Nuovo attacco di Israele sulla Siria, nella zona di Damasco Ovest

BEIRUT, LIBANO (22.40) Israele non ha aspettato a sferrare il suo attacco, mentre il presidente Trump stava ancora annunciando l’uscita degli USA dall’accordo sul nucleare iraniano.
Questa sera la difesa aerea siriana ha intercettato missili lanciati dalle forze israeliane contro Damasco, probabilmente sparati da aerei da guerra israeliani che hanno lanciato i missili da lunga distanza.

– L’aviazione israeliana dell’Asr ha presumibilmente colpito la campagna occidentale di Damasco, provocando forti esplosioni vicino alle alture del Golan occupate.
Secondo i rapporti preliminari della zona, l’aviazione israeliana avrebbe colpito una posizione militare vicino alla città di Kisweh.

Alcuni rapporti sostengono che gli aerei israeliani hanno colpito un convoglio di Hezbollah; tuttavia, è ancora non confermato.

Maggiori dettagli a venire ….

Nota: Con questo ulteriore attacco, sembra molto chiara la volontà di Israele di provocare una guerra estesa dalla Siria all’Iran, clcolando una possibile reazione siriana ed iraniana di ritorsione contro il regime di Tel Aviv. L’ultimo bombardamento dell’aviazione israeliana aveva provocato vittime fra i consiglieri militari iraniani presenti in Siria e Israele già si aspettava una reazione. Ancora una volta Israele anticipa la reazione e colpisce per prima, sentendosi forte del totale appoggio fornito dall’Amministrazione Trump.

Fonti: AL Masdar News    Hispan Tv

Traduzione e nota: L.Lago

3 Commenti

  • flores
    8 maggio 2018

    Stanno tirando troppo la corda. Anche se hanno 100 o 200 bombe atomiche, ne basterebbe una per chiudere il discorso

  • Mardunolbo
    9 maggio 2018

    Purtroppo questo attacco , che e’ il seguito di altri avvenuti di recente, conferma l’ipotesi di una non “belligeranza” russa incaso di attacco a forze iraniane.
    Purtroppo questo indica ineluttabilmente l’incapacita’ russa di comprendere appieno cosa si gioca nello scacchiere medio-orientale !
    Come alcuni analisti di Russia Insider scrivono (Russia Insider e’ un blog americano ma gestito da giornalisti NON filo-americani) Putin ha dimostrato in piu’ occasioni una incapacita’ di base di muoversi con decisione contro le mosse americano-occidentali.
    Qui altro articolo ottimo, che fa il paio con altro articolo, tradotto dalla redazione , sul tabu’ ebraico:
    https://russia-insider.com/en/putin-has-shown-weakness-armenia-and-syria-his-credibility-collapsing/ri23361

    • Mardunolbo
      9 maggio 2018

      Aggiungo inoltre che la linea di politica russa non prescinde per nulla dall’evocare una “grande vittoria” nel 1945, contro le forze tedesche definite “forze naziste”.
      Quindi, nonostante la spaventosa tragedia del comunismo, introdotto proprio dalle elite ebraiche in Russia,al fine di demolire un’altra dinastia imperiale cristiana da sempre, ancora adesso la Russia non comprende che quella tragedia e’ stata un’opera ben architettata dai soliti noti.
      Leggo su Sputnik news enfasi surreali su di una marcia degli eroi immortali (sarebbero i soldati russi caduti contro l’aggressione tedesca).
      Quindi , nonostante lo scrittore venerato in Russia, Solgenytsyn, abbia scritto chiaramente le ragioni del bolscevismo e del massacro di decine di milioni di russi, ancora la mentalita’ da resistenza “antinazista” impedisce di scorgere le nuove linee di demarcazione tra una umanita’ resa schiava dal potere mondialista ed i pochi, detentori del potere, che gestiscono alcune linee della Storia per volgere tutto al loro strapotere infernale.
      Tanti auguri a Sputinik news, ai siti russi ed alla dirigenza russa che non ha ancora capito quale sia il nemico n.1 del genere umano e della nazione russa !
      La mia personale conclusione e’ che la speranza sulla risolutezza russa nel gestire il conflitto siriano, deve sfumare ed e’ mia convinzione che solo la liberazione dagli stereotipi nazismo-comunismo potra’ far aprire gli occhi veramente per capire a cosa si va incontro.
      Non si tratta piu’ quindi di far aprire gli occhi alle popolazioni europee, ma anche di farli aprire alle popolazioni russe che soffrono ancora la sindrome dell’aggressione tedesca come se quella fosse stata la peggior nefandezza capitata !
      Ricordo Solgenytsyn ancora quando scriveva che l’esercito russo, nonostante uno strapotere di artiglieria si e’ ritirato, davanti alle forze tedesche, perche’ ciascun soldato, in cuor suo, sperava in una vittoria tedesca per liberare la Russia dall’orrore sovietico….
      Conclusione.
      Per la cecita’ europea e russa una guerra ci sara’ , per la volonta’ dei neocon e dei sionisti e noi tutti ne subiremo le conseguenze ! Unica consolazione: avevamo capito tutto, finalmente…

Inserisci un Commento

*

code