Nonostante la decisione delle Nazioni Unite, gli aerei da guerra israeliani bombardano Gaza

Israele ha bombardato Gaza, inclusa Rafah, nonostante la decisione della Corte Suprema delle Nazioni Unite di “fermare immediatamente” i suoi attacchi militari contro le città del sud.

Aerei da guerra israeliani hanno attaccato parti di Rafah e la città centrale di Deir al-Balah nella Striscia di Gaza sotto assedio sabato mattina, appena un giorno dopo che la Corte Internazionale di Giustizia (ICJ) con sede all’Aja ha ordinato al regime di Tel Aviv di “fermare immediatamente” la sua offensiva su Rafah .

Speriamo che la decisione del tribunale costringa Israele a porre fine a questa guerra di sterminio perché qui non è rimasto più nulla”, ha detto una donna palestinese di Gaza City sfollata a Deir al-Balah a causa della guerra.

Tuttavia, gli attacchi di sabato hanno dimostrato che Israele non ha mostrato segni di disponibilità a cambiare rotta a Rafah.

Israele è un’entità che si considera al di sopra della legge. Pertanto, non credo che le sparatorie e la guerra si fermeranno se non con la forza”, ha detto all’agenzia di stampa francese AFP Mohammed Saleh, un altro residente della città .
Ignorando gli avvertimenti internazionali di un disastro umanitario, Israele ha lanciato un’invasione di terra di Rafah, dove centinaia di migliaia di palestinesi hanno cercato rifugio, costringendo più di 900.000 persone a fuggire dalla città.

La Corte delle Nazioni Unite ha sottolineato nella sentenza di venerdì che il regime di occupazione “deve fermare immediatamente l’offensiva militare e qualsiasi altra attività nel governatorato di Rafah che potrebbe influenzare le condizioni di vita dei palestinesi a Gaza, portando alla loro distruzione fisica “totale o parziale”.

All’inizio di questa settimana, l’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei rifugiati palestinesi nell’Asia occidentale (UNRWA) ha annunciato che Israele ha sfollato con la forza il 75% della popolazione della Striscia di Gaza da ottobre.

“Per migliaia di famiglie palestinesi non c’è nessun posto dove andare; Le operazioni militari e i bombardamenti rappresentano una minaccia continua, gli edifici sono ridotti in macerie. Nessun posto è sicuro a Gaza”, ha affermato l’agenzia delle Nazioni Unite.

Israele ha ucciso più di 35.800 persone, per lo più donne e bambini, e ne ha ferite più di 80.200 a Gaza dal 7 ottobre, quando ha lanciato una guerra brutale nella fascia costiera palestinese dopo che il Movimento di Resistenza Gruppo Islamico Palestinese (HAMAS) ha portato avanti l’Operazione Al -Aqsa Storm contro il regime occupante.

Nota: Il massacro attuato deliberatamente da Israele contro la popolazione civile palestinese ha sollevato l’indignazione di tutto il mondo, con l’eccezione di alcuni paesi vassalli con forti legami con il gruppo di potere sionista che governa Israele. Gli stessi Stati Uniti, che forniscono armi e sostegno a Israele, sono considerati complici di questo massacro e le denunce per i crimini commessi coinvolgono anche gli esponenti del governo e del Congresso USA. Le proteste contro il genocidio di Gaza si sono estese in tutto il mondo e negli stessi paesi (Stati Uniti e Regno Unito in testa) che sono da sempre i principali supporter del governo israeliano e delle sue politiche genocide. I crimini commessi a Gaza e in Palestina dagli occupanti Israeliani e dai loro complici mettono in luce l’ipocrisia ed il doppio standard dell’occidente e delle sue presunte regole e questo sta determinando un processo di ripulsa che si è esteso alla gran parte dei paesi del sud del mondo ed in via di sviluppo.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione e nota: Luciano Lago

5 commenti su “Nonostante la decisione delle Nazioni Unite, gli aerei da guerra israeliani bombardano Gaza

  1. L’occidente ha le stesse usanze dei padroni americani fessacchiotti. Pensano ancora che bombardando città non protette, uccidendo civili innocenti, si vincano le guerre. L’unico che ha ceduto a questo ricatto è stato Miloscevich. I Popoli forti, o che hanno amici alle spalle, non cedono e, anzi trombano americani e c. alla grande. L’Arte della guerra non è per l’occidente pùtrido, guidato da imbecilli, fermi con le loro idee all’800 ………………

  2. Bravi ebrei. Fate bene a fregarvene di ridicole istituzioni di diritto. Tra l’ altro istituita per perseguire, sulla carta, i criminali nazisti che perseguitarono gl’ ebrei nella 2GM. Ora che sono loro a trucidare gl’ arabi, ovviamente si discreditano Tribunale ed Onu. Ma nella marcescenza generalizzata dell’ occidente malato di finte pandemie, mi meraviglierebbe il contrario. Tutto passi per essere schifati ed isolati. Giustamente.

  3. La tattica di Israele per “distruggere Hamas” e’ far morire di fame la popolazione di Gaza e bombardare gli edifici residenziali, le scuole e gli ospedali di Gaza con donne, vecchi e bambini al loro interno perche’ nei covi sottostanti si nasconderebbero dei terroristi. Questa tattica viene accettata e giustificata dalla maggior parte dei paesi occidentali. E’ come se il governo italiano, per distruggere la mafia, si mettesse a far morire di fame i siciliani e a bombardare gli edifici residenziali, le scuole e gli ospedali di Palermo, Messina, Catania, Trapani, Agrigento, con donne, vecchi e bambini al loro interno perche’ nei covi sottostanti si nasconderebbero dei mafiosi. La giudicheremmo una tattica ragionevole e giustificabile?

  4. Onu e TPI sono una pagliacciata Nato. Gl’ assassini di bambini danno dimostrazione di questo. Se nel 1999 erano stati ridicolizzati dagl’ anglo americani, che bombardarono la Serbia senza risoluzioni, gl’ israeliani gli stanno dando il colpo di grazia definitivo.

  5. Sono già più di tre mesi che il numero ufficiale delle vittime palestinesi è fermo a 35.000!? Suvvia, un pò di onestà intellettuale, almeno qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM