Notizie dal Fronte Ucraina: Sospesa la grande offensiva per la presenza di ingenti forze russe

Quando tutto era preparato per l’offensiva dell’Ucraina contro il Donbass, arriva la notizia che la Russia ha fermato l’offensiva senza sparare un solo colpo e ha lasciato quelli della Nato in stato di shock. Incluso l’esercito ucraino non aveva definito il piano d’azione previsto se l’esercito russo avesse aiutato il Donbass, solo mancava l’ordine di Zelensky ma non si ha notizia se possa avere dato tale ordine mentre si rileva una grande attività militare mella zona.
Sono in allerta massima unità dell’esercito ucraino come quelle del Donbass e si è saputo che gli eserciti si trovavano non a 3 km. di distanza ma a solo 500 mt. e 700 Mt distanziati fra loro. Una fonte del Ministero della Difesa dell’Ucraina ha segnalato che l’Esercito ucraino si trova molto meglio preparato adesso che mai e questo significa che attualmente ci sono tutte le condizioni disponibili per riprendere in Ucraina una parte significativa del territorio dei ribelli, soltanto si necessita l’ordine del comandante in capo per attaccare, riporta una fonte ucraina.
Abbiamo vari piani delle azioni delle forze armate ucraine, uno di questi include il possibile arrivo dell’esercito russo per aiutare le repubbliche e, se questo succede, l’esercito ucraino si ritirerà, sostiene la fonte . E’ molto probabile che allora dovremo ritirare le truppe per non ripetere il disastro della guerra del 2014, ha detto la fonte. Per una operazione di successo l’Ucraina necessita il non intervento della Russia nel conflitto. Altra cosa è che la Russia abbia l’intenzione di intervenire, in quel caso dovremo ricorrere all’aiuto dei nostri soci occidentali della NATO.

Allora tutti si domandano perchè non è iniziata la grande offensiva largamente annunziata, con la mobilitazione di tutte le forze ucraine, cosa che è avvenuta veramente. Quello che è accaduto è che la Russia ha messo in moto il suo apparato di guerra ed ha paralizzato l’esercito ucraino prima ancora che si muovesse tanto che gli ucraini sono rimasti sconcertati quando la milizia delle repubbliche ha eliminato tutte le postazioni di artiglieria da cui erano partiti gli attacchi contro il Donetsk. Dicevano che le milizia del Donbass disponeva delle armi sconosciute molto efficaci per neutralizzare i nidi di artiglieria ed effettivamente, quando i russi hanno visto che l’esercito ucraino aveva concentrato grandi forze nella linea del fronte, i russi hanno fornito alle milizie nuove armi tecnologiche molto efficaci. Nel contesto dell’aggravamento della situazione nel Donbass, Mosca sta realizzando ogni volta piu esercitazioni mlitari sulla direzione strategica sud occidentale. Inoltre si sono viste esercitazioni con la flotta del Mar Nero, con le manovre a terra delle brigate 20 dell’esercito mobilitando le unità di intervento combinate in Crimea nel campi di addestramento di Opuk dove i russi stanno preparando esercitazioni a grande scala con le unità di paracadutisti della divisione di Novorossiyk.


Quello che sta succedendo in Ucraina Mosca lo considera come una minaccia militare alle sue frontiere, soprattutto dopo che il comandante delle forze congiunte ucraine, tenente Sergey Naev, ha segnalato che nella frontiera con la Crimea le unità delle forze armate parteciperanno a contrattacchi di rappresaglia tanto nell’aria come nel mare ma non ha specificato in dettaglio quali forze e quali azioni.

Reparti aerotrasportati russi


Davanti a questo le unità aerotrasportate russe si addestreranno nel campo di addestramento della Crimea di Opuk con esercitazioni nella penisola dal 18 al 20 Marzo (praticamente domani).
Secondo il Ministero della difesa russo, Mosca utilizzerà oltre 2.000 soldati e 500 unità di equipe militare oltre a forze speciali delle Divisioni aerotrasportate di Novorossiysk . I paracadutisti saranno trasportati al campo di tiro della Crimea con aerei II-76MD da Stavropol e in grandi navi da sbarco della Flotta del Mar Nero da Novorossiusk.
A giudicare dal disegno degli esercizi dalle azioni della forza aerotrasportata, queste saranno per lo più di carattere difensivo. Le unità realizzeranno compiti di difesa marittima della costa contro un potenziale sbarco marittimo del nemico così come realizzeranno esercizi di combattimento da veicoli di armamento di assalto anfibio, tank e unità di artiglieria auto-propulsate.
Questo sembra un eufemismo per il quale i russi occuperebbero tutto l’est dell’Ucraina e soprattutto, se facciamo caso alle fonti israeliane che hanno pubblicato come la Russia ha occupato la Bielorussia con i famosi uomini verdi, gli stessi che hanno occupato la Crimea in 24 ore e se questo significa anche che potrebbero entrare in Ucraina da quella frontiera.
Tuttavia al momento, essendo vicini all’approssimarsi della data di invasione del Donbass, la Russia ha attivato la sua potente guerra elettronica ed ha paralizzato le unità ucraine bloccate sulle loro posizioni davanti a cui le truppe ucraine hanno frmato la loro offensiva che avevano iniziato colpendo con l’artiglieria le posizione della Repubbliche del Donbass mentre queste hanno rispsosto al fuoco con queste armi avanzate. Sembra certo che grandi formazione ucraine sono entrate sul fronte ma sono state obbligate a sospendere l’offensiva, secondo fonti della Difesa Ucraina, secondo le quali l’operazione militare a grande scala è stata sospesa indefinitivamente perchè molte unità hanno trovato una forte resistenza da parte della milizia ma soprattutto perchè la guerra elettronica russa ha iniziato a bloccare le comunicazione delle forze armate dell’Ucraina nel Donbass i sistemi di guerra elettronica hanno dato un forte colpo alle forze ucraine, generando seri problemi alle comunicazioni delle unità e riconoscimento delle forze ucraine, sospensione GPS, ecc..

Sistemi elettronici russi


Questi sistemi elettronici già stanno operando nel Donbass e si sono stabiliti grandi contingenti di forze russe alla frontiera, incluse artiglieria e mezzi corazzati ,come ha riferito il rappresentante dell’Ucraina.
Tuttavia non ci sono state informazioni ufficiali e sembra che questo permetterebbe all’Ucraina di mettere in azione il piano B, che consiste di accusare la Russia di intervento in un conflitto armato.
Si è saputo che le forze ucraine hanno cancellato l’offensiva per causa della presenza di grandi unità russe alla frontiera del Donbass che potrebbero intervenire in meno di 24 ore nel paese e prendere in mano la situazione. Le autorità ucraine hanno già individuato le manovre russe come una minaccia russa e hanno optato per rinunciare all’offensiva e limitarsi a nuove grandi esercitazioni. I soci della NATO non sono decisi a intervenire ed hanno valutato la guerra elettronica russa come un atto di guerra.
Al momento gli alleati dell’Ucraina aspettano l’evolversi degli eventi.

Fonti Varie

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

29 Commenti

  • Eugenio Orso
    17 Marzo 2021

    Tutto questo quando, non a caso, la bestia amerikanoide dalla faccia da cazzo biden, demokrat e liberal-assassino, ha praticamente dichiarato che il Grande Presidente Vladimir Putin è un assassino, per false accuse costruite dall’asse del male di “interferenze” russe anche nelle farsesche elezioni usa 2020.
    Gli fa eco un’organizzazione delinquenziale vicina alla spia della cia navalny …
    Speriamo che i russi si muovano in fretta, dai Balcani profondi al Baltico, mostrando i muscoli ai vili stragisti demokratoidi e merkatoidi servi degli ebrei e martellandoli senza pietà.
    Ormai per noi, in Italia, non c’è più alcuna speranza di riscatto e di salvezza, ma, nella disgrazia, spero di veder bruciare nel fuoco dell’inferno new york e tel-aviv!
    Mettetemi in una mano un kalashinokov e nell’altra un machete e venderò cara la pelle, eliminando qualche verme collaborazionionista degli us-giudaici.
    Morte all’occidente debosciato, morte alla demokrazia e al merkato!

    Cari saluti

    • Niko
      17 Marzo 2021

      mi arruolo volentieri

    • Monk
      17 Marzo 2021

      Semmai una pistola e un coltellaccio, con un ak-47 come fai? Parlate e non conoscete manco le armi. Adesso mi sono rotto la minchia e vado dalle mie capre, sir orsus e vai al poligono prima di fare rambo. Senza offesa, in fondo so’ burlone

      • Eugenio Orso
        18 Marzo 2021

        Hai fatto il militare? Hai combattuto come volontario in una guerra in un altro paese?
        Se la risposta è no, evita di scrivere stronzate.

        • Capitano AQUILANTE
          18 Marzo 2021

          Ho fatto il militare nel 68 e metto una palla in culo a una pulce a 800 metri,siamo tutti in pericolo perché i cosiddetti americazzoni hanno perso dappertutto perché la gente si è accorta che non valgono niente. Speriamo solo che il GRANDE PUTIN tenga i nervi saldi e si limiti a riprendersi quei traditori ucraini.

        • Niko
          18 Marzo 2021

          NON SEI TU CHE DEVI DECIDERE CHI DEVE SCRIVERE E CHI NO, chi cazzu ti kredi d essere ? Imb.lle.
          (le lettere mancanti indovinai da te)

      • Anonimo
        18 Marzo 2021

        un Kalasnikov lo spari con una mano sputa il 7.62×39 lo facevamo col Fal che sputa 7.62×51

    • Anonimo
      18 Marzo 2021

      presente , e forza Russia.

    • giorgio
      18 Marzo 2021

      Mi associo Eugenio ……

  • Anonimo
    17 Marzo 2021

    Biden ha involontariamente detto una verità:
    Gli interventi russi sono indigesti .

  • mario
    17 Marzo 2021

    W RUSSIA W IL PRES. PUTIN …………………….. LA NAZIONE ITALIANA E” CON VOI……………………
    GRAZIE PER TUTTO L” AIUTO CHE AVETE DATO ALL ” iTALIA E A TANTE ALTRE NAZIONI GRAZIE

  • La soluzione
    17 Marzo 2021

    I falliti per giustificare i loro fallimenti e gli eterni debiti hanno bisogno di guerra. Credo che piangeranno amaramente sulle ceneri atomiche.

    • Laura
      17 Marzo 2021

      Anche io

    • Hannibal7
      17 Marzo 2021

      Quando ti avvicini troppo alla tana dell’orso, questo spalanca la bocca e mostra le sue zanne…ripensateci e ritiratevi prima che sia troppo tardi
      Gloria alla Santa Madre Russia

  • La soluzione
    17 Marzo 2021

    I criminali falliti hanno bisogno di guerra. Indebitati marci pensano di nascondersi con la guerra. Piangeranno come al solito sulle ceneri.

  • Palummella
    17 Marzo 2021

    Ormai gli Usa sono prossimi al collasso economico. L’unica speranza è la guerra. Le provocazioni servono a giustificare la guerra.

  • Nicolas
    17 Marzo 2021

    Onore alla Grande Madre Russia ultimo baluardo di libertà contro i barbari satinasti occidenti … che Dio l’abbia in gloria

    • atlas
      18 Marzo 2021

      guarda che mica è morta. Nè la Russia nè Putin. Grazie a Dio

      • Francesco
        21 Marzo 2021

        Buongiorno x me sta per succedere un gran caos ma veramente pensate che la NATO stia ferma mentre la Russia muove le sue truppe contro l’ucraina? Io penso che stiano solo preparando i piani di attacco e difesa non escludendo un attacco atomico … Comunque sia siamo fregati pure noi avendo basi Americane -nato sul nostro territorio… cmq W LO ZAR PUTIN.

  • ANDREA
    17 Marzo 2021

    Tendo a credere che i piani alti ucraini hanno compreso l’indisponibilità del “sodato ucraino” a sacrificarsi sull’altare di un piano Nato che non ha alcuna considerazione della sua vita,
    un “soldato ucraino” che ha compreso di essere solo carne da macello in nome di una alleanza che non muoverà un solo dito per condividere il suo rischio umano,
    ha compreso che alla Nato gli frega niente di lui.

  • ARMIN
    17 Marzo 2021

    L’occidente crepuscolare vuole fare il leone, ma è un leone senza denti (come disse un leader Russo).
    Le “élite” occidentali sono malate e jellate. Auguri.

    • giorgio
      18 Marzo 2021

      Qualcuno disse “l’imperialismo è una tigre di carta” ……

  • Arditi, a difesa del confine
    18 Marzo 2021

    tutti questi commenti mi fanno capire che, ancora una volta, siamo dalla parte sbagliata

    ed inizialmente ci toccherà combattere per la parte sbagliata, a ringraziamento dei conigli scappati in montagna nel 43 e che ci hanno rifilato questa situazione di totale sudditanza all’invasore

    • giorgio
      18 Marzo 2021

      Già …. per “liberarci” dall’ex alleato improvvisamente divenuto “invasore” hanno facilitato una vera invasione e occupazione, saltando sul carro del vincitore, che dura tutt’ora …..
      e i discendenti di costoro adesso sono i più oltranzisti atlantisti ….. sostenitori degli attuali occupanti anglo americani e del loro distruttivo sistema sociale …

  • Rena
    18 Marzo 2021

    A: luciano lago.
    Come fai a sopportare,
    Questi strateghi? ( hai fatto il militare?)…..

    • Niko
      19 Marzo 2021

      Condivido, e guardati la risposta che gli ho dato .

  • antonio
    18 Marzo 2021

    viva lo Zar Vladimir

  • Sarmata
    20 Marzo 2021

    @arditi: il fascismo e nato dai sostenitori della grande guerra e poi ha scelto una altra guerra mondiale….in mezzo ha massacrato lavoratori, bruciato sedi, biblioteche, case del popolo…ha perseguitato tutto ciò che non era italiano puro, ha vietato lingue madri secolari in nome dell’italianità..
    Secondo te i partigiani dovevano sostenerlo contro gli alleati, credendo alle cazzate del programma della Repubblica sociale?… Prima mi massacri e poi mi offri una mano….si…come no.
    Poi l’epilogo lo conosciamo: servì degli Usa….dalla merda alla merda

  • Vecchio storico
    5 Aprile 2021

    Per essere concreti:
    -. la democrazia in Italia ed in Europa é stata mutilata,
    .- la burocrazia statale e finanziaria impedisce lo sviluppo dell’economia congelando i capitali in banca per usarli a proprio piacimento,
    – gli USA hanno bisogno di una guerra da imporre a tutto il mondo per salvarsi economicamente dal disastro del dollaro e del loro bilancio statale,
    – stanno cercando disperatamente un diversivo come in Siria nel 2011 (fermati dalle navi di Putin) come in Ucraina oggi,
    – Putin si sta rafforzando anno dopo anno soprattutto tecnologicamente visto che i russi sono un terzo degli americani.
    – Putin sta mettendo dei capisaldi e dei confini che se violati scateneranno una reazione convenzionale al massimo livello ma anche accompagnata da un ombrello nucleare del tipo “noi reagiamo convenzionalmente sui nostri confini (Ucraina-Siria-Caucaso) ma se voi intervenite allora scatta l’opzione nucleare”.
    Mi pare che la strategia di Putin-Lavrov funzioni.

Inserisci un Commento