Noam Chomsky dichiara a Russell Brand che gli Stati Uniti vivono in una “cultura totalitaria”, peggiore dell’Unione Sovietica


Di Candice Ortiz
Noam Chomsky crede che gli Stati Uniti siano su una strada insidiosa e avverte che il paese sta peggiorando rispetto all’ex Unione Sovietica.

Una clip che circola su Twitter dal sito conservatore The Post Millennial mostra Chomsky in una recente intervista con Russell Brand sul suo podcast Under the Skin .
Chomsky ha affermato che gli Stati Uniti oggi “vivono in una sorta di cultura totalitaria, che non è mai esistita in vita mia ed è molto peggio in molti modi rispetto all’Unione Sovietica prima di (Mikhail) Gorbaciov “.

Ha attribuito questo cambiamento alla mancanza di informazioni attualizzate a disposizione degli americani.

“Tornando agli anni ’70, le persone nella Russia sovietica potevano accedere a BBC, Voice of America, televisione tedesca, se volevano scoprire le notizie”, ha continuato, “Se oggi negli Stati Uniti, vuoi scoprire cosa Il ministro (Sergey) Lavrov della Russia sta dicendo è cosa che non puoi fare. È sbarrato. Agli americani non è permesso ascoltare quello che dicono i russi”.

“Non posso avere la televisione russa, non posso accedere a fonti russe. Ciò significa anche che i bravi giornalisti americani come Chris Hedges , uno dei migliori, sono tagliati fuori – esclusi anche gli americani, perché gli è proibito di accedere a un programma in onda su RT, come sulle altre televisioni russe”, ha aggiunto.

“Vuoi scoprire cosa dicono gli avversari, il che è della massima importanza … Ma gli Stati Uniti hanno imposto vincoli alla libertà di accesso alle informazioni, che sono sorprendenti e che in realtà vanno oltre quanto avveniva dopo (Joseph) Stalin e Russia sovietica”.

Chomsky ha affermato che, nonostante gli Stati Uniti siano uno dei paesi più liberi al mondo, vengono imposte ulteriori restrizioni alla libertà di parola stessa.
Questo va ben al di là di chiunque osi rompere la linea del partito sulla questione dominante di oggi, l’Ucraina, è semplicemente demonizzato, diffamato. Non può essere mandato nel gulag, è ancora un paese libero, ma riesci a malapena a parlare. E questo ha implicazioni molto pericolose per la situazione attuale e oltre”, ha aggiunto Chomsky.

Fonte:
https://www.mediaite.com/politics/noam-chomsky-tells-russell-brand-the-united-states-is-living-in-totalitarian-culture-worse-than-the-soviet-union/

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM