Non c’è futuro per l’“Israele” nazista nella regione, dice Sayyed Nasrallah

Il leader di Hezbollah, Sayyed Hassan Nasrallah, ha sottolineato che l’invasione di Rafah mette in luce la falsità secondo cui l’occupazione israeliana sarebbe civile.

Martedì il segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah ha condannato il massacro di Rafah, affermando che questo ha spazzato via la falsa facciata utilizzata per presentare l’occupazione israeliana come un’entità “civilizzata”.

Nel suo intervento al termine delle condoglianze per la morte di sua madre, Sayyed Nasrallah ha affermato che il massacro di Rafah “conferma la brutalità, la slealtà e il tradimento del nemico”, sottolineando che “siamo di fronte a un nemico senza valori né morale, che supera i nazisti”.

Nasrallah ha sottolineato l’importanza di condannare questi orribili massacri, che dovrebbero servire da forte motivazione affinché il mondo faccia pressione per porre fine all’aggressione a Gaza. Ha sottolineato che “l’orribile massacro di Rafah dovrebbe risvegliare tutte le persone ignare e silenziose di questo mondo”.

Per quanto riguarda gli Stati Uniti, il leader di Hezbollah ha affermato che la loro ipocrisia nei confronti di Rafah “ha avuto un ruolo significativo nelle ultime settimane”, sottolineando che “Israele” sfida la volontà della comunità internazionale e della Corte internazionale di giustizia, che ha ordinato di fermare l’attacco. su Rafah.

Rivolgendosi ai paesi arabi che stanno normalizzando le relazioni con l’occupazione israeliana, Sayyed Nasrallah ha chiesto: “Normalizzerete voi con questi criminali e traditori la cui brutalità non conosce limiti?

Il leader della Resistenza Libanese ha sottolineato che i massacri perpetrati dall’occupazione israeliana dovrebbero “servire da lezione a noi e a coloro che contano sulla comunità internazionale e sulle leggi internazionali per proteggere il Libano”.

Ha inoltre sottolineato che “chi è inconsapevole, ignorante e distaccato dalla realtà” deve ascoltare le donne e i bambini di Rafah, che gridano nelle loro orecchie chiedendo aiuto.

“Guardate la comunità internazionale, che è impotente e debole, contenta di rilasciare soltanto dichiarazioni di preoccupazione e di condanna”, ha detto Sayyed Nasrallah.

Inoltre, il segretario generale di Hezbollah ha affermato che il massacro di Rafah e le azioni sconsiderate dell’occupazione israeliana “accelereranno la sconfitta, il collasso e la scomparsa di questa entità”, sottolineando che “non c’è futuro per questa entità di tipo nazista in Israele”, nella nostra regione.”

Massacro di Rafah

Domenica sera, le forze di occupazione israeliane hanno commesso un nuovo massacro contro decine di sfollati bombardando le loro tende montate nei magazzini dell’UNRWA a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, una presunta zona sicura.

L’Ufficio stampa governativo ha riferito che l’occupazione israeliana ha commesso un terribile massacro attraverso il bombardamento concentrato e deliberato di un centro per sfollati forzati, situato nelle caserme dell’UNRWA nel nord-ovest del Governatorato di Rafah. Il centro è stato bombardato con più di sette missili e grandi bombe, ciascuna del peso di oltre 2.000 libbre di esplosivo. Bombe e missili fornite dagli USA.

Secondo l’Ufficio stampa del governo, questo violento bombardamento ha provocato il martirio di decine di persone e provocato numerosi feriti, alcuni dei quali molto gravi, indicando un confermato aumento del numero dei martiri di questo massacro.

A sua volta, il Ministero della Sanità palestinese ha riferito che ci sono stati un gran numero di martiri e feriti a causa dell’attacco aereo dell’occupazione sul campo profughi di Rafah, sottolineando che la ricerca delle persone scomparse sul posto è ancora in corso.

I media palestinesi hanno anche riferito che “un gran numero di martiri e feriti sono ancora nel campo, mentre le squadre di ambulanze e di protezione civile stanno lottando per raggiungerli”, aggiungendo che “gli incendi stanno ancora bruciando nel campo a causa dei bombardamenti”.

La Difesa Civile di Gaza ha annunciato di aver trasportato almeno 50 persone, compresi martiri e feriti, in seguito al bombardamento da parte dell’occupazione del campo profughi di Rafah, rivelando che l’area presa di mira comprende circa 100.000 sfollati.
Un crimine commesso da Israele con la complicità degli Stati Uniti che forniscono armi e sostegno militare al governo Netanyahu.


Fonte: Al Mayadeen inglese

Traduzione: Luciano Lago

9 commenti su “Non c’è futuro per l’“Israele” nazista nella regione, dice Sayyed Nasrallah

  1. Israele non considera che i bambini di Gaza crescendo diventeranno terroristi a causa delle profonde lacerazioni psichiche subite ? non considera che con la bestialità delle sue azioni si isola rispetto a tutti gli stati arabi ?

  2. Speriamo non ci sia futuro per i sionisti nel mondo. Feccia sfruttatrice, genia di accatastati di potere e ricchezze. Strozzini Malnati ed assassini d’ inermi.

  3. israele ha cancellato con le sue mani il futuro delle sue nuove generazioni in quell’area, ha perso ogni diritto ad occupare quel suolo, e se vorrà rimanere, lo dovrà fare dietro alti fossati e mura, circondato da filo spinato e armi, restando prigioniero di se stesso come lo è sempre stato.
    Peccato per quegli ebrei esenti da odio, che subiscono, anche questa volta, all’interno delle proprie amministrazioni sociali, quella “minaccia dell’individuo, esposto ai rischi di una corruzione della sua integrità morale e annientamento”, costretti nuovamente a fuggire, emigrare.
    Ma è la condizione di chi vuole della storia una narrazione fasulla e solo compiacente ai propri desideri ed interessi.

  4. Chi bombarda tendopoli e accampamenti di fortuna, pieni di profughi affamati, assetati, feriti atrocemente e senza cure, senza più nulla, non può che fare una brutta, bruttissima fine ! Perciò dico che un sionista buono è un sionista morto ! Cosi come tutti i governi complici e servi, che governano la UE ! Quando franeranno UE e NATO, non mi vengano a dire (i vari Macron, Scholtz, Sunak, Meloni, i loro predecessori come Draghi, Merkel, Jhonson, Sarkozy, o altri che li sostituiranno) che erano costretti a dirsi atlantisti e finanziare e armare sia gli ucro-nazi che i sion-nazi, dall’appartenenza a quelle organizzazioni terroristiche, appunto NATO ed UE ! Non sarà una giustificazione buona per salvarsi la pelle ! Dovranno finire contro un muro e giustiziati !

  5. israele ha cancellato con le sue mani il futuro delle sue nuove generazioni in quell’area, ha perso ogni diritto ad occupare quel suolo, e se vorrà rimanere, lo dovrà fare dietro alti fossati e mura, circondato da filo spinato e armi, restando prigioniero di se stesso come lo è sempre stato. Peccato per quegli ebrei esenti da odio, che subiscono, anche questa volta, all’interno delle proprie amministrazioni sociali, quella “minaccia dell’individuo, esposto ai rischi di una corruzione della sua integrità morale e annientamento”, costretti nuovamente a fuggire, emigrare. Ma è la condizione di chi vuole della storia una narrazione fasulla e solo compiacente ai propri desideri ed interessi.

    1. Tempo fa leggevo che TUTTI i giovani di Israele vanno ancora in età scolastica spinti dai loro rabbini (quasi obbligati) a visitare Auswitz …”per non dimenticare”. Non so quanto ci sia di vero e quanto di propaganda ad Auswitz ma ho letto che i giovani ebrei di Israele ne escono sconvolti. Io penso che il genocidio odierno è il risultato di tutto l’ odio che gli viene inculcato fin dalla giovane età in quei peregrinaggi verso il mondo intero. Tanto di quell’ odio che sono diventati (uomini e donne) INUMANI, mostri assassini…o più probabilmente psicopatici ASSASSINI. Non finirà bene, useranno anche le atomiche senza alcuna remora e contro chiunque (europei compresi) pur di affermare le loro ragioni talmudiste. Inutile dire che il “Messia” …

  6. Io mi vergogno che il mio paese sia ufficialmente alleato di Israele, mi vergogno di vedere la signora Segre nominata senatrice a vita seduta in Parlamento. Mi vergogno di vedere tantissimi giornalisti presentatori di religione ebraica ogni giorno presentare alla tv servizi menzogneri a difesa di Israele. Io sono solidale con le vittime palestinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM