Non si fermano ma crescono le proteste contro il nuovo regime sanitario

di Luciano Lago

La mobilitazione delle tante piazze in Italia, nella protesta contro il green pass, ancora ieri è stata imponente e ha dato un segnale preciso: la resistenza alla dittatura sanitaria continua e si rafforza.
Si tratta di una mobilitazione sociale pacifica e senza precedenti che coinvolge decine di migliaia di persone di varia provenienza e ceto, tutti uniti nell’opporsi al ricatto del governo Draghi e dei suoi sodali.

Le autorità politiche reagiscono nervosamente e fallisce il tentativo di imbrigliare i portuali di Trieste che si sono prontamente smarcati dalla minaccia di infitrazioni che si paventava nello scorso fine settimana.


Tuttavia il coro dei media insiste nel tentativo di criminalizzazione delle proteste, accostando le proteste ad estremismo,neo fascismo, anarchici, irresponsabili e quanto altro. Fioriscono teorie di presunti finanziamenti ai no vax da ambienti non identificati, d’altra parte si inizia sempre così quando si deve esternare qualche teoria complottista e non è escluso che si finirà per dare la colpa a Putin.

In realtà in molti iniziano ad accorgersi che quella che protesta è la parte più consapevole della società che rifiuta il nuovo regime sanitario e la soppressione dei diritti inalienabili delle persone, da quello al lavoro a quello allo studio ed alla libera cicolazione, presentata con il pretesto dell’ emergenza continua.
Questa sensazione inzia ad essere nell’aria e le manifestazioni di ieri, in particolare quella a Milano, a Roma, Torino, Bologna, Padova, Firenze, Ancona, e tante altre città ha plasticamente dimostrato questa consapevolezza.

La novità è quella per cui si stanno costituendo vari comitati ed organizzazioni nel coordinamento di queste proteste e presto ne uscirà una forma organizzativa che sarà trasversale fra la gente e metterà in soffitta le vecchie distinzioni e gli schemi logori di destra e sinistra, ormai superati e obsoleti ed utilizzati per dividere e distrarre.
La lotta sarà focalizzata sulla difesa dei diritti fondamentali e sulla libertà di scelta con ripulsa di ogni forma odiosa di discriminazione che il sistema cerca di imporre.


Coloro che hanno scelto di sostenere questa lotta crescono nel numero e nella determinazione, con l’obiettivo di ottenere una società pià giusta che tenga conto delle esigenze dei cittadini piuttosto che degli interessi delle grandi corporazioni e lobby di potere.

26 Commenti
  • Helix
    Inserito alle 21:57h, 24 Ottobre Rispondi

    i politici in italia hanno r….. i c……..!

  • Hannibal7
    Inserito alle 22:48h, 24 Ottobre Rispondi

    In effetti si cresce
    Ieri a Torino il corteo partito da piazza Castello era molto più numeroso delle altre volte
    Questo, finalmente devo dire, ammesso anche dal notiziario giornaliero online TorinoToday che riporta la notizia di 5 mila manifestanti
    Se lo scrivono loro,allora è facile che eravamo anche di più
    Ho visto tanta gente nuova,oltre ai soliti volti noti,dopo oltre due mesi alla fine ci si conosce tutti
    Soprattutto, e questo devo dire mi ha fatto molto piacere,ho visto finalmente tanti giovani
    Si cresce quindi…e c’è dissenso

    Una nota dolorosa personale
    Giovedì mattina mio figlio ha partecipato al funerale di una sua amica
    15 anni
    Arresto cardiovascolare
    Vaccinata….
    Fatto non denunciato dai genitori ahimé
    ….
    I media mainstream ovviamente non ne parlano,ma su diversi canali di controinformazione è pieno di questi tristi eventi
    ….
    A Torino non si molla
    Saluti né

    • atlas
      Inserito alle 09:12h, 25 Ottobre Rispondi

      perchè, tu sei vecchio ? … OTTIMO video. Si vede come i mezzi d’informazione all’estero valutano la situazione politica e repressiva dalla democrazia verso la gente, unica, che c’è quì https://www.facebook.com/100GiorniDaLeoni/videos/920087721962531

      • atlas
        Inserito alle 09:37h, 25 Ottobre Rispondi

        quì si vede chiaramente il capo di gabinetto della questura di Trieste fare il saluto romano due volte, in favore della democrazia. E intervista a Stefano Puzzer, una gran brava persona. La strategia è che nessuno lavori, in tutte le città. L’unico che deve andare a lavorare, nei campi, a zappare, è l’ardito a difesa del suo orticello https://www.facebook.com/100GiorniDaLeoni/videos/181423944158656

      • Hannibal7
        Inserito alle 21:19h, 25 Ottobre Rispondi

        Atlas,vecchio non lo sono ancora
        Ma a 48 anni suonati ormai,non posso certo dire di essere un giovincello
        Quello mi ha fatto felice vedere sabato in piazza a Torino
        Tanti giovincelli….
        Tanti altri invece seduti ai tavolini a fare gli aperitivi….mentre il governo feccia ha già portato via loro il futuro

        • atlas
          Inserito alle 22:53h, 25 Ottobre Rispondi

          ma secondo voi i calciatori, per es., si ficcano il siero ? Le società non rischiano un loro capitale. Avranno il GP ma NON si sono ‘vaccinati’ … lo Pfizer è per i pezzenti e gli operai …

  • Monk
    Inserito alle 23:10h, 24 Ottobre Rispondi

    Modello giallo infame, presto anche da noi scemi con i fans dei musi gialli satanisti
    In Cina, ogni angolo ha un checkpoint covid per controllare la temperatura, il risultato del test covid entro 48 ore, lo stato del vaccino…
    Se hai un passaporto per il vaccino con codice QR, entri. In caso contrario, l’autobus nelle vicinanze ti porterà al punto di vaccinazione per essere colpito immediatamente

    https://twitter.com/songpinganq/status/1430077347991113728

  • Helix
    Inserito alle 00:34h, 25 Ottobre Rispondi

    cmq interessanti i video che ci sono su quel canale twitter, purtroppo la Cina è entrata nel quadro mondiale internazionale e che lo voglimo o non influenzera’ con la sua cultura e modi di esercitare il potere l’europa, bisogna anche capire che in il Governo Cinese deve gestire 1 miliardo di persone penso che sono rigidi anche per quello, poi anche qui da noi ci sono le risse sugli autobus treni ecc, scommeto che in Cina nelle stazioni non ci sono i borseggiatori che la fanno franca.

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 07:26h, 25 Ottobre Rispondi

      in Cina non ci sono borseggiatori ?
      AHAHAHAHAHAHAHAHAH

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 07:28h, 25 Ottobre Rispondi

        in cina non ci sono borseggiatori ??
        AHAHAHAHAHAHAHAHAH
        .
        e poi la storia del “in Cina sono rigidi perche’ devono gestire un miliardo di persone” fa davvero sbellicare
        a parte che in Cina sono 1,4 miliardi, poco piu’ a sud ci sta un altro paese che ha un miliardo e passa di persone (1,1 per la precisione) e non c’e’ nessun governo rigido.
        si chiama INDIA

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 07:29h, 25 Ottobre Rispondi

        e poi la storia del “in Cina ci sta il “governo rigido” perche’ devono gestire un miliardo di persone” fa davvero sbellicare
        a parte che in CIna sono 1,4 miliardi, poco piu’ a sud ci sta un altro paese che ha un miliardo e passa di persone (1,1 per la precisione) e non c’e’ nessun “governo rigido”
        si chiama INDIA

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 07:31h, 25 Ottobre Rispondi

        e poi la storia del “governo rigido” perche’ sono in tanti fa davvero spanciare
        a parte che sono 1,4 miliardi, poco piu’ a sud ovest ci sta un altro paese che ha un miliardo e passa di persone (1,1 per la precisione) e non sta nessun “governo rigido”.
        si chiama INDIA

        • Arditi, a difesa del confine
          Inserito alle 07:36h, 25 Ottobre Rispondi

          ho scritto i due commenti di cui sopra per ben 10 minuti prima di vederli approvati, la differenza e’ che nel primo anziche “spanciare” usavo un altro termine “sb€ししicar€”
          veramente assurdo

        • rossi
          Inserito alle 10:51h, 25 Ottobre Rispondi

          ma sei mai stato in India? Il sistema delle caste ti dice qualcosa? In India continuano a morire di fame milioni di persone, purtroppo!!!!! Le proteste sono quotidiane e anche i morti!!!!! W L’INDIA EUROASIATICA, abbasso l’occidente satanico e il suo potere finanziario terrorista che ha appendici ( metastatiche ) ovunque.

          • atlas
            Inserito alle 11:03h, 25 Ottobre

            Rossi : non è mai uscito da Giaveno. Però il DvD ce l’ha. Quella che è la SUA civiltà occidentale democratica … “o fai di tutto per vivere, o fai di tutto per morire”.
            Io ho scelto di vivere.
            E per la seconda volta in vita mia ho commesso un crimine: ho violato la libertà condizionata. Non credo che metteranno dei posti di blocco per questo, non per un vecchio come me. Sono così eccitato che non riesco a stare seduto, né a concentrarmi su qualcosa. Credo sia l’emozione che solo un uomo libero può provare. Un uomo libero all’inizio di un lungo viaggio la cui conclusione è incerta. Spero di farcela ad attraversare il confine. Spero di incontrare il mio amico e stringergli la mano. Spero che il Pacifico sia azzurro come nei miei sogni. Spero”. Aspetta, gli metto anche la foto https://twitter.com/ismaylyusuf/status/1452557063054372867/photo/1

    • nicholas
      Inserito alle 09:22h, 25 Ottobre Rispondi

      Te parli della Cina. Io non riesco a vedere nessun condizionamento cinese qua in Europa come lo vedi tu.
      Io vedo ,invece, che gli Usa ci condizionano.
      Ti ricordo che a capo dell’Italia c’e’ draghi. Uomo del potere finanziario-bancario dell’occidente.
      Poi, Bruxelles segue ciò che gli Usa impongono.
      Perfino, Bill Gates detta legge qua in Europa.

      • atlas
        Inserito alle 09:40h, 25 Ottobre Rispondi

        è una persona indegna e meschina. Quasi un lurido verme. Ma non schiacciarlo, noi siamo gente pacifica. Ci penseranno i suoi ‘fascisti’ democratici. Non sporcarti i piedi

        • nicholas
          Inserito alle 20:58h, 25 Ottobre Rispondi

          Va bene ATLAS, non mi sporcherò 🙂 🙂

  • mario
    Inserito alle 07:53h, 25 Ottobre Rispondi

    ebrei il male di tutti i mali…………………………….soros ebreo rockefeller ebreo bill gates ebreo
    harburg ebrei rothischild ebrei ecc………ecc………ecc…….
    leggete la storia di questi animali e capirete tutto…………………………………………………………

  • antonio
    Inserito alle 23:38h, 25 Ottobre Rispondi

    Draghii dovrà andarsene dall’ Italia il popolo non lo vuole più sentire a dir menzogne

  • atlas
    Inserito alle 06:37h, 26 Ottobre Rispondi

    LA SITUAZIONE ATTUALE DIMOSTRA CHE LA LOGGIA P2 NON SI E’ MAI SCIOLTA, E LA DEMOCRAZIA HA PRESO PIENI POTERI

  • atlas
    Inserito alle 12:26h, 26 Ottobre Rispondi

    “mi sarei aspettato code chilometriche di persone per benedirsi, invece abbiamo code chilometriche per i tamponi in farmacia” (Matteo Bassetti)

  • atlas
    Inserito alle 12:39h, 26 Ottobre Rispondi

    Paolo Borgognone

    mi pare ovvio che i benedetti sono assai meno di quell’80% propagandato dai media ufficiali. Senza l’imposizione di obblighi e lasciapassare, senza il ricorso da parte del governo alla strategia del ricatto permanente, si sarebbe fatto benedire sì e no il 10% della popolazione. Altro che adesione di massa alla campagna di “profilassi”… per questo il regime sta spalancando una nuova finestra di Overton: GPRS solo ai benedetti e ai guariti, estromettendo la cosiddetta alternativa del tampone. Ma non sarà facile costringere a benedirsi milioni di italiani che hanno scelto legittimamente (per motivi che non è mio diritto indagare) di non farlo. Se si dovesse arrivare all’obbligo surrettizio senza “alternative” il livello dello scontro sociale in atto nel Paese si acuirebbe ancor di più. Inoltre, la terza mano PER TUTTI è stata ampiamente sdoganata e presto diranno apertamente ciò che è già scontato pensare: il GPRS verrà revocato a chi si rifiuterà di fare la terza mano. Si va avanti sulla strada tracciata: 1) imporre obblighi surrettizi attraverso lo sdoganamento della categoria delittuosa di ricatto; 2) criminalizzare, tentare di segregare e discriminare a oltranza i disobbedienti; 3) introdurre il concetto di DIPENDENZA (in questo caso dall’acqua santa) come parte fondamentale e rito collettivo periodico di adattamento alla nuova normalità

Inserisci un Commento