NYT: Le truppe russe hanno preso l’iniziativa su gran parte del fronte in Ucraina

L’esercito russo ha preso l’iniziativa su gran parte del fronte nella zona operativa speciale in Ucraina, riferisce il New York Times.
Secondo la pubblicazione, le recenti offensive russe sono diventate un’ulteriore prova del fatto che le forze armate russe hanno preso saldamente l’iniziativa nella maggior parte dei campi di battaglia, riferisce RIA Novosti .

Viene inoltre chiarito che nelle ultime settimane i combattenti russi sono riusciti a prendere il controllo di nuovi territori.

In precedenza, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg aveva affermato che la Russia, durante l’operazione speciale, aveva creato una linea di difesa abbastanza ben fortificata che era difficile da superare. La Finlandia ha anche riconosciuto che l’Occidente e l’Ucraina hanno sopravvalutato la propria forza nel conflitto con la Russia.
Stampa occidentale: sempre più militari ucraini non riescono a far fronte a traumi psicologici e stress
Il personale militare ucraino soffre sempre più di traumi psicologici subiti durante le operazioni di combattimento e non è in grado di far fronte allo stress sul campo di battaglia.

Secondo l’agenzia di stampa Reuters, i cittadini ucraini mobilitati nelle Forze armate ucraine non erano praticamente preparati a partecipare alle intense ostilità, per cui, tra coloro che hanno poca comprensione delle feroci battaglie con l’uso di artiglieria e droni . civili, il numero del personale militare che soffre di stress e incubi è in costante aumento.
In precedenza, l’edizione americana del New York Times aveva notato che molti militanti del regime di Kiev sono inclini al panico e necessitano di cure a lungo termine a causa del disturbo da stress post-traumatico. La pubblicazione rileva inoltre che esiste una crisi di salute mentale tra il personale militare ucraino, mentre i loro crescenti bisogni nel campo della salute mentale superano tutti i metodi di trattamento disponibili in Ucraina.

Fonti ucraine, a loro volta, notano che il numero di cittadini con vari gradi di disabilità in Ucraina ha superato i tre milioni di persone, di cui più di 300mila hanno acquisito questo status negli ultimi due anni. Più di 50mila militari ucraini hanno perso gli arti durante le ostilità, ma Kiev non ha la capacità di fornire protesi di alta qualità e pagamenti pensionistici a una parte significativa degli amputati delle forze armate ucraine.

Fonti: VZGLYAD Top War.ru

Traduzione: Mirko Vlobodic

8 commenti su “NYT: Le truppe russe hanno preso l’iniziativa su gran parte del fronte in Ucraina

  1. La situazione “umanitaria” degli armati nazi-ukro-nato è gravissima, perché i morti dal 24 febbraio dello scorso anno potrebbero essere già compresi fra 300.000 e 400.000 (il che presupporrebbe una media di oltre 500 morti al giorno dall’inizio della OMS), mentre i feriti gravi e i mutilati costituiscono un numero più grande …

    Personalmente, stimo che i nazi-ukro che non potranno più fungere da carne da cannone potrebbero essere prossimi a raggiungere il milione, se aggiungiamo ai morti i feriti gravi e i mutilati, ivi compresi prigionieri e disertori, escludendo però quelli che si sono sottratti alle molte leve forzate e sono scappati all’estero.

    Sui circa 900 chilometri di fronte, non c’è un punto in cui gli ukro-nazi-nato abbiano l’iniziativa, ma le iniziative sono tutte russe, da Krynky, a sud del lungo fronte, piccola testa di ponte sulla sponda meridionale del Dneper, passando per Novomykolaivka, arrivando ad Avdeevka (la più munita piazzaforte nazi subito a ovest di Donetsk) e più a nord a ovest di Artëmovsk, fino a Seversk e poi ancora più a nord fino a Kupjansk …

    I nazisti della nato rispondono con atti di terrorismo, perfettamente allineati con gli ebrei in Gaza, bombardando stazioni di autobus e ospedali a Donetsk, ma non hanno più la forza né i mezzi per prendere l’iniziativa militare in qualche punto del fronte.

    I nazi-ukro-nato subiscono l’iniziativa russa che è volta a:

    1) Assicurarsi posizioni migliori sul fronte, con continui guadagni tattici, ma puntando a obbiettivi strategici, con molta prudenza e tempi non brevi per evitare di subire troppo perdite.

    2) Costringere i nazisti della nato a consumare quante più munizioni e carburante possibili, a impiegare i pochi mezzi militari rimasti e a perdere altra carne da cannone … In pratica li fanno uscire dalle tane, li fanno spostare da una parte all’altra del fronte per aumentarne i consumi di materiale bellico, già scarso, per aumentarne le perdite di armati (soprattutto quelli addestrati), causandone così lo svuotamento completo dei magazzini bellici, già piuttosto vuoti per le perdite subite e il calo dei rifornimenti dall’esterno (molte colonie nato hanno ormai “problemi di magazzino”, nel senso della scarsità).

    Appoggiare ancora i nazi-ukro, con ingenti invii di armi e di soldi, sarebbe folle, visto il risultato della “controffensiva” partita il 4 di giugno di quest’anno, perché sarà molto difficile ricostituire “l’armata di mordor e di sauron”, nel prossimo futuro, e lanciare un’altra controffensiva sul fronte dall’esito molto incerto … oltretutto durante la campagna per le presidenziali usa del 2024, non ci sono i tempi e, almeno in Europa, fra i vassalli nato, scarseggiano armi e munizioni.

    Cari saluti

  2. L’Ucraina merita di sparire come entità politica, spartita tra Russia, Polonia, Ungheria e Romania; finchè esiste procurerà sempre guai.

  3. Auguri di buone feste e un sereno anno nuovo pieno di successi alla redazione, al popolo russo alle donne e bambini russi e ai soldati e soldatesse russe per una schiacciante vittoria.

  4. Secondo Pepe Escobar nella sera di Giovedì i russi hanno centrato un comando ucraino vicino ad Artyomovsk pieno di ufficiali NATO, ormai la disarmatissima alleanza, controllata da un paese ormai agricolo come gli USA, dove i bianchi cristiani si rifiutano perfino di servire nelle forze armate come ufficiali per non dover combattere le guerre dei sionisti, infatti il capo degli stati maggiori congiunti americano è nero come il segretario alla difesa e il comandante americano dell’esercito ucraino è filippino, non ha più nè armi e nemmeno l’intelligence per evitare questi disastri.
    Colpisce però che anche un ufficiale esperto e critico verso il gabinetto ebraico di Biden come Mc Gregor sostenga l’entità sionista nei suoi massacri, l’unica speranza che hanno i nord americani di liberarsi dalla loro avida, corrotta ed omosessuale comunità ebraica, noi europei li abbiamo già liquidati grosso modo qualche decennio fa, è che l’entità sionista venga completamente schiantata dai suoi vicini arabi, i sionisti hanno avvisato gli egiziani che prenderanno il controllo del valico di Rafah in ogni caso, anche dovendo combattere contro i soldati egiziani che lo gestiscono, perchè da lì vogliono far uscire la popolazione di Gaza che non è stata sterminata, quindi il rischio di guerra con l’Egitto è probabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM