Non ci sarà più espansione della NATO – Russia


Di Jonny Tickle

La Russia dichiara che porrà fine al proseguimento dell’allargamento della NATO verso le sue frontiere.

Nei prossimi colloqui con Washington, Mosca non solo ostacolerà, ma porrà fine a qualsiasi espansione verso est del blocco militare della NATO guidato dagli Stati Uniti, ha affermato martedì il viceministro degli Esteri russo.

Parlando con l’agenzia di stampa Interfax, Sergey Ryabkov ha affermato che il suo paese entrerà nei negoziati con un’agenda chiara e rifiuterà qualsiasi tentativo dei diplomatici statunitensi di diluire l’accordo proposto tra le due parti.

“La nostra leadership ha ripetutamente affermato che non possiamo più tollerare la situazione che si sta sviluppando nelle immediate vicinanze dei nostri confini. Non possiamo tollerare l’espansione della NATO. Non ci limiteremo a impedirlo. Lo fermeremo”, ha detto Ryabkov.

I colloqui, che si terranno il 10 gennaio, si concentreranno su due bozze di trattato rilasciate pubblicamente che includono un elenco di promesse che la Russia vuole ottenere dagli Stati Uniti e dalla NATO. Oltre alle promesse che il blocco non si espanderà verso est, le proposte includono anche la fine della cooperazione occidentale con i paesi post-sovietici, la rimozione delle armi nucleari statunitensi dall’Europa e il ritiro delle truppe e dei missili della NATO dal confine russo. .

Tuttavia, secondo Ryabkov, gli Stati Uniti vogliono ignorare le ferme richieste della Russia, proponendo invece una forma di negoziato meno strutturata. “Non dovremmo elaborare una sorta di agenda adimensionale quando è nel nostro interesse includere argomenti che sono stati a lungo risolti attraverso altri canali. Dobbiamo concentrarci esclusivamente sulle due bozze di documenti che abbiamo presentato ” , ha affermato.

Il viceministro degli Esteri Russo Ryabkov

I commenti di Ryabkov hanno seguito le citazioni dei media occidentali da fonti anonime della Casa Bianca che affermano che i prossimi colloqui si concentreranno sul controllo degli armamenti, nonché sulla situazione al confine russo-ucraino.

“Questo di per sé è un compito molto difficile, dato il grado di disaccordo tra noi e gli Stati Uniti, e noi e la NATO, su questi temi” , ha detto il vice FM, spiegando che la Russia non accetterebbe alcun tentativo americano di “diluire” il discussione sui trattati proposti.

“Concluderemmo, in tal caso, che gli Stati Uniti non sono pronti per una conversazione seria. Chiediamo negoziati, intensi e rapidi. Riteniamo che il problema non sia solo in ritardo. È già troppo maturo”, ha aggiunto.

Fonte: RT. News

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM