualche cosa di insopportabile, hanno commentato gli osservatori indipendenti.

Fonte: RT News

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM