Non c’è alcuna possibilità di ottenere la vittoria”. Media israeliani: il prezzo dell’accordo è alto e non c’è motivo di festeggiare

Il quotidiano israeliano Yedioth Ahronoth conferma che il prezzo dell’accordo di cessate il fuoco è alto e pesante per “Israele”. Tuttavia, deve essere realizzato perché Israele ha già pagato per questo.
Lo stesso quotidiano israeliano “Yedioth Ahronoth” ha confermato che il prezzo che “Israele” dovrà pagare è molto alto e pesante, e che “l’accordo potrebbe portare a risultati spaventosi”, sottolineando che “tuttavia, il governo deve approvare l’accordo oggi, anche a sulla base delle condizioni secondo cui… “Queste sono trapelate nelle ultime 24 ore.”

Il giornale si è giustificato dicendo che “Israele” aveva già pagato un prezzo insopportabile, aggiungendo: “1.200 sono stati uccisi in un giorno. 300 (?) soldati sono morti nei combattimenti nella Striscia di Gaza, e siamo in una fase in cui non c’è alcuna possibilità di ottenere una vittoria complessiva”.

In un articolo del commentatore politico Ben Dror Yemini intitolato “Se è già arrivato il momento decisivo, dovete dire sì”, il giornale osserva che dopo tutto quanto sopra, nulla può essere considerato una vittoria, spiegando che ulteriori settimane o mesi di combattimenti non cambieranno radicalmente il quadro: la liberazione dei prigionieri abbandonati da “Israele” è l’unica cosa che può portare un po’ di conforto alle famiglie.

Il giornale ritiene che “non c’è motivo di festeggiare, perché questo è solo l’inizio”, rilevando che se l’accordo verrà attuato, un certo numero di prigionieri potrebbe arrivare in “Israele” e un altro numero rimarrà nelle mani di Hamas, e dopo aver raggiunto l’accordo attuale sono necessari diversi mesi, questo potrebbe costare un altro accordo con più sofferenze.

Bambini a Gaza, ostaggi palestinesi nelle mani di Israele

Netanyahu ha reso Israele più debole
Il giornale ha notato che tutti hanno difficoltà a comprendere le decisioni di Netanyahu, considerando che “non ha reso Israele forte, ma piuttosto lo ha reso molto più debole”. Fare iniziative sotto pressione e non prendeva l’iniziativa di fare nulla, anzi si lasciava sempre trascinare.

Il giornale sottolinea che “non c’è un solo errore strategico che Netanyahu abbia abbandonato”, spiegando che “questo è ancora più esasperante, perché bisognerebbe essere completamente ciechi per non capire che l’opinione pubblica internazionale non rimarrà indifferente di fronte alle scene di devastazione”. e distruzione nella Striscia di Gaza”.

“Yedioth Ahronoth” ha visto che “Israele” non ha ritenuto Hamas responsabile della distruzione, e che l’opinione pubblica mondiale lo accusa, ma non accusa Hamas, e che solo un cieco non vede l’impatto di questo sulla posizione dell’amministrazione americana.

Ha continuato: “Netanyahu ha orecchie ma non sente, ha occhi ma rifiuta di vedere, e ha una mente ma rifiuta di capire”, notando il cambio di ruoli, “Dopo che è stato detto dei nostri vicini che capiscono solo la forza, oggi Netanyahu è quello che capisce solo la pressione”.

Secondo il quotidiano “Yedioth Ahronoth”, le stime indicano che l’approvazione dell’accordo da parte di Hamas è una sorpresa, in un momento in cui riceve le sue richieste senza un accordo: “Israele” è in isolamento internazionale, continuano le manifestazioni a sostegno di Hamas, e la presenza dell'”esercito israeliano” nella Striscia di Gaza è condannata da mezzo mondo. Zero risultati, mentre i combattenti di Hamas ritornano ovunque e l'”esercito” israeliano evacua.

Il giornale continuava: “Il tempo è dalla parte di Hamas. Cosa lo spingerà ad affrettarsi?”

Fonte: Al Mayadeen

Traduzione: Luciano Lago

5 commenti su “Non c’è alcuna possibilità di ottenere la vittoria”. Media israeliani: il prezzo dell’accordo è alto e non c’è motivo di festeggiare

  1. Israele ha perso ha fatto un olocausto palestinese ha ammazzato tutti, tutti quei bambini, ed era semplice due stati gli ebrei sono maledetti da tutti non perché razzisti ma perché non sanno vivere con gli altri in modo civile e hanno perso la leader ship in medioriente a vantaggio dell’Italia, sono stupidi.

  2. L’occidente è perdente ed in ritirata …………………….. L’occidente, sotto la guida degli usurai-banchieri, è andato in lenta rovina, illudendoli di vincere,
    come la società Fabian inglese promuoveva le piccole dosi per raggiungere grandi obiettivi (tipo l’invasione di africani in Europa). SONO STATI PUNITI GRADUALMENTE E NON SI SONO ACCORTI, questi superiori idioti ! Il Sistema è antistorico, superato, arcaico, fossile …… hanno idee e concezioni e politica scadenti del settecento e dell’ottocento che non possono funzionare nei tempi moderni. Sono idioti e incompetenti, negativi al massimo grado,
    malvagi e jellati. Auguri.

  3. Solo questo giornalista ebreo al mondo parla d’ accordi tra Israele ed Hamas. Non capisco su che basi, forse si riferisce al passato.

  4. Gli ebrei/ nazi adunchi dell’entità sionista vogliono estendere il conflitto all’Iran per due motivi:

    1) Coinvolgere attivamente l’élite ebrea che governa gli usa e quindi le armi usa in una guerra contro l’Iran.

    2) Colpire gli impianti nucleari iraniani assieme agli usa, dopo averli coinvolti.

    Gli ebrei/ nazi adunchi sanno che il tempo gioca a loro sfavore, quindi prevedo che nel breve compiranno altre azioni terroristiche per raggiungere il predetto scopo, cioè trascinare ad ogni costo l’Iran nel conflitto.

    Cari saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM